"Di nuovo di tutti": taglio del nastro per l'Embassy di Rimini

Esordio di successo, confermato appieno dalle moltissime persone che domenica sono entrate all'Embassy per conoscere di persona la sua nuova formula: club, store, food

Nella foto con sindaco Andrea Gnassi al taglio del nastro, gli ideatori del progetto nuovo Embassy. Da sx Massimiliano Alvisi, Enrico Pozzi, Davide Grossi, Gianluca Barletta

"Di nuovo di tutti". Ha riaperto con questo claim una delle icone storiche dell'intrattenimento del divertimento riminese: l'Embassy Da domenica a disposizione di riminesi e turisti  dalle 11 del mattino alle 2 di notte. Domenica per la sua inaugurazione ha visto più di 2mila persone partecipare alla festa/spettacolo con cui ha avviato il nuovo capitolo della sua storia. Erano 800 gli invitati, ma l'organizzazione ha constatato come questa numero sia stato più che raddoppiato.

Oltre 2 mila ospiti, soprattutto dopo lo spettacolo di vedo mapping, che ha richiamato nella sale di uno degli edifici più belli dell'architettura Liberty della nostra Riviera, più del doppio del pubblico atteso dai gestori. E come da claim di lancio, nessuno è rimasto escluso dalla festa. Esordio di successo, confermato appieno dalle moltissime persone che domenica sono entrate all'Embassy per conoscere di persona la sua nuova formula: club, store, food.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento