"Fuga dal pensiero unico", se ne parla al Museo della Città

"Fuga dal pensiero unico. Quali alternative possibili all'attuale Immaginario dominante?". E' l'argomento che sarà trattato domenica alle 16 al Museo della Città "Luigi Tonini" nella sala degli Arazzi. L’iniziativa culturale, organizzata e promossa dalla “Convenzione degli Indocili”, dalle associazioni “Dispaccio Filosofico” e “Identità Europea” e da “Il Cerchio Editore”, vedrà la partecipazione del saggista Antonello Cresti, del filosofo Loris Falconi, del presidente di Identità Europea Adolfo Morganti, dello storico Paolo Sensini e del sociologo Stefano Sissa. Tutti gli interventi verteranno sulla diagnosi critica dell’attuale sistema neo-liberista tecno-finanziario globale e su possibili nuovi orizzonti di senso verso i quali dirigersi per cominciare a costruire alternative concrete all’abitare comune dell’essere umano nel mondo. Ampio spazio sarà riservato al dibattito con il pubblico presente.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • A bordo del treno a vapore per fare tappa alla sagra delle castagne di Marradi

    • 25 ottobre 2020
  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • Il Tartufo bianco è protagonista a Sant'Agata Feltria ogni domenica di ottobre

    • Gratis
    • dal 4 al 25 ottobre 2020
  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento