A Rimini "Orizzonti senza Barriere": paracadutismo e sport per tutti

Rimini ospiterà nel weekend la due giorni intitolata “Orizzonti senza Barriere” uno dei ricorrenti leitmotiv legati al mondo della disabilità la cui carrozzina sta un bel po’ stretta e si richiama spesso al motto “A volte per rialzarsi in piedi non servono le gambe…". Con questo, che è uno dei tanti motivi che arrivano dal mondo parallelo della disabilità e diversa abilità, si sta continuando un’azione tipicamente culturale che sta facendo breccia nel ruvido mondo della normalità.

In questo caso l’azione riguarda tre associazioni riminesi: Aism, Uildm e Marinando che hanno aperto a Rimini un’importante azione di dialogo. Il primo dei due giorni potrà essere utile a fare il punto della situazione grazie alla presenza di relatori importanti che porteranno avanti le loro esperienze maturate sul campo. E non per il facile gioco di parole ma con fatti, immagini e video a dar manforte a modelli di orizzonti liberi e possibili. Sabato dalle 17,30 alle 19,30 si terrà una tavola rotonda ospitata nella sala Marvelli in via Dario Campana 64 a Rimini con il tema principale dedicato a “Lo sport per sensibilizzare sulle differenze”.

Lo spiegherà Renzo Carlini presidente della Anpdi (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia) assieme al generale Giovanni Fantini, presidente nazionale Anpdi. E poi Marco Rasconi, vice presidente Uildm di Milano con la sua avventura nell’Hockey in sedia a rotelle. A dar manforte alle pulsioni romagnoli, oltre al presidente di Marinando Enzo Pastore, sempre generosamente esposto a non lasciare a terra nessuno e far spazio alla disabilità in barca, ci sarà Tony Golfarelli. Il presidente della sezione Aism di Cesena/Forlì è da tempo impegnato a vincere la sua gara, non solo sulle barriere, ma anche praticando più sport e come istruttore in diverse discipline a partire da nuoto.

Domenica invece, all’insegna de “La disabilità non è un limite”: si terrà nel piazzale del porto (con stand delle associazioni partecipanti), in particolare sulla spiaggia libera, una serie di lanci di paracadutisti. Il paracadutismo sportivo moderno è un’attività sicura se fatta con i dovuti accorgimenti. I materiali e i metodi evoluti negli ultimi anni hanno contribuito a rendere questo sport accessibile a tutti. Nella caduta libera la sensazione non è di precipitare ma di galleggiare su un cuscino d'aria che crea una sorta di sostentamento rassicurante. L'atterraggio normalmente è morbido e sicuro. Per rendersene conto basta guardare i video degli atterraggi. Per il lancio in tandem non c’è nessun tipo di difficoltà e chiunque può farlo in sicurezza in quanto il lavoro viene svolto dall'istruttore responsabile. Per il lancio in tandem non ci sono limiti di età mentre l’apertura del paracadute è morbida e graduale. Si avverte lo “shock di apertura” ma in modo assolutamente soft.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento