Boom per la Fiera di San Michele: oltre 50mila presenze stimate nel weekend

Giovedì, infatti, in occasione della Festa del Patrono sono previste diverse iniziative: a partire dal mattino piazza Ganganelli ospita bancarelle e stand gastronomici

Sono oltre 50mila, secondo le prime stime degli organizzatori, le persone che nel weekend appena trascorso hanno raggiunto Santarcangelo in occasione della Fiera di San Michele. Fin dalla mattina di sabato, ma soprattutto per l’intera giornata di domenica con un vero e proprio boom di visitatori, migliaia di persone si sono riversate nelle vie e nelle piazze del centro, che per l’Antica Fiera degli Uccelli ospitavano i prodotti tipici e gli antichi mestieri della Valmarecchia, oltre ai caratteristici animali di Romagna e alle tante iniziative culturali per adulti e bambini dedicate al dialetto e non solo.

Per l’assessore al Turismo, Paola Donini, la nuova impostazione della prima tra le fiere autunnali di Santarcangelo, basata sulle linee guida dettate dal nuovo bando dell’Amministrazione comunale, ha dato i risultati sperati. “La Valmarecchia, con la sua storia e le sue tradizioni, è stata la vera protagonista dell’intera manifestazione - dichiara l’assessore Donini - invitando cittadini e turisti ad approfondire la conoscenza dei prodotti locali, dei mestieri ‘dimenticati’, degli animali anche rari allevati nei nostri territori, delle grotte che caratterizzano la città e che per l’occasione sono state proposte in un percorso inedito. Il fatto che circa 1.500 persone abbiano preso parte alle visite guidate a dodici ipogei pubblici e privati ci soddisfa particolarmente, perché vuol dire che la Fiera ha rappresentato l’occasione per scoprire un aspetto importante dell’identità di Santarcangelo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Allo stesso modo ci fa molto piacere sapere - conclude l’assessore Donini - che ‘L’Aia di una volta’, ‘La Fattoria romagnola’ e tutte le altre iniziative con gli animali protagonisti, hanno attirato non solo esperti del settore, ma soprattutto numerose famiglie con bambini incuriositi dai bellissimi esemplari esposti nei vari luoghi del centro, che hanno fatto diverse domande agli addetti presenti. In definitiva, riteniamo che la strada intrapresa sia quella giusta e che per le prossime edizioni dovremo continuare a lavorare in questa direzione”. Positivo anche il riscontro avuto dall’Associazione Anpana, che allo Sferisterio ha promosso la campagna “Gli animali di tutti o di nessuno?”, con l’obiettivo di informare i cittadini sui risultati della gestione delle colonie feline da parte del gruppo “Le spacciagatti di Anpana” e sui tanti cani in attesa di adozione al Canile di Fagnano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento