menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Maggioli, presidente di Unindustria

Paolo Maggioli, presidente di Unindustria

Unindustria presenza il bilancio sociale: valore aggiunto di 550 milioni

Al documento hanno partecipato 31 aziende associate che contano 7.315 dipendenti e raggiungono un fatturato di oltre 2.077 milioni di euro.

Le imprese riminesi non vogliono cedere alla crisi, bensi' "mantenere la capacita' produttiva e i posti di lavoro". Questo il messaggio che viene lanciato dal sesto bilancio sociale aggregato delle imprese di Unindustria Rimini, presentato giovedì pomeriggio durante un convegno su ricerca ed innovazione che si è svolto al centro congressi SGR. Dal bilancio è emerso un valore aggiunto totale (cioè la ricaduta sul territorio del valore prodotto) nel 2013 di 549 milioni di euro. Al documento hanno partecipato 31 aziende associate che contano 7.315 dipendenti e raggiungono un fatturato di oltre 2.077 milioni di euro.

Significativa la quota del valore aggiunto ripartita alle persone che lavorano in azienda pari al 64,5% (354 milioni di euro). A dimostrazione di quanto, nonostante lo scenario critico, persista nelle imprese la volontà di mantenere la capacità produttiva e i posti di lavoro. Il valore aggiunto totale nel 2013 è stato di 549 milioni di euro. La remunerazione alle pubbliche amministrazioni (tasse) sono cresciute del 14% circa. All'erario sono stati versati 72 milioni di euro con una crescita delle tasse statali e locali (+4,21% e +6,69% ). I dati sfatano l'opinione che le imprese non pagano le tasse.

Rispetto al 2012 diminuisce la quota di valore aggiunto trattenuta dalle aziende sotto forma di utili e di accantonamenti (da 80 a 35 milioni di euro). Mentre è in crescita (+13%) l'importo destinato ad attività di sostegno alla collettività (da 2.272 a 2.579 valori in migliaia di euro). Per quanto riguarda le risorse umane, oltre l'86,8% del personale ha contratto a tempo indeterminato (94,1% full time e 5,9% part time). Le ore di formazione sono aumentate del 17,27%. Continua l'impegno per il rispetto ambientale: +26% (da 23 milioni 926 mila euro a 30 milioni 32 mila euro) le spese per il miglioramento delle performance e di riduzione degli impatti ambientali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento