Martedì, 16 Luglio 2024
Eventi Santarcangelo di Romagna

Torna Santa Piada, la festa dedicata alla piadina si allarga e potrà contare su 14 stand

Le novità di quest'anno saranno il numero degli stand, saliti a ben 14 piadinerie (ognuna con 3 gusti speciali da proporre)

Dopo il successo delle passate edizioni, venerdì 28 e sabato 29 giugno, torna SantaPiada la festa dedicata alla Piadina di Santarcangelo. Durante la conferenza stampa di mercoledì, 19 giugno, Alex Bertozzi, presidente di Città Viva (organizzatrice insieme alla Pro loco) ha illustrato l'edizione 2024 di SantaPiada: un'edizione che nasce attorno a punti ben precisi: Santarcangelo, Innovazione, Tradizione e Qualità.

Le novità di quest'anno saranno il numero degli stand, saliti a ben 14 piadinerie (ognuna con 3 gusti speciali da proporre); l'animazione, che quest'anno sarà ben suddivisa nei due giorni: venerdì 28 sarà dedicata ai ritmi della discoteca di Santarcangelo Odeon e proporrà musica anni 80 e 90 in varie zone del centro; mentre sabato 29 giugno si ritornerà alla tradizione del liscio che risuonerà (accompagnato dalle scuole di ballo locali) in piazza e nelle vie del centro; infine un'illuminazione ad hoc, che riprende i disegni di Tonino Guerra, accenderà ogni angolo dei borghi della città clementina. Non mancheranno naturalmente gli intrattenimenti anche per i più piccoli con lo spettacolo dei burattini e il divertimento dei giochi in legno di una volta.

Come illustrato da Eugenio Tontini, presidente dell'associazione culturale FoCus, anche quest'anno SantaPiada avrà un'anteprima culturale presso il Met, il Museo etnografico di Santarcangelo. Infatti, nella serata di sabato 22 giugno si terrà la "Festa del Grano" con stand della piadina, musica e spettacoli per tutte le età.

"SantaPiada è una festa che vuole celebrare la qualità della Piadina di Santarcangelo" come illustrato da Alex Bertozzi e come ribadito da Massimiliano Mussoni, cuoco dello storico ristorante "La Sangiovesa", e nuova entrata fra gli stand delle piadineria di quest'anno, che incalza dicendo che, a Santarcangelo, la piadina rappresenta un ponte d'incontro ideale, e molto gustoso, fra tutte le "lavorazioni" presenti in Romagna.

A concludere la conferenza anche gli importanti interventi della rappresentante del Consorzio "Piadina Romagnola IGP" che ha voluto sottolineare la qualità del nostro prodotto/simbolo della Romagna e di come "SantaPiada" rispetti in pieno questi valori; qualità dei prodotti che è anche alla base dell'intervento vice direttore di Coldiretti Giorgio Ricci che ha trovato in "SantaPiada" un ottimo veicolo per esaltare, e far apprezzare, i frutti della bella terra di Romagna.

Al termine della conferenza non poteva che mancare l'invito a riempire piazze e vie, venerdì 28 e sabato 29 giugno, per la quinta edizione di quello che ormai è un appuntamento fisse o imperdibile di Santarcangelo: "SantaPiada".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna Santa Piada, la festa dedicata alla piadina si allarga e potrà contare su 14 stand
RiminiToday è in caricamento