A Rimini la prima edizione della 'Biennale del disegno' 2014

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 12/04/2014 al 08/06/2014
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Sito web
    biennaledisegnorimini.it

E' stata inaugurata il 12 aprile dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, la prima edizione della Biennale del Disegno di Rimini (www.biennaledisegnorimini.it), assieme al sindaco di Rimini Andrea Gnassi, all’assessore alla cultura del Comune di Rimini Massimo Pulini e al Soprintendente ai beni culturali e artistici di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, Prof. Luigi Ficacci. Aperte ben ventitrè mostre in contemporanea (tutte ad ingresso gratuito, ad eccezione di quelle a Castel Sismondo) che fino all’8 giugno daranno vita ad un percorso di straordinaria intensità.

Biennale del Disegno: le mostre

Dal 12 aprile all’8 giugno, ben 1.000 i disegni esposti: Si parte da “Krobylos. Un groviglio di segni” a Castel Sismondo, con opere di Correggio, Parmigianino, Taddeo Zuccari, Beccafumi, Barocci, Tintoretto, Guercino provenienti dal Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze, la più famosa e prestigiosa raccolta di disegni al mondo, a confronto con gli artisti moderni e contemporanei: William Kentridge, Keith Haring, Kiki Smith, Vedova, Depero, Fontana, Capogrossi, Boetti e molti altri. Il Museo della Città conterrà altri sette eventi espositivi, al centro dei quali il Libro dei Sogni di Federico Fellini, uno straordinario volume che il regista realizzò disegnando incessantemente i suoi sogni dagli anni Sessanta fino alla fine. Accanto al “Maestro” la città ha voluto dare il proprio contributo ad un altro riminese, con la mostra: “Una retrospettiva” dedicata allo scultore Elio Morri. In mostra anche i Disegni antichi della Collezione Ridolfi, trenta opere dal XVI al XIX secolo nel progetto “Aria, vuoto e assenza”. Opere antiche che strizzano l’occhio a “Un ospite inedito”, uno straordinario disegno di Marcello Dudovich proveniente dalla collezione faentina di Dionigi Zauli Naldi. Le mostre proseguono poi con il nuovo allestimento della collezione Renè Gruau che ricolloca bozzetti e opere di questo celebre illustratore del disegno di moda, stilista di Dior. E ancora un insieme di manoscritti autografi costituiscono un denso ed inedito diario di Filippo de Pisis, con la mostra “Lettere ai margini”, fino all’esposizione dal titolo “Il disegno in archeologia” che racconta Il disegno archeologico che nel tempo diviene rilievo. Infine il Cantiere Disegno con 41 artisti contemporanei. Nell’affascinante Rocca di Castel Sismondo invece sono state allestite quattro grandi mostre: quella di disegni dell’architetto Adolfo Coppedè, il “Gaudì italiano” della borghesia romana, vicino all’esposizione “Il giro intorno al mondo” delle opere straordinarie di Antonio Basoli, raffinato disegnatore dell’Ottocento che produsse nella sua vita undicimila disegni, un caso unico nell’arte italiana dell’Ottocento. Il progetto Sogni e avventure di Hugo Pratt si concentra sui personaggi cari all’artista, come Corto Maltese. Infine il “concettualismo inquieto” di Maurizio Osti nella mostra dal titolo: “Tra invenzione ed evocazione”. Alla FAR Fabbrica Arte Rimini la mostra di Gianluigi Toccafondo, pluripremiato videomaker, con accanto una cinquantina di opere originali di Domenico Baccarini. Negli spazi di Palazzo Gambalunga, ecco la mostra di Nicoletta Ceccoli, artista nata dal cinema d’animazione e oggi di acclamata fama internazionale, mentre nella sala della Biblioteca la mostra “Dear daddy-long-legs” del grafic designer Leonardo Sonnoli. Infine all’Istituto musicale Lettimi la mostra “Disegni per studio azzurro” di Paolo Rosa.

Per la prima volta i Musei di Rimini saranno aperti di sera, rendendo ancora più accessibili i suoi contenitori culturali più importanti: il Museo della Città e Castel Sismondo, che proprio a partire da sabato 12 aprile aprono le porte dal martedì al venerdì dalle 16 alle 22,30 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 23.

La Biennale a Longiano e Santarcangelo

Se Rimini dal 12 aprile si trasforma nella capitale del Disegno, l’entroterra riminese rivela la propria identità con l’apertura al pubblico di cinque mostre collaterali, un’occasione unica per scoprire dei veri e propri gioielli del territorio. Nell’antico borgo di Longiano la Fondazione Tito Balestra propone una selezione corposa di opere nel Castello Malatestiano e nell’Ex Chiesa Madonna di Loreto. La mostra dal titolo: “Quasi un secolo di «disegno» nelle collezioni della Fondazione Tito Balestra” espone da Assadour a Pirro Cuniberti, da Filippo de Pisis a Ilario Fioravanti, fino a Renato Guttuso, Tom Lyons e Mino Maccari, Giò Pomodoro, Mario Sironi, ecc.

A Santarcangelo, nelle Rocche Malatestiane, una mostra è dedicata a Marco Smacchia, grafico del Festival di Santarcangelo dal 2009. Inoltre al Musas museo storico archeologico, sono allestite le mostre “Ricostruire il mondo”, che espone l'opera di 15 artisti mentre ne “La scrittura disegnata” si possono vedere i quaderni di artisti e scrittori contemporanei, tra disegno, parola e invenzione quotidiana. A Cesena, nella splendida cornice della Biblioteca Malatestiana, da non perdere la Mostra permanente di corali miniati. Infine al Museo degli Sguardi di Covignano il progetto “Alluna” mostra le Tavole coraniche in lingua Hausa.

ORARI - La Direzione dei Musei della Città comunica che in relazione alla prima Biennale del disegno Rimini (12 aprile - 8 giugno 2014), il Museo della Città e la Domus del Chirurgo osserveranno i seguenti orari di apertura al pubblico:

12 APRILE - 8 GIUGNO
da martedì a venerdì 16.00-22.30
sabato domenica, prefestivi e festivi 10.00-23.00
chiuso lunedì non festivi

Si precisa che per i gruppi scolastici i Musei sono visitabili, su prenotazione, anche in giornate e orari diversi da quelli indicati. Fino all’8 giugno il Museo degli Sguardi conserva l’orario già in vigore: mercoledì e sabato 8.30-13.00; domenica e festivi 15.30-18.30. Negli altri giorni il Museo degli Sguardi può essere visitato su richiesta telefonando (tel.0541.704421-26 in orario d'ufficio dal lunedì al venerdì)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • "Vicini al limite" in streaming il documentario che racconta San Patrignano

    • Gratis
    • 24 gennaio 2021
    • diretta streaming
  • In mostra la collezione di burattini e vestitini del Museo Etnografico

    • dal 7 novembre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Biblioteca Baldini
  • La nuova rassegna filosofica online si interroga sulle sfide del 21esimo secolo

    • Gratis
    • dal 15 gennaio al 12 febbraio 2021
    • canale youtube Biblioteca comunale Misano Adriatico
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento