"Il linguaggio delle passioni": è la volta della superbia

Dopo i primi tre incontri sui temi della gelosia, dell’Ira, dell’accidia e della gola, l’appuntamento di domenica alle ore 17 sarà incentrato sul tema della superbia. La psicoanalista Rosita Lappi indaga sul tema “I volti della superbia. Amor di sé oltre misura”. L’artista moderno indaga il suo mondo interiore, le trasformazioni del proprio corpo, il teatro delle tante identità in cui si riconosce e si rappresenta. Nella creazione l’Io dilata i propri confini,  l’opera d’arte diviene ampliamento della personalità, e la relazione tra l’artista e le sue opere è profonda e fusionale. La libertà espressiva dell’artista non può contemplare limiti, essendo i limiti un’amputazione della sua creatività.

La reputazione dell’artista è continuamente soggetta alla possibilità del disastro. Il talento è dunque un grande fardello da portare. Per questo la superbia teme come suo maggior nemico il bluff, la rivelazione della propria impostura. Da queste premesse la relazione traccia un percorso iconografico attraverso la Storia dell’arte, entrando nello specifico del tema dell’autoritratto, mettendo in luce come il bambino solo e sofferente si costruisca un “falso sé” forte e superbo. Rosita Lappi, psicoterapeuta e psicoanalista, ha fondato l’Associazione culturale Percorsi Estravaganti curando eventi culturali e progetti artistici. Dirige la rivista d’arte on line Aracne  (www.aracne-rivista.it).

La condivisione dell’intensa  passione per la chitarra dell’Ensemble di chitarredell’Istituto Musicale Riccione consentirà di ascoltare i giovani talenti Giacomo Beltrambini, Leonardo Casadei, Giammarco Corsi, Jacopo Di Donato, Giorgia Dianoia, Laura Gugnali, Sara Pandolfi, guidati dalla professoressa Caterina Benedetti. Il gruppo si esibirà  in un repertorio di autori della tradizione classica della chitarra, quali F. Sor, M. Giuliani, H. Villa Lobos. La chiusura della rassegna sarà festosa e gustosa: con l’acclamato fritto di Apescheria, l’originale ristorante itinerante creato su un automezzo ecologico da Matteo Pronti e Daniele Manetti per deliziare ogni situazione conviviale con le molteplici ricette di pesce tipiche della tradizione marinara adriatica, dai sardoncini marinati agli spiedini di calamari, al croccante cono di fritto.

“Passioni, conoscerle per conviverci" è un progetto del Gruppo di Ricerca Psicoanalitica di Rimini in collaborazione con l’Istituzione per la cultura del Comune di Riccione. La riflessione sulle passioni nasce dal desiderio di studiare e condividere la ricchezza del pensiero psicoanalitico quale strumento che può dialogare, interpretare e tentare di comprendere la realtà sociale. Un contributo nuovo e originale per esaminare quanto le trasformazioni sociali, la crisi etica ed economica abbiano impoverito i rapporti sociali e le inevitabili ricadute sulla mente dell’individuo. L’Istituzione Riccione per la cultura ha condiviso l’approccio teorico inserendo gli incontri in una cornice arricchita da “passioni” artistiche e gastronomiche.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • "Welcome" 36 ospiti per il mese della creatività e del design

    • dal 14 dicembre 2020 al 18 gennaio 2021
    • online
  • La nuova rassegna filosofica online si interroga sulle sfide del 21esimo secolo

    • Gratis
    • dal 15 gennaio al 12 febbraio 2021
    • canale youtube Biblioteca comunale Misano Adriatico
  • "L'era un bèus", poeti alle finestre ridanno vita ai palazzi storici

    • Gratis
    • dal 7 al 24 gennaio 2021

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • "Welcome" 36 ospiti per il mese della creatività e del design

    • dal 14 dicembre 2020 al 18 gennaio 2021
    • online
  • "Vicini al limite" in streaming il documentario che racconta San Patrignano

    • Gratis
    • 24 gennaio 2021
    • diretta streaming
  • Artisti uniti in una maxi installazione

    • dal 20 novembre 2020 al 20 gennaio 2021
    • Zamagni Galleria
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento