menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Visit Rimini si fa strada tra arte e turismo: "Anno duro, ma il brand è sempre più forte sui social"

"Alcuni progetti sono stati accantonati per non bruciarli, ma abbiamo fatto comunque tante cose, nonostante le scarse risorse per l'impossibilità di svolgere attività"

In questo lungo e difficile anno a causa della pandemia il territorio ha potuto contare anche sul lavoro costante di Visitrimini, la società che gestisce la promozione della destinazione Rimini per mandato del Comune e in base alle linee guida regionali. Buoni risultati ottenuti sui social e presto un nuovo sito prima dell'estate, come "porta per la città", e una serie di progetti di promozione "maggiormente concentrati", causa covid, sul mercato italiano. Sono alcune delle novità per il 2021 di Visitrimini. Nel suo primo anno, la Dmc ha fatto i conti con il coronavirus, spiega la presidente Stefania Agostini, concentrando la propria attività online, e il bilancio è "positivo". Certo, "alcuni progetti sono stati accantonati per non bruciarli, ma abbiamo fatto comunque tante cose, nonostante le scarse risorse per l'impossibilità di svolgere attività commerciale".

Tra i progetti realizzati, entra nel dettaglio la destination manager della società, Valeria Guarisco, 34 video per raccontare, con toni tarati sul momento, la città e le sue bellezze; la partecipazione a Ttg; la gestione degli uffici Iat; le visite guidate; marketing per la promozione e sviluppo di prodotti per presentare Rimini in maniera integrata, per esempio attraverso il contest Rimini life style con 900 tra post e immagini sempre molto commentate sui social. Ora si lavora appunto al nuovo portale "emozionale" sul mantra "Rimini c'è 365 giorni all'anno", con la promozione affiancata dalla commercializzazione, e ai progetti per il 2021. "Stiamo valutando le tempistiche, dipende dalla pandemia e dalle restrizioni, ma saremo più concentrati sull'Italia e su Paesi non troppo lontani".

"Da gennaio 2020 siamo diventati- sottolinea Paola Mazza di Radio Bakery web agency- un brand forte sui social". Il primo post a marzo 2020 raffigurava Castel Sismondo con il resto "Ti aspetto dal 1437, posso aspettarti ancora". In un anno le visualizzazioni sono state tre milioni, 500.000 le persone raggiunte, 300.000 le reazioni, 30.000 le condivisioni e 50.000 i commenti". La community registra 43.000 follower su facebook, 6.500 su Instagram, in costante crescita, di cui il 90% turisti. E "i commenti stupiscono e a volte commuovono", aggiunge. Con il progetto "I luoghi del cuore" sono gli stessi riminesi a raccontare la città, mentre il video "Cosa fare a Rimini d'inverno" ha raggiunto 50.000 persone. Tra i focus, conclude, quello sulla cultura, anche con virtual tour, e sul concetto di "sogno", spesso ricorrente. Visitrimini ha anche commissionato un'indagine sulle conversazioni online sulla città dall'1 giugno al 30 novembre. 2020, tra social, forum, blog e news. Complessivamente, dà i dati Alessandra Scomparin research manager di Blogmeter integrated social intelligence Milano, sono state, tra italiano e inglese, quasi 400.000, con quasi sei milioni di interazioni. Gli emoji sono "molto positivi e il picco di conversazioni si è registrato ad agosto in concomitanza con il Meeting di Cl. I principali temi sono stati località marittima, turismo-vacanze e fiere-congressi, con arte e cultura che si piazza al quarto posto tra quelli "più commentati", mentre gli utenti inglesi fanno crescere la percentuale di enogastronomia. Per la località marittima si segnala mare, accoglienza e movida; per arte e cultura il Ponte di Tiberio, la passarella arcobaleno, Fellini e il Part; e per il divertimento si ricorda che Rimini non e' solo movida.

Tra i social facebook stacca tutti, anche se la menzione specifica della città è registrata per lo più sui blog, mentre l'engagement si concentra per oltre la metà su Instagram. E tra influencer e vip spuntano Vasco Rossi e Valentino Rossi, Simona Ventura, Valentina Vignali e Giulia Pasuelli. Infine, rispetto ai competitor, Ibiza, Hvar e Corfù sono più associate al topic turismo-vacanze, mentre per Rimini la percentuale è simile con località marittima; per Gallipoli, Forte dei Marmi e Cesenatico domina invece proprio il mare. Ancora: Ibiza e Gallipoli sono più associate al divertimento, Rimini allo smartworking e ad arte-cultura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Soap brows, la nuova tendenza per sopracciglia perfette

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento