Letture con gli anziani, al via "Scambiamoci una storia: merenda tra le pagine"

“Un progetto - è il commento di Gloria Lisi, vicesindaco con delega alla protezione sociale - che nasce da un'idea semplice, ma di grande importanza e valore sociale, quella di condividere e scambiarsi storie"

Le storie, quelle narrate nei libri dei grandi scrittori, incontrano altre storie, quelle vissute dai più anziani: è questo lo scopo e la suggestione del progetto “scambiamoci una storia – merenda tra le pagine”, a cura dei lettori volontari del Centro per le famiglie del Comune di Rimini. Tra il Centro per le famiglie di Rimini, e le sue stanze dedicate ai più piccoli in piazzetta dei Servi 1, e gli alloggi per gli anziani con Servizi dell'Asp Casa Valloni, c'è solo una rampa di scale; è questo il brevissimo tragitto che si è voluto percorre per fare incontrare i lettori volontari del Centro per le famiglie agli anziani residenti del primo piano della stessa struttura che ospita anche la sede del Centro. Uno scambio intergenerazionale in cui i lettori proporranno libri e letture, ma sicuramente riceveranno storie di vita da chi ha più esperienza.  Ieri si è svolto il primo di questi incontri, realizzati all'interno del progetto “Scambiamoci una storia – merenda tra le  pagine”, che si ripeterà con cadenza settimanale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un progetto - è il commento di Gloria Lisi, vicesindaco con delega alla protezione sociale - che nasce da un'idea semplice, ma di grande importanza e valore sociale, quella di condividere e scambiarsi storie. I lettori portano quelle dei libri, dei racconti che leggono, gli anziani quelle della loro vita lunga e ricca e di esperenze. Ai lettori volontari coinvolti va tutto il mio ringraziamento personale perchè generosamente offrono il loro tempo alla comunità riminese, raddoppiando il loro impegno tradizionalmente offerto ai più piccoli (in biblioteca o presso l’Ospedale Infermi nei reparti di Pediatria e Oncologia Pediatrica) anche agli anziani. Un piccolo ma grande segnale di civismo e di attenzione agli altri che arricchisce la qualità di vita della nostra comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento