Notti al pianoforte, tra maestri e giovani promesse

  • Dove
    Sedi varie
    Indirizzo non disponibile
    Misano Adriatico
  • Quando
    Dal 29/07/2018 al 02/11/2018
    21:15
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Dal 29 luglio al 9 agosto, con un appendice autunnale il 2 novembre, la musica torna ad essere protagonista con il Misano Piano Festival, che da un quarto di secolo porta in Riviera i pianisti affermati e le giovani “promesse”. Un programma di concerti che spazia da J.S. Bach al repertorio contemporaneo, eseguiti in varie sedi, dalla Chiesa dei SS. Biagio ed Erasmo di Misano Monte, il Cortile del Castello di Gradara, il Santuario di Valliano a Montescudo.

Domenica 29 luglio l'inaugurazione spetta al pianista Roberto Cappello, acclamato interprete e virtuoso della tastiera, molto noto al pubblico del Festival. Il programma sarà imperniato su due monumentali opere del Romanticismo: la Sonata postuma in si bemolle D 960 di Franz Schubert, scritta dal maestro viennese pochi mesi prima di congedarsi dal mondo e la grande Fantasia op. 17 di Robert Schumann. Roberto Cappello, vincitore nel 1976 del prestigioso Premio “F. Busoni” di Bolzano, è stato acclamato nelle sale di tutto il mondo sia in veste di solista che con l'Orchestra. Il concerto, come da tradizione, si terrà nella Chiesa dei SS. Biagio ed Erasmo di Misano Monte con inizio alle ore 21.15.
Mercoledì 2 agosto la serata sarà dedicata ai Concerti per pianoforte e orchestra ed i protagonisti saranno i migliori pianisti dei Corsi di perfezionamento tenutisi in collaborazione con l'Istituto di Alta Formazione Musicale “G. Lettimi” di Rimini. I giovani eseguiranno al pianoforte alcuni dei grandi Concerti per pianoforte e orchestra da Mozart a Mendelssohn, grazie alla partecipazione straordinaria del loro docente, Roberto Cappello, che al secondo pianoforte ricoprirà il ruolo dell'orchestra.
Giovedì 3 agosto la manifestazione si terrà nel cortile del Castello di Gradara che verrà aperto eccezionalmente la sera, proprio per il pubblico del Festival. Nel cuore della Rocca di Paolo e Francesca, spazio privilegiato di Bellezza dall'acustica perfetta, saranno ancora interpreti della serata giovani talenti che eseguiranno grandi Concerti romantici per Pianoforte, da Beethoven a Racmaninoff. Ancora una volta sranno due i pianoforti, a dialogare e a trascinare gli ascoltatori nell'immaginario di un grande palcoscenico di Teatro.
Sabato 4 agosto il pubblico si sposterà in un'altra sede suggestiva, il Santuario di Valliano, a Montescudo. In questa antica chiesa, raccolta al centro della vallata che scende dalle colline verso il mare, si terrà il concerto del pianista Pier Narciso Masi, in collaborazione con il Comune di Montescudo per Il Borgo della Musica e delle Arti e l'Associazione Rimini Classica. Il maestro, senese di origine, è stato docente di Accademie di Alto perfezionamento in Italia, Europa,  USA e Giappone e direttore del Conservatorio di Firenze. Ospite dei più importanti Festival in Italia e nel mondo, è stato da sempre apprezzato come musicista a tutto campo, esplorando ogni aspetto del pianoforte, dalla musica da camera, di cui è considerato oggi uno dei più “grandi interpreti”, all'attività solistica, prediligento i compositori classici. Il programma si aprirà con quattro luminose sonate di Scarlatti a cui seguirà un altro capolavoro di Franz Schubert, con la Sonata in La maggiore D 664; a seguire altri gioielli del repertorio romantico, da Papillons di Robert Schumann  alle Rapsodie op. 79 di J. Brahms, per concludersi con la vitalità del Rondò Capriccioso op. 14 di F. Mendelssohn.
L'appuntamento di mercoledì 8 agosto, Armonie della sera (dal nome dello Studio trascentale n. 11 di F. Liszt),  sposterà ancora il pubblico della Schubertiade nello spazio aperto e raffinato del Mulino, a Misano Adriatico. Il giovane Alessandro Tosi continuerà a far rivivere emozioni ad occhi chiusi, invitando il pubblico intorno al Pianoforte per ascoltare capolavori immortali da L.v. Beethoven (Sonata op. 109) a F. Chopin (Sonata op. 54 n. 3). Il pubblico si siederà intorno al pianoforte nella Sala dei ricevimenti e verrà preceduto da degustazioni a cura  del ristorante “Il Mulino” di Misano A. (ingresso a pagamento, su prenotazione al n. 0541-618424)
Il cuore umano e il canto del sublime giovedì 9 agosto riporterà il pubblico nello spazio della Chiesa di Misano Monte con  la voce di Gladys Rossi intrecciata a quella del pianoforte di Davide Cavalli. Gladys Rossi è un soprano di fama internazionale che si è esibita nei teatri di tutto il mondo nei principali ruoli (Violetta, Gilda, Regina della notte, Carmen..) anche al fianco di Placido Dominco e Josè Carreras. Con Davide Cavalli, altro professionista del Pianoforte, pluripremiato collaboratore del Teatro d'Opera e collaboratore stabile, fra gli altri, di maestri come Riccardo Muti, Patrik Fournillier, Pietro Borgonovo ecc., interpreterà arie di W.A. Mozart, F. Liszt, G. Verdi, G. Puccini. Insieme a queste musiche il racconto del prof. Paolo Piantieri, intorno al Melodramma, chiuderà l'estate del Festival e rimanderà all'autunno con un appuntamento d'eccezione, il 2 novembre, realizzato grazie alla collaborazione con la Biblioteca Comunale.


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Filippo Malatesta presenta online il suo album "Biutifullove"

    • 2 dicembre 2020
    • online

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento