Per “I Maestri e il Tempo” una lectio magistralis di John Lindsay Opie e Rosita Copioli

Per chi ama l’arte e vuole cogliere l’occasione di ascoltare uno dei più importanti esperti internazionali in questo campo non può perdere il quarto convegno del ciclo “I Maestri e il Tempo”, che si svolgerà venerdì, dalle 17,30 a Palazzo Buonadrata (Corso d’Augusto 62) con il titolo “L’artificio dell’eternità. Nel mondo delle icone, dall’India a Bisanzio”.

A trattare un argomento così affascinante sarà il massimo esperto d’iconografia russa del mondo accademico italiano qual è l’americano John Lindsay Opie, docente di letteratura anglo-americana, di storia dell’arte medioevale, d’iconologia in diversi atenei italiani, primo titolare di Arte bizantina all’Università di RomaTre. Del simbolismo dell’Oriente cristiano Opie ha offerto una chiave di lettura geniale e profonda, utile per leggere anche la Scuola Riminese del Trecento, in particolar modo nelle allegorie pasquali e pure la tradizione veneto-belliniana fino al “Compianto sul Cristo” di Benedetto Coda (tavola cinquecentesca acquisita dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini).

La sua figura di studioso, viaggiatore e aristocratico, è molto affascinante: americano, di origini anglo-scozzesi, accolto nella chiesa ortodossa russa, discende direttamente dal Generale Lee. Per la Fondazione, ha curato la mostra “Lo Specchio del Mistero. L’icona russa tra XVIII e XX secolo”, che fu allestita nel 2008 a Castel Sismondo. Il tema centrale di questo appuntamento saranno gli scritti sull’arte sacra indiana e bizantina del professor Lindsay Opie che, proprio l’anno scorso, sono stati raccolti nell’antologia “Nel mondo delle icone. Dall’India a Bisanzio (edz. Jaca Book) a cura di Alessandro Giovanardi, con prefazione di Bruno Toscano.

John Lindsay Opie sarà introdotto da Rosita Copioli, poetessa, saggista e scrittrice di grande finezza per la lettura dell’immaginario simbolico. La rassegna di arte e cultura “I Maestri e il Tempo” è a cura dello storico dell’arte Alessandro Giovanardi ed è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini con il patrocinio dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna e dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Alberto Marvelli” di Rimini. Durante l’incontro resterà esposta al pubblico nel Salone di Palazzo Buonadrata la tavola del Compianto sul Cristo (1513-14 ca.) di Benedetto Coda, che in seguito troverà collocazione nel Museo della Città di Rimini.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • La nuova rassegna filosofica riparte con otto parole inattuali per un mondo più desiderabile

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Alessandro Giovanardi apre il ciclo di dialoghi sull'arte, sulla moda e sulla bellezza

    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo

I più visti

  • A bordo del treno a vapore per fare tappa alla sagra delle castagne di Marradi

    • 25 ottobre 2020
  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • Il Tartufo bianco è protagonista a Sant'Agata Feltria ogni domenica di ottobre

    • Gratis
    • dal 4 al 25 ottobre 2020
  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento