Pittura, letteratura e colazioni per un autunno davanti al grande schermo

“Michelangelo Infinito” apre la stagione delle rassegne del cinema Fulgor. Tornano le matinée della domenica

Al Fulgor debutta l’arte. Giovedì 27 settembre il calendario delle rassegne cinematografiche autunno/inverno dei Cinema Fulgor e Settebello prende il via con la novità di questa stagione, la rassegna “Arte e Cinema”. un ciclo di eventi capaci di offrire un’esperienza visiva innovativa e di far vivere sul grande schermo tutta la ricchezza delle mostre, degli artisti e dei musei più importanti del mondo. Come apertura ai numerosi appuntamenti, in uscita per la prima volta nelle sale cinematografiche: “Michelangelo Infinito” di Emanuele Imbucci con Enrico Lo Verso in Michelangelo Buonarroti e Ivano Marescotti in Giorgio Vasari. Altri titoli in programma sono “Salvador Dalì” del regista David Pujol, il docu-film “Klimt e Schiele. Eros e Psiche” regia di Michele Mally dove si parlerà degli scandali, dei sogni e delle ossessioni della Vienna dell’epoca d’oro. Ad aprire le serate gli approfondimenti del docente di Arte Sacra, Iconografia e Iconologia, Alessandro Giovanardi.

Il calendario autunno/inverno del Cinema Fulgor e Settebello, nel periodo fra il 27 settembre e il 31 dicembre, propone inoltre la rassegna “Fuori programma”, con ricercate proiezioni di film classici. Le serate del lunedì sera vedranno come protagonisti, oltre il già conosciuto aperitivo, capolavori indiscussi della cinematografia come “Il settimo sigillo” di Ingmar Bergman, restaurato e in lingua originale, assieme a tutti gli altri titoli proposti dalla rassegna il “Cinema Ritrovato”, della Cineteca di Bologna. Torna infine l’apprezzato appuntamento della domenica mattina con  “Colazione e Film”. “Letteratura e Cinema” sarà fra i filoni delle proiezioni del matinée del Fulgor, oltre a retrospettive, ad esempio su registi prolifici ed eclettici come Billy Wilder e Orson Welles. Ad onorare quest’anno, “Il ‘68 prima e dopo”, rassegna nata dal desiderio di ricordare ciò che è accaduto durante il 1968, la stagione che cambiò per sempre il mondo e i suoi costumi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento