Un tuffo dentro alla bellezza ed al dramma del mondo: il concerto canta per il mondo

Grande concerto del coro de Il Ponte sul Mare, entrare ad offerta libera, in sostegno dei profughi cristiani perseguitati nel mondo, con la presenza del medico e scrittore Alberto Reggiori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Un concerto per il mondo. Un concerto che parte da un respiro che si apre al mondo. È l'esperienza di un'amicizia che porta questo respiro la genesi di un'iniziativa, oramai tradizionale nel panorama della vita culturale riminese.

Torna, infatti, il prossimo 14 maggio al Teatro Novelli di Rimini alle ore 21 (ingresso a offerta libera), per il terzo anno consecutivo, il concerto Canta per il mondo promosso dall'Associazione di Famiglie Onlus Il Ponte sul mare, in collaborazione con l'esperienza musicale di Amarcanto.

Il coro nasce tre anni fa, grazie all'amicizia delle famiglie de Il Ponte sul mare con i ragazzi di Open, associazione che allora affrontava il problema del disagio e dell'educazione dei giovani e che dunque esprimeva le stesse esigenze messe a tema dalle famiglie. Molto è cambiato - Open non opera più - ma sono rimaste l'amicizia ed una strada, unite ad un grande entusiasmo, suscitate dalla bellezza dei canti e di un cammino comune.

Un entusiasmo che contagia lo spettatore, chiamato ad entrare nell' "ombelico del mondo", attraverso culture diverse, che presentano tuttavia una straordinaria comune bellezza.

Quest'anno la serata si arricchisce della preziosa presenza del medico e scrittore Alberto Reggiori, protagonista di alcuni tra i progetti che saranno finanziati dalla raccolta di fondi che si terrà durante la serata.

Reggiori, ancor giovane medico, partì per l'Uganda, con la moglie e un figlio, mosso "dall'aver visto amici che erano partiti e tornando testimoniavano una vita bella, piena che volevo viver anche io". Mosso da questa insolita pienezza Reggiori è stato per ben 10 anni in Uganda, attraversando anche una guerra e momenti davvero duri. Nel frattempo sono nati altri 6 figli, alcuni in Italia ed altri in Uganda. Oggi Alberto spende buona parte delle sue ferie (circa 3 settimane l'anno) per raggiungere i progetti AVSI, attualmente in essere. Tra le mete da lui toccate, oltre all'Uganda, il Messico, Haiti, il Sud Sudan, l'Iraq. Non solo. La sua storia ha preso forma in 3 libri, editi da Itaca, in cui si spazia dalla vita di AVSI ("Dottore è finito il diesel", ed. Marietti) a drammatiche vicende famigliari ("Fatti vivo, con l'introduzione di Antonio Socci) fino alla narrazione della storia della "Ragazza che guardava il cielo" (BUR), in cui si narra di Veronica, madre bambina, poi ammalata di AIDS la cui storia si intreccia misteriosamente con quella degli italiani impegnati per AVSI.

Una serata, in sintesi che si propone l'incontro con la bellezza. La bellezza del canto, la bellezza di una vita spesa per qualcosa che va oltre le consuete sicurezze di noi tutti. Una serata in cui entrare a fare parte di questa bellezza, attraverso la propria presenza e contributo.

I progetti AVSI di questo anno portano il significativo titolo "I Profughi e noi. Tutti sulla stessa strada." È quella strada su cui gli amici del grande coro si sono incamminati e che ogni spettatore, semplicemente partecipando e coinvolgendosi con la musica e la bellezza dei canti, può far diventare sua.

AVSI è una organizzazione non governativa, impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 37 paesi del mondo, con particolare attenzione ai settori socio-educativi.

Le offerte raccolte con questa iniziativa, in particolare, hanno permesso di iniziare un'adozione a distanza per 10 ragazzi dell'Africa, in Uganda, sostenendo la retta per la frequenza di un intero anno scolastico presso la scuola secondaria superiore "Luigi Giussani High School" di Kampala, che verrà rinnovata con il concerto di questa terza edizione di "Canta per il Mondo".

https://www.dropbox.com/sh/dhilbuj7w2394oz/AAD6_jLA46TE6qrSdrEI3hgEa?dl=0

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento