Col cuore in gola, a Santarcangelo il festival delle emozioni

La paura è il tema portante della 48esima edizione del Santarcangelo Festival, presentata oggi allo spazio Gola. Apre la rassegna venerdì 6 luglio Multitud, spettacolo gratuito realizzato da un gruppo di circa 50 persone guidato dall’uruguaiana Tamara Cubas

Per dieci giorni e dieci notti con il cuore in gola. Da venerdì 6 a domenica 15 luglio si celebra la 48esima edizione del Santarcangelo Festival:  oltre 150 appuntamenti, molti a ingresso libero e gratuito, 54 formazioni dai 5 continenti, quasi 200 artisti, con la partecipazione di altrettante cittadine e cittadini. La parola d’ordine del festival sarà "Cuore in gola": una corsa a perdifiato attraverso diverse emozioni, a partire dalla paura, nelle sue diverse espressioni e nei molteplici riflessi.  Il Festival si propone di liberare queste emozioni dal mondo e di restituirle alla natura e alla condivisione, attraverso un programma che spazia dalla performance alla coreografia, dall’arte visiva alla musica, dagli incontri ai DJ-set fino a tarda notte.

Le novità del Festival sono state presentate oggi al nuovo spazio Gola, nei pressi dello Sferisterio, da Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino  al loro secondo anno alla direzione artistica.

“Anche quest’anno sarà un Festival coraggioso, in grado di confrontarsi a testa alta con il mondo di oggi senza rinunciare alle sue radici solidamente affondate nella ricerca teatrale -  dichiara il Sindaco di Santarcangelo e Presidente dell’Associazione Santarcangelo dei Teatri, Alice Parma - Un Festival che cambia pelle velocemente: si rinnova nel linguaggio, nelle forme e nel rapporto con il suo pubblico, sotto la guida di una direzione artistica che quest’anno consolida un nuovo percorso. Se Santarcangelo è arrivato alla soglia dei cinquant’anni confermandosi tra le eccellenze del teatro internazionale – conclude il Sindaco – è perché dietro al Festival ci sono la passione di una comunità e l’impegno di un territorio che vanno ben oltre i confini della nostra cittadina”.

L'apertura del Festival sarà con Multitud della coreografa uruguaiana Tamara Cubas, un progetto costruito in queste settimane con un gruppo di cittadine e cittadini del territorio, e che attraverso una partitura fisica molto intensa porta in scena proprio le dinamiche del gruppo. Tre spettacoli all’aperto, a ingresso libero e gratuito (venerdi 6 alle ore 21.30 in Piazza Ganganelli, sabato 7 alle ore 20.00 in Piazza Marconi, domenica 8 alle ore 22.00 allo Sferisterio), che condensano in un unico, potente momento le relazioni che attraversano le nostre vite.

Tutte le sere Piazza Ganganelli è l’epicentro del Festival. Qui si trovano la biglietteria, l’Info Point con spazio merchandising e il Centro Festival, luogo dedicato al buon cibo, che riflette l’attenzione alla qualità e alla difesa dell’ambiente. Ogni sera (dal 6 al 15 luglio, ore 21.30) il cinema all’aperto accoglie il pubblico per una selezione di film ad ingresso gratuito dedicati al tema centrale di questa edizione: la paura. Il 7 luglio si comincia con un classico immortale, Gli uccelli di Alfred Hitchcock, l’8 si prosegue con Grizzly Man di di Werner Herzog, il 9 con Lasciami entrare di Tomas Alfredson. Il 10 e 11 saranno proiettati i film di animazione, adatti a tutte e tutti dagli 0 ai 99 anni, La città incantata di Hayao Miyazaki e ParaNorman di Sam Fell e Chris Butler; il 12 Re della terra selvaggia di Benh Zeitlin, il 13 Blackfish di Gabriela Cowperthwaite, il 14 Alien. Chiude la rassegna il domenica 15 il mitico Lo squalo di Steven Spielberg. Nei weekend Piazza Marini accoglie l’esposizione di oggetti vintage e di modernariato realizzata da Garage Sale: un mercatino dell'artigianato e dell’usato di qualità, in cui trovare pezzi unici, d’epoca o realizzati con materiali di recupero; un cantiere creativo, un momento d’incontro per gli appassionati di design, moda, musica e arte, un luogo dove curiosare e fare acquisti.

La musica è parte integrante della programmazione e da quest’anno si arricchisce di uno spazio in più: tutti i giorni dalle 18 alle 24 GOLA, nei pressi dello Sferisterio, sarà il luogo dove artisti e pubblico possono incontrarsi, sorseggiando un aperitivo, ascoltando un concerto o un DJ-set. Cuore pulsante della programmazione musicale sono i concerti nello spazio pubblico: una programmazione, a cura di Stefania Pedretti e Francesca Morello, che ogni weekend dalle ore 22.00 raccoglie artisti di tutto il mondo e spazia tra i generi, senza paura. Si comincia venerdì 6 luglio con Bleedingblackwood dalla Germania, si prosegue il 7 con gli italiani Father Murphy e domenica con il progetto svedese Trepaneringsritualen; il weekend successivo vede salire sul palco, venerdì 13 gli italiani Sequoyah Tiger e gran finale sabato 14 con il duo FAKA dal Sudafrica. Le lunghe notti del Festival proseguono come l’anno scorso sotto lo chapiteau di Imbosco, ai piedi del Parco Cappuccini, dove si alterneranno DJ-set gratuiti da mezzanotte all’alba. 

Novità di questa edizione due preziose collaborazioni con due realtà locali che si occupano di corpo e natura. Sono previste nel weekend due escursioni con Valmatrek, l’8 e il 15 luglio dalle ore 8 accompagnati dalle Guide Ambientali Escursionistiche Alberto Bruschi e Matteo Osanna (informazioni e prenotazioni info@valmatrek.com).  Tra una performance e l’altra, per sciogliere i muscoli nel verde della natura, FLUXO propone un allenamento all’aperto, una pratica condivisa che durante il Festival vede alcuni artisti nel ruolo di conduttori. Il 10 luglio alle ore 19.00 allenamento con Maura Donohue, l’11 alle ore 19.00 con Nicola Gunn, artista australiana che propone un rigoroso programma di esercizi ispirati a Jane Fonda, il 12 luglio alle ore 19 con Sonia Brunelli, che propone un Gioco di Gambe (costo a lezione 5 €, iscrizioni al parco dalle ore 18.30, info andrealombardi.trainer@gmail.com).

La collaborazione tra Santarcangelo Festival e MACAO, centro per le arti, la cultura e la ricerca di Milano, intorno alle pratiche e all’organizzazione dell’istituzione culturale, prosegue con una nuova innovativa proposta. Grazie al supporto tecnico di Commonfare.net, sarà introdotta nel circuito economico del Festival una criptomoneta, la SantaCoin. La valuta virtuale, depositata in un talismano dotato di QR-Code, permette di acquistare tutti i servizi offerti dal Festival, in alcuni casi a prezzi ridotti. La comunità di Artigiane e Artigiani del Corpo porterà in Piazza Ganganelli sabato 7 e domenica 8, venerdì 13 e sabato 14 luglio dalle ore 19.00 alle 23.00 acconciature, massaggi, manicure, lettura di tarocchi, i consigli delle Azdore e molto altro (prezzi: 4, 10 e 20 SC).

Nella serata di lunedì 9 luglio saranno presentati i progetti realizzati con la comunità di teenager locali: la non-scuola / Teatro delle Albe con lo spettacolo Pan, realizzato grazie alle guide Michele Bandini / Zoe Teatro e Anna Lisa Magnani, con l’assistenza di Damiano Folli; Let’s Revolution! con a CLOUD, a cura di Isadora Angelini e Luca Serrani / Teatro Patalò e WASH UP con Eva Geatti & Slander, serata conclusiva di un percorso annuale co-curato con 5 ragazzi di Santarcangelo.

La serie di incontri, a partecipazione libera, previsti nel programma del Festival sono rivolti a tutti coloro che desiderino confrontarsi con alcuni artisti e approfondire alcune istanze delle performing arts in Italia. Il primo incontro, domenica 8 luglio alle ore 11.30 (Biblioteca Comunale “A. Baldini”) è dedicato proprio al Festival e al suo 50° compleanno in arrivo: Verso Santarcangelo 50 / Costruire una storia, a cura di Roberta Ferraresi. Le emozioni e le loro implicazioni politiche sono al centro di Se/lo/do/all’/Uomo/Nero - Anatomia politica delle passioni, talk a cura di Ilenia Caleo che si terrà venerdì 13 luglio alle ore 17.30, alla Biblioteca Comunale “A. Baldini”. Sabato 14 luglio alle ore 17.30 si tiene una sessione di lavoro aperta a tutti di In.Common. La lotta per il teatro: il gruppo di ricerca costituitosi lo scorso ottobre a Venezia si raduna a Santarcangelo per cercare nuove direzioni, discutere di pratiche, esperienze e pensiero del teatro.
Gli incontri con gli artisti sono previsti il 14 luglio alle ore 12.00 con la compagnia Deflorian/Tagliarini e Alessandra Dragoni (intorno al volume Troppo Sole per Antonioni) e dalle 13.00 alle 15.00 con Muna Mussie, nella cornice di Atlas of Transitions: Oasi libro. Rito del caffè intorno a Punteggiatura è un libro di stoffa realizzato da un gruppo di donne del territorio bolognese, ma di differenti provenienze.

Informazioni: www.santarcangelofestival.com 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento