Giorno della Memoria, anche Bellaria ricorda la Shoah

on l’obiettivo di rinnovare il ricordo di quanto avvenuto, a beneficio soprattutto delle giovani generazioni, l’amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina ha organizzato, nelle giornate di sabato e lunedì, una serie di visite guidate riservate ai ragazzi delle scuole

Si celebrerà lunedì, per il quindicesimo anno nel nostro Paese, il Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale indetta dalle Nazioni Unite in commemorazione delle vittime dell'Olocausto: come da tradizione, anche Bellaria Igea Marina si unirà alle celebrazioni, per non dimenticare la persecuzione e lo sterminio di cui il popolo ebraico è stato vittima. Con l’obiettivo di rinnovare il ricordo di quanto avvenuto, a beneficio soprattutto delle giovani generazioni, l’amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina ha organizzato, nelle giornate di sabato e lunedì, una serie di visite guidate riservate ai ragazzi delle scuole, alla mostra permanente “Giusti tra le Nazioni”, allestita nello spazio espositivo della Scuola Media Panzini.

“Giusti tra le Nazioni” ruota attorno all’avventura degli eroi che, con il supporto del resto della comunità bellariese, riuscirono a mettere in salvo un gruppo di ebrei scampato al campo di deportamento di Zagabria, e giunto a Bellaria Igea Marina nel settembre del ’43. Si tratta del maresciallo Osman Oscar Carugno, dell'albergatore Ezio Giorgetti, del farmacista Giuseppe Olivi e dell'albergatore Alfonso Cino Petrucci, che diedero ai fuggitivi l’ospitalità e le carte d'identità falsificate indispensabili alla loro salvezza.

La mostra permanente è il luogo più significativamente collegato al mantenimento della memoria di quei drammatici giorni: un ricordo che l’Amministrazione Comunale ha in questi anni consolidato e rinnovato, intitolando ai protagonisti di quelle gesta eroiche anche altri spazi e luoghi di interesse cittadini. Ultima in ordine di tempo, l’intitolazione la scorsa estate di una piazzetta del Parco del Gelso al Maresciallo Osman Carugno, adiacente a quella già intitolata dall’Amministrazione ad Ezio Giorgetti: entrambi – l’uno nel 1985, l’altro nel 1964 - insigniti dallo Yad Vashem, l’Istituto per la memoria della Shoah dello Stato di Israele, del titolo di “Giusto tra le Nazioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Nel giorno delle celebrazioni – quel 27 gennaio in cui, settant’anni fa, le truppe sovietiche aprirono i cancelli di Auschwitz rivelandone al mondo l’orrore – l’amministrazione comunale invita inoltre la cittadinanza alla proiezione gratuita, alle ore 9.30 al Teatro Astra, del film “Concorrenza Sleale” di Ettore Scola, ambientato nella Milano al tempo delle leggi razziali: alla proiezione saranno presenti anche le classi terze delle Scuole Medie di Bellaria Igea Marina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento