Dalla Riviera all’entroterra: la Romagna celebra la "Notte del Liscio"

La sera di sabato 23 luglio, Bregovic – maestro nel mescolare folk ed elettronica, ritmi sfrenati e temi sacri, e celebre per aver realizzato le colonne sonore dei film del regista di culto Emir Kusturica- suonerà sul palco allestito a Rimini

Sabato 23 luglio la Romagna, dalla Riviera all’entroterra, rende omaggio a uno dei suoi elementi più identitari e inconfondibili, il ballo liscio, con un ospite d’eccezione, maestro di contaminazioni tra stili, il musicista serbo Goran Bregovic. E’ la “Notte del Liscio”, evento corale promosso dalla Regione Emilia Romagna, che vedrà tutti i comuni della Riviera Romagnola (Comacchio, Ravenna, Cervia-Milano Marittima, Cesenatico, Gatteo Mare, San Mauro Mare, Bellaria Igea Marina, Rimini, Riccione, Misano Adriatico, Cattolica) risuonare all’unisono, assieme a quelli dell’entroterra, delle note di walzer, polke e mazurke eseguite dalle più famose orchestre tradizionali -ma anche da giovani band con le loro contaminazioni e reinterpretazioni in chiave contemporanea- con le spiagge e le piazze animate, per tutta la giornata, da ballerini professionisti e semplici appassionati di tutte le età. Tantissimi gli appuntamenti nel programma dell’iniziativa, tuttora in via di definizione, che si sta arricchendo di giorno in giorno di eventi che coinvolgeranno la Romagna dalle colline al mare.

La sera di sabato 23 luglio, Bregovic – maestro nel mescolare folk ed elettronica, ritmi sfrenati e temi sacri, e celebre per aver realizzato le colonne sonore dei film del regista di culto Emir Kusturica- suonerà sul palco allestito a Rimini, regalando al pubblico la sua personale reinterpretazione di una carrellata di sei brani di liscio, che culminerà in una “Romagna Mia” eseguita assieme all’Orchestra Mirko Casadei e all’Orchestra di Moreno Il Biondo & Extraliscio, con ospiti il cantautore Cisco e Mirco Mariani.

«Da sempre sono affascinato dalle contaminazioni musicali –dichiara Bregovic- quelle presenti nelle mia musica, soprattutto. La musica infatti è il primo linguaggio, ha un valore universale e arriva dove la lingua, la dialettica e la politica non arrivano. La musica tradizionale poi ha valori universali, perché è passata attraverso il grande filtro del tempo mantenendone la pura essenza. Mi piace quindi pensare ad una Musica senza frontiere in cui la mia Orchestra incontrerà le  più importanti e rappresentative Orchestre di liscio della Romagna. Anche in questa occasione le due rive dell’Adriatico si “mescoleranno” per dare vita ad una grande festa, allegra e coinvolgente. Il mare che ci separa, l’Adriatico, è sempre stato anche un mare che ci unisce».

«Con questa iniziativa –sottolinea Andrea Corsini, Assessore Regionale al turismo- vogliamo celebrare uno dei nostri elementi più identitari e inconfondibili, il ballo liscio, non in chiave nostalgica, ma con uno sguardo al contemporaneo, come testimoniano la presenza di un musicista del calibro di Goran Bregovic e di artisti quali Frankie hi-nrg, Khorakhané, Massimo Bubola, solo per citarne alcuni, a fianco delle più famose orchestre tradizionali. Non solo, con la Notte del Liscio renderemo omaggio anche ad un altro tratto distintivo della Romagna e della sua gente, la passione e la seduzione del ballo di coppia, come espressione della nostra voglia di stare insieme e vivere la musica in maniera bella, positiva, senza eccessi, in una grande abbraccio musicale, che unirà per un intero weekend tutta la Romagna coinvolgendo turisti e residenti di tutte le età».

In occasione dell’evento, è stato anche lanciato il Concorso Romagna Mia 2.0, rivolto a tutti gli artisti “under 35” (band, cantautori, cantanti, rapper, musicisti e artisti di ogni genere e stile) per reinterpretare i brani storici della tradizione della Terra di Romagna (info e brani, entro il 10 giugno, alla mail mei@materialimusicali.it).

Notte del Liscio: le prime anticipazioni - La contagiosa atmosfera del liscio si diffonderà in Romagna già dai giorni precedenti il 23 luglio. Mercoledì 20 luglio, dalle 21, Savignano sul Rubicone ospiterà un incontro sulla storia del liscio che vedrà protagonisti Riccarda e Raoul Casadei, (rispettivamente figlia e nipote di Secondo Casadei, incontrastato maestro del liscio ed autore di Romagna Mia) assieme ad esponenti del mondo delle cultura e del giornalismo, mentre a Ravenna, in Piazza del Popolo (ore 21) omaggio a Secondo Casadei. Giovedì 21 luglio si entra nel vivo a Cervia, con l’Orchestra Mirko Casadei (figlio del re del liscio, Raoul Casadei, da 16 anni alla guida della famosa Orchestra Casadei) che darà vita ad una serata unica assieme al rapper Frankie hi-nrg, al cantautore Massimo Bubola, ai gruppi Ridillo e Khorakhané e tanti altri. Sul palco cervese salirà anche Raoul Casadei, che dopo 36 anni crea il “Casadei Social Club”, la storica reunion dell’Orchestra Spettacolo che vedrà suonare di nuovo insieme i suoi musicisti degli anni 70. Deus ex machina della serata, presentata da Carolina Casadei, sarà Gabriele Pellegrini, in arte Dado, celebre volto di Zelig.

Venerdì 22 appuntamento a Gatteo Mare, con le coinvolgenti note dell’Orchestra Moreno Il Biondo (44 anni di carriera nel liscio, titolare di una sua orchestra già a vent’anni) che ospiterà sul palco, tra gli altri, Lo Stato Sociale, l’orchestra Extraliscio (formazione futuristica che rivisita in chiave contemporanea il folk romagnolo trasformandolo in “punk da balera”), il polistrumentista Pio Spiriti (celebri le sue collaborazioni con Cocciante, Ennio Morricone, Renato Zero, Laura Pausini e tanti altri), e il chitarrista Luca Allevi, con la sua originale versione per chitarra di Romagna Mia. Sempre venerdì liscio dal vivo protagonista anche in Piazza della Repubblica a Misano Adriatico, con “Misano Balla”.  

Sabato 23 suggestivo appuntamento all’alba sulla spiaggia libera di Bellaria Igea Marina, con le note dell’orchestra acustica unica formata da Mirko Casadei e Moreno Il Biondo, mentre alle 17 sarà Cesenatico a risuonare dell’incontro di note tra un’orchestra tradizionale di liscio e alcune formazioni giovanili e, dalle 18, gli stabilimenti balneari della costa diffonderanno le dolci note di Romagna Mia e altre celebri canzoni, un allegro invito per i bagnanti a fare un giro di ballo sulla sabbia.

Alle 21 sui palchi da Comacchio a Cattolica, e in diversi comuni romagnoli, dalle colline al mare, si esibiranno gruppi tradizionali e formazioni contemporanee, con le scuole di ballo a riempire le piste. Come l’evento conclusivo che si terrà a Cesena, domenica 24 luglio, con una grande kermesse dedicata al ballo liscio e alla musica tradizionale romagnola, con la partecipazione di scuole di ballo provenienti da tutta Italia, grazie alla collaborazione dell’Ente Tutela Folklore e Tradizioni di Romagna.

Le origini del Liscio in Romagna

Il folklore in Romagna ha inizio con Carlo Brighi, detto “Zaclèn” (anatroccolo, per la sua passione per la caccia alle anatre) che per cinquant’anni dall’inizio del ‘900 viaggiò con la sua orchestra per tutta la Romagna, suonando la musica da ballo nel suo salone di legno che innalzava, all’arrivar della sera, sulle aie, sui campi, nelle piazze dei paesi. La sua orchestra era formata da tre violini, un clarinetto in do e un contrabbasso. Tra gli indubbi meriti di Brighi c’è proprio quello di aver accelerato i tempi tramite il clarinetto, che ancora oggi ha nel liscio un ruolo predominante.

Fu il direttore artistico dell’etichetta discografica La Voce del Padrone a suggerire, nel 1954, il titolo, e Secondo Casadei, che inizialmente l’aveva intitolata “Casetta Mia”, non se lo fece ripetere due volte: viene incisa a Milano “Romagna Mia”. Sono passati più di 60 anni da allora e Romagna Mia è divenuta a pieno titolo la canzone più ballata nelle balere di tutta Italia, l’inno dei Romagnoli per antonomasia, facendo di Casadei lo “Strauss della Romagna”. Tante le curiosità legate alla canzone, di cui dal 1954 sono stati venduti oltre 6 milioni di dischi e che è stata intepretata da artisti di ogni genere, da Claudio Villa a Gloria Gaynor, dai Deep Purple allo stesso Goran Bregovic (che l’ha intepretata, in versione gitana, in coppia con Samuele Bersani al Festival di Sanremo del 2012).

Tra tutti gli aneddoti, spicca quello secondo il quale anche Papa Giovanni Paolo II aveva una grande simpatia per questa canzone e non solo si univa al coro dei gruppi romagnoli alle udienze in San Pietro, ma, come aveva dichiarato in alcune sue interviste sui giornali, la “canticchiava” anche da solo nei momenti meno impegnativi. Nel 1971, quando Secondo Casadei scompare, lascia l’Orchestra Casadei al nipote Raoul, che già da diversi anni suonava e collaborava con lui. Nel 1973 Raoul Casadei scala le classifiche con la sua “Ciao Mare” e inventa la parola “Liscio” entrata poi nel vocabolario italiano. Col successo di Ciao Mare scoppia in Italia la febbre del liscio: oltre 350 spettacoli all’anno, milioni di chilometri in tutta Italia e tanti successi: oltre a Ciao Mare, La Mazurka di Periferia, Romagna e sangiovese, Simpatia, Romagna Capitale e tante altre che sono diventate colonna sonora delle vacanze in Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento