L’arte della tromba nelle musiche del Barocco: da Viviani a Händel

All’arte della tromba è dedicato il secondo concerto della Rassegna Itinerari Organistici Riminesi, promossa e realizzata dalla Diocesi di Rimini e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini con la direzione artistica di Gianandrea Polazzi. L’appuntamento è per venerdì, alle ore 21, nella Chiesa Vecchia di San Martino in Corso F.lli Cervi a Riccione Paese, dove è custodito lo strumento dell’organaro riminese Pietro Zanni risalente al 1882.

Protagonisti della serata saranno Luigi Faggi Grigioni alla tromba e Mauro Ferrante all’organo: il duo permetterà di apprezzare la bellezza e la qualità interpretativa di questi strumenti. ‘L’arte della tromba’ è il titolo del variegato programma della serata sul repertorio barocco italiano ed europeo dalla metà del Seicento al Settecento dedicato alla tromba con basso continuo, trascrizioni dall’orchestra e brani d’organo solo di autori come Viviani, Corelli e Basili, Buxtehude, Clérambault, Daquin e Händel.

Nel dettaglio verranno eseguite musiche di Giovanni Bonaventura Viviani (1638 – 1693), Sonata prima per trombetta sola (dai Capricci armonici op. IV, 1678) e Sonata seconda per trombetta sola (dai Capricci armonici op. IV, 1678), Dietrich Buxtehude (1637 – 1707) Preludium in g moll BuxWV 163,  Louis-Nicolas Clérambault (1676 – 1749) Caprice sur les Grands Jeux (dalla Suite du deuxieme ton del Premier livre d’orgue, 1710),  Louis-Claude Daquin (1691 – 1772) Le Coucou (dalla Troisième Suite del Premier Livre de Pieces de Clavecin, 1735), Arcangelo Corelli (1653 – 1713), Sonata in Re maggiore per tromba e organo: Adagio – Allegro – Grave – [Marcia] – Allegro, Andrea Basili (1705 – 1777), Pastorale in fuga in Sol maggiore (da Musica universale armonico pratica, Venezia, 1776), e Georg Friedrich Händel (1685 – 1759), Suite in Re maggiore per tromba e organo (1733): Ouverture – Gigue (Allegro) – Aire (Menuetto) – Bourrèe  – March.

L’attività di musicista di Luigi Faggi Grigioni è contraddistinta da un notevole eclettismo, che lo ha portato ad affrontare i più disparati generi musicali. Come professore d’orchestra ha suonato in Italia ed all’estero e inciso repertori diversi, che vanno dall’Ottocento alla Contemporaneità, collaborando con importanti orchestre sinfoniche ed enti lirici. Fa parte di numerosi ensemble cameristici per l’esecuzione della musica barocca (con la tromba piccola e la tromba naturale) e di autori del ‘900 (P. Hindemith e I. Strawinskij). Completo è il suo repertorio per tromba e organo, dagli autori del Seicento e del Settecento sino ai contemporanei. Suona regolarmente in formazioni jazz e di musica afroamericana: è membro stabile della Colours Jazz Orchestra, dove ha collaborato con musicisti quali Xavier Girotto, John Taylor e Kenny Wheeler.

Mauro Ferrante, organista e compositore, è docente di Composizione e Analisi musicale presso il Conservatorio di Musica «Gioachino Rossini» di Pesaro. Ha tenuto concerti d’inaugurazione del restauro d’importanti organi storici italiani e partecipato a prestigiose rassegne organistiche europee come solista, in formazioni cameristiche. Ha collaborato come solista con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana eseguendo tra il 1998 e il 2009 Concerti di J. F. Händel, J. Haydn e le Sonate da chiesa di W. A. Mozart. Nel 2008 ha inciso un cd (Tactus) in collaborazione con l’Ensemble Novalis. Dal 1984 è Ispettore onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presso la Soprintendenza di Urbino e dal 2000 anche presso la Soprintendenza di Bologna. Ha tenuto conferenze e pubblicato saggi di storia organaria (tra cui Gli organi di Gaetano Callido nelle Marche, 1989).

Come autore si è perfezionato nel 1992 con Giacomo Manzoni e sue composizioni sono state eseguite in Italia, Francia e Svezia. Alla attività concertistica e compositiva affianca quella musicologica: ha tenuto seminari di analisi musicale e curato l’edizione critica della Missa Pacis di Amintore Galli (con G. Polazzi), e della Fantasia per orchestra e organo «Rimembranze Rossiniane» di Vincenzo Petrali (ed. Sillabe). Il terzo e ultimo concerto della serie si svolgerà di nuovo a Rimini venerdì, 20 giugno, alle ore 21.00 nella Chiesa del Suffragio. All’organo di Franz Zanin del 1973 suonerà Enrico Viccardi.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento