La biennale del disegno di Rimini tra gli eventi di punta della regione

Siglato l’accordo tra il Comune di Rimini e il Polo Museale dell’Emilia Romagna che “promuove” la Biennale del Disegno tra gli eventi più importanti del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Mancano pochi giorni all'inaugurazione della Biennale del Disegno di Rimini, che apre sabato 23 aprile alla presenza dell'assessore regionale al Turismo Massimo Mezzetti (fino al 10 luglio) della seconda edizione della Biennale del Disegno di Rimini (www.biennaledisegnorimini.it) e il Polo Museale dell'Emilia Romagna ha deciso di puntare sulla rassegna riminese (2.000 opere in 27 mostre allestite in contemporanea, lungo un itinerario nei luoghi più belli di Rimini) quale progetto culturale da sviluppare e valorizzare.

È stato siglato un accordo di collaborazione, che avrà durata per le edizioni 2016, 2018 e 2020, tra il Comune di Rimini e il Polo Museale dell'Emilia Romagna, che prevede la messa in campo delle risorse umane e scientifiche di cui dispongono entrambe le istituzioni nell'ambito della proprie competenze, con lo scopo comune di valorizzare, rendendoli accessibili ad un pubblico più vasto, i patrimoni grafici della Regione Emilia Romagna.

"Un'innovativa operazione culturale - afferma il dottor Mario Scalini direttore del Polo Museale - volta a creare sinergie tra istituzioni diverse unite dal fine comune di promuovere il patrimonio artistico della Regione Emilia-Romagna".

"È un'opportunità preziosa per lo sviluppo della 'Biennale' - commenta l'Assessore alla Cultura del Comune di Rimini Massimo Pulini -, oggi possiamo contare su un appoggio logistico, ma soprattutto condividere contenuti e idee insieme alla massima istituzione culturale della Regione. Si tratta di una compartecipazione scientifica, dunque, che si protrarrà nei prossimi anni. L'accordo equipara la 'Biennale del Disegno' ad altri due grandi appuntamenti culturali della nostra terra, ovvero il Festival di Santarcangelo dei Teatri e il Ravenna Festival, le uniche altre due manifestazioni che attualmente possono vantare l'appoggio del Ministero".

Grazie all'accordo tra le due istituzioni, saranno esposti alla Biennale del Disegno prestiti eccellenti provenienti da gallerie e musei nazionali della Regione, come quello del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe della Pinacoteca Nazionale di Bologna, che ha prestato alla Biennale 20 opere straordinarie tra cui disegni di Guercino e Guido Reni. La collaborazione ha reso possibile anche un'operazione di restauro di un disegno molto importante di Matteo Loves (artista del Seicento vicino a Guercino) che sarà in mostra ai Musei Civici di Rimini, dal titolo "Ritratto di astronomo", restaurato dal Laboratorio degli Angeli di Bologna.

Il Polo Museale è nato nel 2015, a seguito della riforma voluta dal Ministero della Cultura, con lo scopo di gestire e sviluppare tutte le attività di valorizzazione e promozione dei musei, gallerie, pinacoteche statali e luoghi della cultura della Regione. Un'istituzione dinamica, quindi, che ha visto nella Biennale del Disegno di Rimini un'occasione per promuovere il grande patrimonio a disposizione.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento