Appuntamento con gli Incontri del Mediterraneo e la Giornata mondiale dell'acqua

A Riccione la 15esima edizione degli Incontri del Mediterrano a Riccione dal 23 al 25 marzo con l'anterpima per la Giornata mondiale dell'acqua. Tema della manifestazione sarà "Caos mediterraneo: dai conflitti ad una nuova cooperazione di sviluppo, giustizia e pace"

Programma
I temi proposti saranno affrontati con conferenze, dibattiti, presentazione di libri, letture e musica.
 
Come ogni anno gli Incontri del Mediterraneo curano una particolare sessione rivolta alle scuole con una serie di appuntamenti che hanno poi il loro culmine proprio durante le giornate riccionesi. Si parte il 22 marzo, con un doppio appuntamento nelle scuole secondarie di Morciano di Romagna e San Clemente,  in occasione della della Giornata mondiale dell'acqua. Con il progetto Meet The Med (Vi Presento il Mediteranneo) il divulgatore scientifico Stefano Parmeggiani  ha ideato e proposto un corso sull'importanza dell'acqua e dei cambiamenti climatici. Con un percorso didattico di educazione socio-ambientale si sono voluti affrontare i temi della sostenibilità globale, contestualizzandoli proprio nello scenario del bacino Mediterraneo, partendo dall’analisi di tempi remoti per giungere all’interpretazione di fenomeni in atto. Le scuole superiori saranno invece protagoniste dell'incontro di Sabato 25 marzo alle ore 11 con la Lezione dello storico Franco Cardini su il Mediterraneo crogiolo di culture, scambi commerciali e conflitti, che si terrà presso il Liceo Volta-Fellini di Riccione. 
 
Ma l'inizio ufficiale degli Incontri del Mediterraneo sarà giovedì 23 marzo: quando al Centro della Pesa - Biblioteca di Riccione sarà inaugurata la mostra fotografica “Europe, around the borders”  di Ivano Di Maria e Marco Truzzi.
La prima giornata degli Incontri sarà dedicata al difficile rapporto tra Turchia e Europa. Un tema che in questi giorni è tornato prepotentemente sulle prime pagine dei giornali e a spiegare cosa sta succedendo arriva a Riccione la giornalista Marta Ottaviani che con il suo "Il Reis: come Erdogan ha cambiato la Turchia" cercherà di raccontare la Turchia e le sue contraddizioni.
"La guerra civile turca e le ambiguità dell’Europa tra nazionalismo, islam e democrazia negata" è invece il titolo del dibattito serale che vedrà protagonisti Lucia Goracci, giornalista Rai, Marta Ottaviani, giornalista per l’Avvenire e La Stampa,  ed  Elly Schlein, europarlamentare.
Modera Gigi Riva, giornalista di L’Espresso.

Sarà invece l'Africa e il suo futuro l'argomento scelto per la seconda giornata che si apre alle 17,30  con la proiezione del documentario Ghana: l’altra faccia dell’immigrazione, storia di Zachariah Haruna, emigrato a 16 anni,  di Davide De Michelis. (dal programma Radici, in onda su Rai 3 e produzione di Icaro Communication di Rimini)
Mentre alle 18.30 Raffaele Masto, giornalista di Radio Popolare presenterà il suo ultimo libro " Africa: reportage da un continente che sta cambiando".
"Le migrazioni dall’Africa tra guerre, povertà e nuove forme di colonialismo" saranno gli argomenti affrontati nel dibattito delle 21 con Raffaele Masto, scrittore, giornalista che cura il blog "Buongiorno Africa", Alessandro Bechini, di Oxfam Italia e il deputato Jean Leonard Touadì.  A moderare sarà Francesco Cavalli vice presidente dell'Associazione Amani.

I muri, i migranti e i confini sono invece i temi affrontati nella terza giornata, il 25 marzo, che si apre alle 18 con la presentazione del libro di "Sui confini – Europa, un viaggio sulle frontiere" di Marco Truzzi e di seguito la proiezione del documentario "Portami via: dalla Libia all’Italia" dedicato ai corridoi umanitari, con la partecipazione dell’autrice Marta Santamato Cosentino, giornalista del programma Islam, Italia di Rai 3.
Con Matteo Biffoni, Sindaco di Prato e Responsabile ANCI per l’immigrazione,  Alberto Mallardo  Antropologo di "Mediterranean Hope – Programma rifugiati e migranti della Federazione delle chiese evangeliche in Italia",  e Marta Cosentino, giornalista e documentarista, si darà vita, con la moderazione del giornalista Brahim Maarad, al dibattito su "I muri e la paura dell’altro nel mondo delle connessioni digitali". Durante la serata saranno raccontate, attraverso testimonianze dei protagonisti, anche le buone pratiche di accoglienza in provincia di Rimini.

Poi ogni giorno, dalle 19,  gli Incontri del Mediteranneo proporanno momenti di letture di poesie dal testo Poesie d’amore  del poeta turco Nazim Hikmet. (con le voci di Alessandra Lani, Andrea Zaccà e Rossella Pasquinelli dell’Associazione Culturale Il Tassello Mancante. Selezione delle poesie a cura di Ortensia Rossi).
 
Incontri del Mediterraneo è anche musica e ogni sera alle 20 il Centro della Pesa  di Riccione si trasforma in una sala per concerti dedicati al Mediterraneo. Si parte giovedì 23 marzo con “Da Napoli a Lisbona”…seguendo la traccia araba, con Frida Neri (voce) e Antonio Nasone (chitarra),  per proseguire venerdì 24 marzo con  “Mare Nostrum”, musiche antiche e popolari del Mediterraneo, con stralci dal Breviario Mediterraneo di Predrag Matvejevic, con Frida Neri (voce), Antonio Nasone (chitarra) e Fabio Mina (flauti, duduk, dizi) e sabato 25 marzo gran finale con “il Nostro mediterraneo”: il sud Italia e le sue musiche, contaminazioni e  storie con Frida Neri (voce), Antonio Nasone (chitarra) e Francesco Savoretti (percussioni).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Biblioterapia, torna l'appuntamento coi libri che "curano"

    • dal 24 ottobre al 19 dicembre 2020
    • Biblioteca Gambalunga
  • Zone grigie, Cattive memorie con lo storico Filippo Focardi e la mancata Norimberga italiana

    • Gratis
    • 27 novembre 2020
    • online diretta youtube

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento