Tempo di bilanci per il Museo delle radio storiche: un’estate record con quasi 5.500 presenze

A Casa Panzini si svolgerà venerdì l’ultimo evento, dal titolo “Le notti chiare erano tutte un’alba”, in vista della chiusura ufficiale prevista per sabato

C’è ancora un po’ di tempo a disposizione di chi non abbia visitato i diversi poli museali offerti dalla città di Bellaria Igea Marina: nel weekend sono infatti previsti gli ultimi giorni di apertura per la Casa Rossa, la Torre Saracena, il Museo del Turismo e delle Tradizioni e il Museo delle Radio Storiche. A Casa Panzini si svolgerà venerdì l’ultimo evento, dal titolo “Le notti chiare erano tutte un’alba”, in vista della chiusura ufficiale prevista per sabato: il Museo e le mostre allestite nella dimora panziniana, saranno poi aperti fino al 18 ottobre solo su appuntamento ed esclusivamente per le scuole.

Chiude invece domenica la Torre Saracena, che in questi ultimi giorni, vista la concomitante Festa della Piadina e l’Osteria ivi allestita, rispetterà l’orario 19.30 – 22.00. Domenica è l’ultimo giorno utile anche per visitare sia il neonato Museo del Turismo e delle Tradizioni “Qualcosa di noi”, aperto dalle 20.45 alle 22.45 al Vecchio Macello di via Ferrarin, sia il Museo delle Radio Storiche, allestito presso lo Spazio Mostre della Stazione di Bellaria, in piazzale Gramsci. Buoni riscontri sul piano dell’afflusso e del gradimento, da parte di tutti i poli museali, con il Museo delle Radio Storiche che si accinge a chiudere un’estate record, con quasi 5.500 visite fatte registrare da metà giugno ad oggi.

L’esposizione, curata da Emanuela Furia in collaborazione con Amministrazione Comunale e Verdeblu, è stata visitabile gratuitamente tutte le sere, e fino a domenica sarà aperta dalle ore 20.30 alle ore 23 circa. Il Museo raccoglie una collezione di ben 143 radio risalenti a un periodo compreso tra la fine degli anni Venti e la fine degli anni Quaranta: dopo essere state esposte temporaneamente in varie location negli ultimi anni, questi splendidi oggetti, patrimonio straordinario del Comune di Bellaria Igea Marina, hanno trovato lo scorso anno una collocazione permanente presso lo Spazio Mostre della Stazione di Bellaria.

L’allestimento 2014 ha ricalcato quello proposto nell’anno dell’inaugurazione, al fine di raccontare tutto il fascino e l'evoluzione di una tecnologia fondamentale per lo sviluppo dei moderni mezzi di comunicazione. Di questa affascinante storia, il Museo è testimonianza preziosa: dopo l’intervento ‘anti-tarlo’ condotto sulle radio nella scorsa primavera, nei prossimi mesi saranno avviate attività di restauro che interesseranno l’intera collezione, 143 ‘gemme’ di varie marche e nazionalità tra cui vere e proprie rarità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento