Conferenza su endometriosi: dalla terapia medica convenzionale all'approccio osteopatico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Da anni l’A.P.E. Onlus Associazione Progetto Endometriosi (www.apeonlus.com) - un gruppo di donne affette da endometriosi che si basa sul reciproco sostegno, conforto e aiuto -  è impegnata in un’importante campagna di sensibilizzazione sull’endometriosi, malattia cronica e dolorosa che affligge in Italia oltre 3 milioni di donne in età fertile e nel mondo circa 150 milioni.

Nell’ambito delle sue attività d’informazione e prevenzione, il Gruppo Volontarie A.P.E Onlus di Forlì – Cesena – Ravenna  organizza, per sabato 7 novembre alle 16.00,  presso il Centro Saulle in P.le Pasolini a Rimini, una conferenza pubblica dal titolo: “Endometriosi: dalla terapia medica convenzionale all’approccio osteopatico”, durante la quale si parlerà di come l’osteopatia può essere d’’aiuto nella riduzione del dolore in presenza di malattie infiammatorie come l’endometriosi.

Saranno relatori: la Dr.ssa Giovanna Rita Indorato, Dirigente Medico presso U.O. di Ginecologia e Ostetricia Ospedale Morgagni Pierantoni di Forlì, e i Dottori Osteopati: Marcello Manduchi, Lia Montalti, Nicola Tamburini, Lucia Zamagni. Presenterà l’associazione e le sue attività Annalisa Frassineti, Presidente A.P.E. Onlus.

L’incontro è gratuito, ma dato il numero limitato dei posti si prega dare conferma via e mail a: forli@apeonlus.com

A.P.E. ONLUS è un’associazione senza scopo di lucro che nasce nell’ottobre del 2005 su iniziativa di un gruppo di donne, con esperienza di endometriosi vissuta sulla propria pelle o con storie di volontariato attivo in altre realtà. Dal 6 aprile la presidente è Annalisa Frassineti, del gruppo Forlì – Cesena - Ravenna. L’obiettivo principale di A.P.E. Onlus è quello di diramare notizie e informazioni sulla malattia così diffusa, ma così poco conosciuta. Attraverso il racconto di esperienze e testimonianze si vuole porre una crescente attenzione verso una patologia di cui gli stessi specialisti sovente sottovalutano le diverse implicazioni. Creare una rete di collegamento con altre associazioni per ottenere diritti e riconoscimento da parte delle strutture pubbliche e della legislazione per campagne di sensibilizzazione tra le donne, in consultori e presso i medici di base.

Info: 329 3449704 - info@apeonlus.com, www.apeonlus.com

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento