"Un ponte di generazioni: la tecnica si tinge di rosa"

“Conoscere il mondo del lavoro e le professioni - spiega il Presidente di Confindustria Rimini Maurizio Focchi - è una tessera importante del puzzle da costruire"

Nella società di oggi, in cui il mercato globale è in continua evoluzione, la formazione tecnica è determinante. Falsi luoghi comuni, come l’errata idea che quello tecnico sia un percorso difficile e faticoso, che sia una scelta vincolante, che l’ambiente non sia tranquillo e di tipo prevalentemente maschile, da troppo tempo relegano questo tipo di preparazione ai gradini più bassi della scelta formativa dei giovani. Quella tecnica è invece una preparazione richiesta dalle aziende.

Con questa idea Confindustria Rimini, la società consortile per la formazione Assoform Rimini e il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Rimini, hanno ideato il progetto “UN PONTE TRA GENERAZIONI-LA TECNICA SI TINGE DI ROSA”. Si tratta di un percorso di orientamento scolastico in grado di facilitare i collegamenti e le relazioni fra le fasi fondamentali che riguardano la scelta e l’accesso all’istituto tecnico, il percorso scolastico e la scelta della specializzazione.

“Conoscere il mondo del lavoro e le professioni - spiega il Presidente di Confindustria Rimini Maurizio Focchi - è una tessera importante del puzzle da costruire, cercando di superare stereotipi o preconcetti e mettere in relazione attitudini e interessi con i settori più ricchi di prospettive. Confindustria Rimini è da sempre impegnata ad avvicinare il mondo delle imprese a quello della scuola ed iniziative come questa forniscono un reale supporto alla persona garantendo un sostegno in più fasi: nella scelta e nell’accesso alla scuola superiore, durante il percorso scolastico e nella scelta della specializzazione, nell’uscita verso il mondo del lavoro o verso l’istruzione superiore o universitaria”.

Il progetto “Un Ponte tra Generazioni-La Tecnica si Tinge di Rosa”, che si svolgerà tra settembre e dicembre 2012, coinvolge oltre 200 studenti, alunni di quarta superiore degli istituti tecnici industriali e alunni di terza media della Provincia di Rimini. I primi, in veste di tutor, affiancheranno i più giovani guidandoli alla scoperta delle varie specializzazioni presenti all’interno degli istituti tecnici, attraverso la testimonianza diretta e l’attività pratica di laboratorio per un totale di 12 ore. Un focus particolare è riservato alle ragazze, con l’obiettivo di diffondere il messaggio che la tecnica non è competenza esclusivamente maschile.

Confindustria Rimini curerà i rapporti fra le scuole coinvolte, si occuperà delle spese di trasporto per tutta la durata del progetto e dell’organizzazione di visite nelle aziende della provincia che si terranno al termine del percorso. Nello specifico, rispettivamente abbinate, sono coinvolte le scuole: ITI “Da Vinci” di Rimini e Scuola Media Statale “Panzini-Borgese” di Rimini; ISISS “Gobetti” di Morciano e Scuola Secondaria di Primo Grado “Filippini” di Cattolica, Scuola Secondaria di Primo Grado “Giovanni XXIII” di Misano Adriatico, Scuola Secondaria di Primo Grado “Serpieri” di San Giovanni in Marignano; IIS “Einaudi” di Novafeltria e Scuola Secondaria “Pazzini” di Verucchio e Villa Verucchio.

“Il progetto fa parte dell’ampia attività realizzata per le scuole da Confindustria Rimini, Assoform Rimini e Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Rimini – commenta Alessandro Formica Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Rimini – Da tempo, infatti, siamo impegnati con molte iniziative dedicate al mondo della scuola come, solo per citarne alcune, Fabbriche Aperte, Premiare le eccellenze e Imprenditore Testimonial. Occasioni di crescita che in questi anni hanno creato importanti percorsi di dialogo e scambio fra imprenditori e le future generazioni di lavoratori”.

A tal proposito, si ricorda che si è conclusa con successo la prima fase di “RICERCA TALENTI”, il progetto-concorso di Confindustria Rimini nato per premiare gli studenti più meritevoli e per sensibilizzare i giovani alle realtà economico-produttive riminesi, sostenendo il loro cammino di entrata nel mondo del lavoro attraverso la valorizzazione della cultura tecnica.

“Ricerca Talenti”, che coinvolge l’ISISS “Gobetti” di Morciano, l’IIS “Einaudi” di Novafeltria e l’ITI “Da Vinci” di Rimini, premia i 30 migliori studenti del IV anno di scuola superiore che al termine del III anno hanno ottenuto la media dei voti più alta. A loro la possibilità di effettuare un percorso di alternanza scuola-lavoro (formazione specialistica-stage-visite aziendali) organizzato da Assoform nell’area della meccanica, elettronica,
elettrotecnica e informatica, chimica e turismo. Inoltre, i 15 diplomati con il voto di maturità più alto riceveranno un premio in denaro di 200 euro ciascuno. Infine, potranno partecipare gratuitamente a due corsi di formazione organizzati e realizzati da Assoform Rimini.

La cerimonia di premiazione si terrà nel prossimo mese di settembre. Il progetto prevede anche l’istituzione della “Top 30”, un elenco composto dai 30 studenti di V con la media voti più alta conseguita alla fine del primo quadrimestre e che viene promosso da Confindustria Rimini attraverso il canale di Unimpiego alle aziende di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento