Alla Baldini le Fantastorie di Nino Pedretti

Sabato 7 aprile alle ore 17 Nino Pedretti torna protagonista in biblioteca Baldini di Santarcangelo con la presentazione di “Nella favola siamo tutti. Fantastorie”. La riedizione dell’opera – recentemente pubblicata da Maggioli – sarà presentata dai curatori Ennio Grassi e Manuela Ricci, accompagnati dalle letture di Emanuela Angelini e Angelo Trezza insieme alle musiche di Jader Viroli.

Con la rinnovata attenzione del pubblico e della critica sulla figura di Pedretti – al quale nel 2017 la città di Santarcangelo ha dedicato la terza edizione del Cantiere poetico – negli ultimi anni si è potuto disporre di una produzione letteraria arricchita di materiali e generi sempre diversi (in vita Nino pubblicò solo poesia), anche grazie alla disponibilità del suo archivio conservato proprio alla Baldini. All’appello della proposta di edizioni e riedizioni mancavano proprio le “Fantastorie”, pubblicate la prima volta postume da Maggioli nel 1989 con il suggestivo titolo “Nella favola siamo tutti”. Un’opera di cui non è facile ricostruire la genesi, collocata all’inizio del periodo sperimentale dello scrittore santarcangiolese – precisamente nell’inverno del 1961 – grazie a un dattiloscritto presente nel fondo conservato alla Baldini. Di quella prima edizione, Roberto Roversi aveva firmato una presentazione breve quanto nitida. Oggi i curatori Ennio Grassi e Manuela Ricci ripropongo, nella medesima veste editoriale, questi materiali letterari di Pedretti straordinariamente vividi e attuali.

La “Fantastorie” sono una ventina di testi in prosa che precedono di oltre quindici anni monologhi e racconti composti da Pedretti – insieme ai testi poetici già noti – negli anni del suo più avventuroso disordine esistenziale. Una difficile ricerca della migliore espressione di sé in grado di tenere insieme un lavoro che lo rendesse autosufficiente e quel bisogno di una dimensione creativa avvertita come necessaria, troppo spesso frustrata da un’editoria poco interessata a un prodotto originale e quindi non commerciale come il suo. Il tutto inesorabilmente aggravato dalla brevità dell’esistenza di Pedretti, conclusa anzitempo nel 1981.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Biblioterapia, torna l'appuntamento coi libri che "curano"

    • dal 24 ottobre al 19 dicembre 2020
    • Biblioteca Gambalunga
  • Zone grigie, Cattive memorie con lo storico Filippo Focardi e la mancata Norimberga italiana

    • Gratis
    • 27 novembre 2020
    • online diretta youtube

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • A Riccione parte il ciclo di conversazioni di "Arte e moda. Dialogo nel tempo"

    • Gratis
    • dal 25 ottobre al 29 novembre 2020
    • Palazzo del Turismo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento