"Non chiamatelo raptus" vignette in mostra contro sessismo, violenza e discriminazione di genere

Dal 5 al 15 marzo a Santarcangelo è possibile vedere nelle vetrine dei negozi del centro storico la mostra "Non chiamatelo raptus", vignette di Anarkikka che affrontano il tema della violenza sulle donne e del linguaggio dei media nella narrazione della violenza. L’iniziativa promossa dalle associazioni Rompi il silenzio ONLUS, Citta viva Santarcangelo e il comitato Ven èulta – con il patrocinio del Comune di Santarcangelo e il supporto di diverse società sportive- ha l’obiettivo di trasmettere il messaggio che una donna vittima di violenza che decide di reagire non è sola. 
La violenza contro le donne non può essere associata a un raptus, a un attimo di aberrazione o di follia: come dimostra l'esperienza quotidiana di chi la subisce, è un vero e proprio comportamento criminale, perpetuato nel tempo e che troppo spesso culmina con un femminicidio. La mostra sarà allestita nelle vetrine dei negozi del centro storico dal 5 al 15 marzo e sarà fruibile online sulle pagine Facebook di Ven èulta, Rompi il silenzio, Città viva e Comune di Santarcangelo per chi a causa delle limitazioni non potrà visitarla personalmente.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Album di Bellaria Igea Marina" in diretta streaming i risultati dei primi 3 mesi di attività

    • Gratis
    • 13 aprile 2021
    • diretta online pagina facebook Comune di Bellaria Igea Marina
  • Studenti a lezione di cinema con Gianni Canova

    • dal 15 marzo al 14 aprile 2021
  • MystFest 2021, online il nuovo bando di concorso che vedrà in giuria anche lo scrittore Massimo Carlotto

    • dal 15 marzo al 17 maggio 2021
  • Annalisa Minetti e Luisa Corna insieme a Rivabella con il "Groove Morning"

    • 27 aprile 2021
    • Mami Bistrot di Rivabella
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento