L'inquieta e vivida persistenza di Michele Munno

Sabato 15 dicembre alle 17.30 inaugura negli spazi della Manica Lunga del Museo della Città di Rimini la mostra personale di Michele Munno “Inquieta e vivida persistenza” a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei. Artista pugliese, si è trasferito in Lombardia nell’adolescenza e ha dipinto e disegnato da sempre, privilegiando l’analisi della natura e del suo sviluppo organico. Molte sono state le fasi tematiche, vere e proprie ossessioni formali che ritornano ciclicamente nel suo immaginario pittorico: le foglie, le nature morte, le figure ponte, gli amici, i bamboli, gli uccellini, la casa. Per questa esposizione sceglie di rileggere la sua produzione in riferimento ad alcune opere delle collezioni museali, creando un dialogo tra presente e passato.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento