Al Museo della Città la mostra "Lascia che avvenga la sovversione" di Antonio Violetta

  • Dove
    Museo della Città
    Via Luigi Tonini, 1
  • Quando
    Dal 13/12/2014 al 22/02/2015
    da mercoledì a sabato 8.30-13/16-19 domenica e festivi 10-12.30/15-19 - lunedì non festivi chiuso
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Il Museo della Città nella sala Manica Lunga ospiterà dal 13 dicembre al 22 febbraio la mostra dell’artista Antonio Violetta dal titolo 'Lascia che avvenga la sovversione'. Verrà esposta la produzione plastica dell’ultimo periodo, il suo nuovo racconto tridimensionale ideato sull’onda di suggestioni poetiche e letterarie che si snoda tra le pieghe e le intuizioni di una materia manipolata con rinnovata energia e sensibilità. Trascrizione di variabili all’interno della disciplina scultorea, riflessione sulla forma originaria e la sua traduzione con approdi alla figura e ad un immaginario onirico e poetico, la mostra riflette i nuovi raggiungimenti di Violetta e il suo perseguire una diversa veridicità delle forme e la profondità del potere della natura. Le carte esposte raccolte sotto il titolo Inversi si accompagnano al percorso scultoreo.

Il titolo della mostra allude e cita un brano del poeta Domenico Brancale che sarà presente sabato 21 febbraio 2015 con una lettura antologica per il finissage della mostra. Scrive nell’introduzione al catalogo Massimo Pulini rammentando i percorsi praticati sin dagli anni ’70 e ’80 e le vie successive della ricerca scultorea dell’artista: “Da qualche anno per Antonio Violetta quelle strade, parallele e contrarie, hanno trovato un innesto fruttifero e anche questo costituisce un'ulteriore svolta. Corpo e materia fanno reciproco terreno alla recente ricerca dell'artista. Le dita che modellano le forme muovono sui fianchi della figura come fossero sulla sabbia umida, in riva al mare. I solchi di aratro morbido che dissodano la carne umana segnano un'orografia tellurica, fatta di calanchi e fenditure, che sanciscono una inscindibile relazione tra geografia e biologia. La creta è sintesi simbolica dei quattro elementi cosmici, è terra e acqua insieme, ma evoca anche il soffio creativo della vita, così come l'energia del fuoco, che la fortifica e trasmuta. Sostanza e simbolo convergono allora, come le vie di Violetta, in uno stile che distilla lo spirito e la fisicità, il dubbio e la fermezza.”

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città

I più visti

  • A bordo del treno a vapore per fare tappa alla sagra delle castagne di Marradi

    • 25 ottobre 2020
  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • Il Tartufo bianco è protagonista a Sant'Agata Feltria ogni domenica di ottobre

    • Gratis
    • dal 4 al 25 ottobre 2020
  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento