Al via a Morciano gli "Itinerari Musicali"

  • Dove
    Sala Ex-Lavatoio
    Indirizzo non disponibile
    Morciano di Romagna
  • Quando
    Dal 09/11/2014 al 09/11/2014
    16.30
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Tutto è pronto per l’attesissima terza edizione di Itinerari musicali la rassegna concertistica che nelle precedenti edizioni ha sempre fatto registrare il tutto esaurito. Anche quest’anno molte le novità e le sorprese per un evento che si è guadagnato un posto di riguardo nel panorama delle iniziative culturali. Fortemente voluta dall’amministrazione comunale, tale manifestazione si propone di favorire lo scambio tra diversi modi di far musica in un contesto di socializzazione intergenerazionale e interculturale, creando un appuntamento musicale di alto valore artistico ed espressivo per la cittadinanza.

Un ciclo di cinque concerti che si terrà tutte le domeniche pomeriggio, alle ore 16.30, dal 9 novembre al 7 dicembre nella Sala Ex-Lavatoio di Morciano di Romagna. La rassegna Itinerari musicali (“Suoni migranti”) indaga i confini dei generi superando categorie univoche e semplici etichette. Una proposta che nasce sotto il segno della mescolanza di suoni, storie e culture. Cinque esperienze musicali per cinque mondi distanti ma molto affini negli intenti poetici, nella passione per la sperimentazione e nel coraggio di valicare i confini geografici con la sola valigia degli strumenti musicali: transumanza di sonorità che costituiscono la trama di alcune domande sul mondo dei suoni che disegnano la contemporaneità.

Nel primo appuntamento è protagonista l’ipnotica fisarmonica di Giacomo Rotatori che presenta un progetto solistico dedicato alle forme di danza e alle musiche popolari del mondo attraverso molteplici stili e forme musicali. Il repertorio spazia dalle melodie della Russia fino alle atmosfere della Senna, dai sapori del tango fino ai ritmi caraibici brasiliani senza dimenticare la musica popolare italiana. La fisarmonica viene sfruttata dapprima nella sua veste più accademica pur conservando il suo cliché tipicamente popolare e in seguito nella sua folkloricità in senso stretto che viene contaminata con il linguaggio dell’improvvisazione.

Il 16 novembre va in scena la finezza e l’eleganza del Duo Violetas Populares che vuole offrire all’ascoltatore un viaggio immaginario attraverso tempi, luoghi e culture diverse.  Partendo da alcuni dei più rappresentativi autori della musica colta europea per flauto e arpa, si passerà all’ascolto di composizioni della tradizione popolare celtica.  Saranno poi due brani di musica da film, che per l’argomento trattato creeranno una sorta di ponte verso il nuovo mondo: l’America del nord con brani tratti da Musical e jazz standard e l’America del Sud con musiche del  folklore locale e il  Tango Argentino.

Si prosegue il 23 novembre con Gli Accademici italiani, un trio d’eccezione formato da musicisti che si esibiscono nei teatri di tutto il mondo con le più prestigiose orchestre sinfoniche. Fabiola Santi al flauto, Luciano Franca all’oboe e Antonio Cavuoto al fagotto, si cimentano, grazie al loro raro e prezioso virtuosismo, in un sontuoso programma dei grandi maestri della musica barocca che già si preannuncia di sicuro impatto, ricco di pregevoli contenuti tecnici e ad alta intensità emotiva.

Il 30 novembre è la volta del Mirò Saxophone Quartet che in occasione del bicentenario della nascita del geniale inventore del saxofono Adolphe Sax, propone un repertorio che valorizza le caratteristiche timbriche ed espressive dello strumento dove gli echi del passato si fondono con le istanze del linguaggio musicale più moderno. una miscela di suggestioni, a partire dal tango, scaturite dall'incontro di melodie tradizionali con libere e ardite improvvisazioni che, attraverso originali soluzioni poetiche, catturano il soffio delle radici popolari, del jazz e della musica colta.

Infine chiude la rassegna la formazione Elena Sanchi trio che presenta in anteprima nazionale l’uscita del suo primo cd dal titolo Cuore migrante che nasce dalla necessità di raccontare, attraverso la musica, la metafora del viaggio, il cammino della vita verso Itaca, verso la meta, verso i nostri desideri più intensi. Il viaggio è quel cammino che ci porta alla ricerca dinoi stessi vissuta attraverso i sentimenti, le tempeste e i momenti di serena quiete che altalenano nel gioco della vita e che ci fanno mettere in discussione; è la voglia di evadere verso ciò che non si conosce, è la continua conquista che ci porta a non approdare mai, che ci pone davanti ad una continua sfida.

Prestigioso partnership della rassegna musicale sarà il Conservatorio statale di musica “G. Rossini” di Pesaro con la partecipazione della Banca Popolare Valconca e di Righetti strumenti musicali che hanno sostenuto l’iniziativa. In perfetta sintonia con la musica saranno gli allestimenti e le decorazioni a tema di Arianna Galli e Michela Mangani che presenterà Note di colore, acquerelli in mostra.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Sagra Malatestiana, ottobre tra concerti sinfonici, Musiche da Camera e omaggio a Fellini

    • dal 1 al 31 ottobre 2020
    • Teatro Galli

I più visti

  • A bordo del treno a vapore per fare tappa alla sagra delle castagne di Marradi

    • 25 ottobre 2020
  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • Il Tartufo bianco è protagonista a Sant'Agata Feltria ogni domenica di ottobre

    • Gratis
    • dal 4 al 25 ottobre 2020
  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento