Al Cinema Tiberio film di qualità, arte e l’opera lirica

Al Cinema Tiberio di Rimini venerdì 17 gennaio alle ore 20.30 (ingresso gratuito) serata promossa da SDTM – Servizio Diocesano di Tutela Minori Rimini con la proiezione del film Grazie a Dio di François Ozon. Il film sarà preceduto da interventi di Cinzia Bertuccioli, referente diocesano Servizio Tutela Minori, Don Maurizio Fabbri, vicario generale Diocesi di Rimini e Paolo Guiducci, addetto stampa Diocesi di Rimini.
Gran Premio della Giuria al Festival di Berlino 2019. Grazie a Dio è una grande storia di coraggio, un Caso Spotlight francese in cui a vincere è la verità. Traendo la storia da fatti realmente accaduti, Ozon firma il film più forte e emozionante della sua carriera. Alexandre vive a Lione con moglie e figli. Un giorno, per caso, scopre che il prete dal quale era stato molestato da piccolo lavora ancora a contatto con i bambini. Decide così di agire, supportato da altre due vittime del parroco, François e Emmanuel. I tre uomini uniscono le forze per abbattere il muro di silenzio che circonda il loro dramma. Nessuno di loro sarà però indenne da ripercussioni e conseguenze.
Domenica 19 gennaio (ore 21, biglietti da € 10 ad € 8), è in programma per la rassegna La Grande Arte al Cinema, Leonardo. Le opere di Phil Grabsky, il nuovo docu-film che indaga le opere pittoriche dell’artista di Vinci per un’inedita visione in ULTRA HD accompagnata dal commento di alcuni dei massimi esperti mondiali di Leonardo.
La produzione pittorica del genio del Rinascimento sarà infatti al centro del docu-film che presenta sul grande schermo i dipinti del Maestro in qualità Ultra HD. Le opere includeranno, tra le altre, La Gioconda, L’Ultima cena, La Dama con l’ermellino, Ginevra de ‘Benci, La Madonna Litta, La Vergine delle Rocce. L’obiettivo è quello di ripercorrere, attraverso il prisma della sua pittura, anche la vita di Leonardo (1452-1519): l’inventiva, le capacità scultoree, la lungimiranza nell’ambito dell’ingegneria militare e la capacità di districarsi nelle vicende politiche del tempo.
Mercoledì 22 gennaio alle ore 19.45 (biglietti da € 12 ad € 10) in diretta da Gran Teatre Liceu di Barcellona è in programma Aida di Giuseppe Verdi, per la regia di Thoms Gutrie, diretta da Gustvao Gimeno con Mariano Buccino, Clémentine Margaine e Angela Meade nei ruoli principali.
Lo storico allestimento dell’ AIDA, progettato nel 1945 dall’artista catalano di Manresa, Josep Mestres Cabanes ritorna in scena al Liceu per una stagione memorabile.
Questa splendida creazione iperrealista, della grande scuola catalana di scenografia, enfatizza la grandiosità – e anche l’intimità – della terza opera di Verdi, rimanendo fedele alla tradizione storicista senza mai cadere nel kitsch.
Nella sua drammatica Aida, il 58enne Verdi mostra la sua forza colossale e il suo savoir-faire musicale e teatrale per mettere in relazione il triangolo amoroso che fa sì che Aida, Amneris e Radamès perseguano la loro passione, amore e odio fino alle ultime conseguenze. Lo sfondo dell’Antico Egitto – l’opera è stata scritta per celebrare l’apertura del Canale di Suez – fornisce la scusa per le grandiose scene corali e sinfoniche, che si alternano a raffinate arie in tutta la colonna sonora. Questa Aida rappresenta il debutto al Liceu della soprano americana Angela Meade.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • In mostra la collezione di burattini e vestitini del Museo Etnografico

    • dal 7 novembre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Biblioteca Baldini
  • Quali sono le sfide del 21esimo secolo? Se ne parla in diretta streaming con 5 filosofi

    • Gratis
    • dal 15 gennaio al 12 marzo 2021
    • diretta streaming Biblioteca Misano
  • Baci dal mondo un Flash mob ecumenico per il “Francesca day”

    • 8 marzo 2021
  • "Non chiamatelo raptus" vignette in mostra contro sessismo, violenza e discriminazione di genere

    • dal 5 al 15 marzo 2021
    • vetrine negozi centro storico e facebook
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento