I Motus con "Tutto brucia" ospiti all'Arboreto

  • Dove
    online su vimeo
    Indirizzo non disponibile
    Mondaino
  • Quando
    Dal 13/03/2021 al 13/03/2021
    dalle 18 alle 22
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

All’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino torna la compagnia Motus, dal 22 febbraio al 14 marzo con la seconda residenza per la ricerca e la composizione del nuovo spettacolo “Tutto brucia”.
Sabato 13 marzo, dalle 18 alle 22, sarà possibile assistere sul canale Vimeo di Motus al documento video “Appunti di lavoro da Tutto brucia” realizzato per l'occasione da Vladimir Bertozzi e dalla compagnia durante le settimane di lavoro nel teatro nel bosco dell’Arboreto.
«Frughiamo tra i resti delle Troiane di Euripide – spiegano i Motus – , in questi giorni di lavoro, per trovare forme impensate al dolore, al lutto, ai riti collettivi di cordoglio che non ci sono più, al trauma che trasforma i corpi, alle visioni che incendiano il futuro, all’assenza che toglie il fiato. Tutto che parla al presente, e ci muove. La fine del mondo è sempre la fine di un mondo, che è Troia e il Mediterraneo di un tempo, ma è anche questo presente, tra le ceneri dell’Antropocene che avanza. Tenendo vivo il fuoco dei futuri possibili». Il titolo “Tutto brucia” evoca le parole di Cassandra nella riscrittura delle Troiane di Jean Paul Sartre. Una frase che già di per sé mette a nudo la traiettoria di questo nuovo progetto Motus.
«Da tempo avevamo desiderio di continuare lo scavo, dopo il viaggio dentro l’Antigone, fra le più scomode figure femminili del tragico che ancora oggi riverberano – continua la compagnia –. La parola di Ecuba è lamento, parola che seppellisce i morti; la parola di Cassandra rompe la stasi e dà fuoco al futuro. “Quali sono i corpi da piangere e quali no? Quali forme abbiamo a disposizione per esprimere il lutto, il dolore della perdita o la separazione dal proprio luogo d’origine, come avviene per le comunità diasporiche?” Si chiede Judith Butler in un saggio sul lutto collettivo. Durante la pandemia, le cerimonie per i morti sono state sospese, e i corpi sono stati sepolti d’ufficio, di nascosto, in silenzio, senza saluto. Lo stesso accade per i corpi migranti morti in mare, per i clandestini o per le prostitute giustiziate dal sistema della tratta. “Quali vite contano, dunque? Cosa rende una vita degna di lutto?” Ripartiamo da queste domande urticanti per costruire Tutto Brucia che sarà inevitabilmente oscuro, ma colmo di abbacinante furore».
Motus nasce a Rimini nel 1991 da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò, producendo sin dalla fondazione spettacoli di grande impatto, capaci di prevedere e raccontare le più aspre contraddizioni del presente. Il lavoro della compagnia, fatto di teatro, performance e installazioni e accompagnato da un’intensa attività di seminari, incontri e dibattiti, viene presentato in Europa e in tutto il mondo. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui tre premi UBU e prestigiosi premi speciali. I registi della compagnia sono direttori artistici del pandemico cinquantenario del Santarcangelo Festival, progetto biennale in tre atti tra luglio 2020 e luglio 2021. www.motusonline.com


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Album di Bellaria Igea Marina" in diretta streaming i risultati dei primi 3 mesi di attività

    • Gratis
    • 13 aprile 2021
    • diretta online pagina facebook Comune di Bellaria Igea Marina
  • Studenti a lezione di cinema con Gianni Canova

    • dal 15 marzo al 14 aprile 2021
  • MystFest 2021, online il nuovo bando di concorso che vedrà in giuria anche lo scrittore Massimo Carlotto

    • dal 15 marzo al 17 maggio 2021
  • Annalisa Minetti e Luisa Corna insieme a Rivabella con il "Groove Morning"

    • 27 aprile 2021
    • Mami Bistrot di Rivabella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento