Il ministro Franceschini al taglio del nastro del Montefeltro Film School Festival

. "Questo festival - ha dichiarato Franceschini - offre un'occasione importante a tanti giovani talentuosi che sognano di fare strada nel mondo del cinema

Una scuola di cinema per giovani talenti, da creare e far crescere a Pennabilli: è questa l'ambizione e il progetto del Montefeltro Film School Festival che ha aperto i battenti mercoledì proprio nella città di Tonino Guerra. Presente al taglio del nastro anche il ministro dei beni culturali Dario Franceschini, che ha applaudito all'iniziativa di dedicare una kermesse cinematografica alle scuole di cinema, primo caso assoluto in Italia e a livello internazionale.

Il Montefeltro film school festival fino a domenica ospiterà infatti centinaia di studenti provenienti da tutto il mondo che presenteranno lavori inediti e parteciperanno a masterclass con massimi esperti del settore, registi e attori del panorama internazionale. Tutto sotto il segno dei grandi nomi del cinema italiano che nel passato hanno fatto tappa in questa terra. "Questo festival - ha dichiarato Franceschini - offre un'occasione importante a tanti giovani talentuosi che sognano di fare strada nel mondo del cinema. La scelta di uno scenario meraviglioso come quello di Pennabilli è un giusto e dovuto omaggio a quel grande poeta e sceneggiatore che era Tonino Guerra".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obiettivo principale dell'iniziativa, la cui direzione artistica è del regista Maurizio Zaccaro, già insignito del David di Donatello, è far si che questo prezioso patrimonio culturale si concretizzi offrendo a tanti giovani aspiranti registi una grande opportunità formativa nel cuore del Montefeltro. "Il nostro sogno - ha spiegato Roberto Valducci, patron del festival - è quello di dar vita ad una vera scuola di cinema proprio qui, in questa terra. Un regalo al mio grande amico Tonino e a tanti esordienti che hanno scelto di intraprendere questa tortuosa e affascinante strada". La manifestazione è carattizzata da un ricco calendario di proiezioni che da oggi fino a domenica 2 agosto animeranno le giornate del festival. Nella giornata odierna sono stati presentati i primi film in concorso: lavori made in Germania, Stati Uniti, Israele. In serata, a chiusura di questa apertura, l'evento speciale curato ed interpretato dal noto attore Giuseppe Battiston, "Orson Welles' roast".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento