Dalle note di Fabrizio Bosso alla danza, lo Snaporaz alza il sipario sulle arti

Tra i protagonisti della rassegna Snaporaz d'essai la danzatrice Simona Bertozzi e l'attore Silvio Castiglioni

Il musicista Fabrizio Bosso

Cinque appuntamenti, tra cui uno inedito, per la nuova stagione del Salone Snaporaz di Cattolica. Sipario giovedì 26 gennaio sulla rassegna Snaporaz d'essai che amplia i suoi spazi fino alla Galleria Santa Croce.  

Ad inaugurare la stagione Simona Bertozzi e la coppia di danzatori Francesco Colaleo e Maxime Freixas. La danzatrice e coreografa bolognese aprirà la serata portando in scena Bird's Eye View, spettacolo vincitore di Mas Danza nel 2012 firmato da Simona Bertozzi e Marcello Briguglio. Bird's Eye View si distende come una specie di danza con i fantasmi, una narrazione del corpo che simpatizza sino all'osso con l'apertura spaziale che la accoglie. A seguire, Francesco Colaleo e Maxime Freixas  in Re-Garde, un'opera che indaga sul senso della vita e in cui gli interpreti valicano i delicati confini che separano la giovinezza dalla vecchiaia offrendo un immaginario vasto e poetico, su musiche di Charles Aznavour, Charles Trenet e Alva Noto.
Il secondo appuntamento con la danza è il 4 marzo 2017. Sulla ribalta tre nomi della scena contemporanea nazionale e non solo. In apertura Alessandro Sollima in un assolo di improvvisazione dal titolo Ad Libitum. A seguire l'equipe Kor'sia presenta Yellowplace di e con  Mattia Russo e Antonio de Rosa, una riflessione sugli stadi della crescita e di un rapporto e sul gioco verità/finzione. Chiude il trittico il progetto del performer Marco D'Agostin Everything is ok, un esperimento sulla stanchezza del guardare.

Nel programma trovano spazio quindi due omaggi ad altrettanti giganti della cultura e dell'arte moderna e contemporanea. Il primo vede protagonista un artista di caratura internazionale quale Fabrizio Bosso alla tromba in Concerto per Jack London (28 marzo) con la voce di Silvio Castiglioni e Luciano Biondini alla fisarmonica. Un evento che nasce ad hoc per la rassegna offrendo una occasione unica ed inedita per ascoltare l'artista a pochi mesi dall'uscita dell'ultimo disco realizzato con Julian Oliver Mazzariello e Fabio Concato "Non Smetto Di Ascoltarti". Altra ricorrenza di attualità presente in programma, la riscoperta di uno dei più sinceri e apprezzati artisti contemporanei quali il pittore e scrittore Pietro Ghizzardi, ex bracciante agricolo, semi-analfabeta, pubblicato allora nella prestigiosa collana degli Struzzi Einaudi, vincitore del Premio Viareggio Opera Prima per la Narrativa nel 1977 e ora ristampato da Editore Quodlibet. All'artista è dedicata la performance Casa Ghizzardi. Mi richordo anchora, prodotta dal CRT presso l'Illy Artlab della Triennale di Milano. Silvio Castiglioni ne è l'interprete principale, mentre la drammaturgia è di Giulia Morelli, le scene di Nicolò Cecchella e la regia di Giovanni Guerrieri. Lo spettacolo-performance è in programma nelle tre giornate del 22, 23 e 24 febbraio 2017 alla Galleria Santa Croce.

Attinge dal patrimonio del mito per offrire una rappresentazione originale, ironica e sorprendentemente quotidiana del repertorio classico, i "Dialoghi degli dei" in programma il 16 marzo.  Per la prima volta insieme Massimiliano Civica e I Sacchi di Sabbia, con il sostegno della Compagnia Lomabardi-Tiezzi, daranno vita ad un divertissement letterario sull'opera dello scrittore ed autore Luciano (125 d.C.), facendo sorridere con gli scontri "familiari" tra Zeus e Era, Ermes ed Apollo e i pettegolezzi tra Dioniso, Ermes e Apollo. In scena Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano e Giulia Solano.

La rassegna Snaporaz d'essai 2017 prende il via in coincidenza con l'inizio della seconda parte della stagione in corso al Teatro della Regina di Cattolica, occasione che si presta per tracciare un primissimo parziale bilancio delle attività facenti capo al teatro.  Si profila imminente la conclusione della importante tranche di lavori adeguamento e miglioramento che ha visto l'Amministrazione Comunale mettere in campo un investimento di oltre 30 mila euro. Tale intervento porta a compimento un percorso iniziato da tempo, a conferma della costante attenzione dedicata dalla città di Cattolica alla conservazione e valorizzazione del patrimonio cittadino e dei contenitori culturali di cui il Regina costituisce uno dei principali elementi. Un'attenzione che trova una importante ragion d'essere nella netta tendenza alla crescita dei dati relativi all'attività del teatro. La campagna abbonamenti, ancora in corso, al momento registra una percentuale di crescita di oltre il 15% con diverse date in sold out. All'offerta della stagione teatrale si aggiungono le tre proposte domenicali rivolte alle famiglie i cui esordi hanno registrato un sold out  ed un successivo ampio interesse, e le ulteriori 5 offerte in calendario per Snaporaz d'essai. Un'offerta che consente di utilizzare a pieno regime la struttura del Regina che nel 2016 ha totalizzato ben 173 giornate di apertura con diverse migliaia di presenze tra addetti e pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra, registrata scossa di terremoto nell'entroterra riminese

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Chiusi i seggi, la diretta elettorale delle elezioni regionali 2020

  • Scoperto dai Nas uno studio dentistico abusivo gestito da un odontotecnico

Torna su
RiminiToday è in caricamento