Con un omaggio a Jannacci, De André e Dalla parte la 33esima edizione del Bellaria Film Festival

Dopo il tutto esaurito registrato in occasione della preview che ha regalato al pubblico del #BFF33 un appassionato tributo di Vinicio Capossela al bellariese Roby Puma, da venerdì il cuore del festival diventa la centralissima piazza Matteotti

Venerdì prende ufficialmente il via la 33a edizione del Bellaria Film Festival. Dopo un pomeriggio di proiezioni e incontri al Cinema Astra, ad aprire la serata è un inedito omaggio al grande Enzo Jannacci in piazza Matteotti, con film e musica dal vivo. A seguire, alla Torre Saracena, un live reading di Francesco Bianconi (Baustelle) chiude la prima giornata dello storico festival organizzato da Bellaria Igea Marina Servizi e promosso dal Comune di Bellaria Igea Marina, con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Rimini.

Dopo il tutto esaurito registrato in occasione della preview che ha regalato al pubblico del #BFF33 un appassionato tributo di Vinicio Capossela al bellariese Roby Puma, da venerdì il cuore del festival diventa la centralissima piazza Matteotti, con tre serate di cinema e musica sotto le stelle, dedicate a tre icone della musica italiana: Enzo Jannacci, Fabrizio De André, Lucio Dalla. La trama sonora è di fatto la trama artistica, la colonna sonora di un’edizione “da ascoltare con gli occhi”. Riprendendo il format della rassegna Across the Movies, ogni serata unisce musica e cinema, con la proiezione di un documentario d’autore accompagnata da un’introduzione del giornalista Luigi Bertaccini e da un omaggio musicale live. 

Si comincia venerdì alle 21 con Jannacci. Lo stradone col bagliore, film di Ranuccio Sodi dedicato a un maestro di ironia e alla sua lunga storia d’amore con Milano; a eseguire dal vivo alcuni brani di Jannacci sono due talenti della nuova generazione, Appino (Zen Circus) e il giovanissimo cantautore toscano Lucio Corsi. Il live set sarà preceduto dall’opening act (ore 20.00) di ToffoloMuzik dj.  All’insegna dell’incrocio tra le arti il Bellaria Film Festival propone inoltre  una serie di eventi che prenderanno il via venerdì (ore 23.30) alla Torre Saracena, in via Torre 75, con Francesco Bianconi, leader dei Baustelle, interprete di brani del suo nuovo romanzo La resurrezione della carne. Più che una lettura, un vero reading-live set, con omaggi musicali al cinema di genere. 

Sempre venerdì si apre il calendario delle proiezioni (a partire dalle ore 15.30  al Cinema Teatro Astra, via Paolo Guidi 77e) degli otto documentari finalisti del Concorso Italia Doc (Ardeidae di Daniele Tucci, Corrado Chiatti e Chiara Faggionato; Brasimone di Riccardo Palladino; Fuorigioco di Davide Vigore e Domenico Rizzo; Memorie. In viaggio verso Auschwitz di Danilo Monte; Rada di Alessandro Abba Legnazzi; Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni; SmoKings di Michele Fornasero; Uomini proibiti di Angelita Fiore) e dei sei titoli selezionati per il premio Casa Rossa Art Doc (Amore tra le rovine di Massimo Alì Mohammad; DeProducers di Ivan Merlo; Ella Maillart. Double journey di Antonio Bigini e Mariann Lewinsky; Il gesto delle mani di Francesco Clerici; L’Uomo Pietra di Luca Scivoletto; My sister is a painter di Virginia Eleuteri Serpieri). 

Questo il programma delle proiezioni di venerdì:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ore 15.30 Il gesto delle mani
ore 17.00 Ardeidae
               a seguire
               Brasimone
ore 18.15 Rada
ore 20.00 Roma Termini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

Torna su
RiminiToday è in caricamento