Eventi Novafeltria

Tra tradizione e contemporaneo, tutta la vitalità del Sociale

Vetrano/Randisi, Celestini, Lella Costa e Lo verso nella stagione del teatro di Novafeltria che stringe una collaborazione con Talamello e Maiolo e lancia il "biglietto sospeso”: un fondo di ingressi gratuiti per chi è in difficoltà

Sedici appuntamenti, da novembre ad aprile, di teatro, musica, danza e poesia, per comprendere i differenti linguaggi espressivi delle arti sceniche e raccontare la vitalità del Teatro Sociale Novafeltria. E' questo l'obiettivo dell'associazione culturale L'Arboreto e del direttore artistico Fabio Biondi: un progetto di cultura del teatro che riflette sulla tradizione delle arti sceniche contemporanee.
Un nuovo corso che avvia collaborazioni strategiche con i Comuni di Maiolo e Talamello che hanno scelto di condividere la Stagione Teatrale 2018-2019 di Novafeltria, aprendo a nuove opportunità di partecipazione per i cittadini e il pubblico. È da questa visione che partono i progetti “Amici del Teatro, per un teatro di comunità” e quello del “Biglietto sospeso”: l’iniziativa – ispirata alla tradizione napoletana del “caffè sospeso” – permetterà, grazie al contributo dei cittadini, la creazione di un fondo di biglietti sospesi e cioè biglietti gratuiti che saranno messi a disposizione di coloro che al momento hanno difficoltà ad accedere alle attività culturali e di spettacolo. 

Primo appuntamento della nuova Stagione Teatrale sarà venerdì 9 novembre ore 21, con lo spettacolo A Trebbo con Shakespeare, con Denis Campitelli del Teatro Zigoia liberamente tratto da Shakespeare in dialet di Franco Mescolini. Lo spettacolo è fuori abbonamento, gratuito per gli abbonati alla Stagione. “Trebbo" deriva dalla parola dialettale Trebb, che significa incontro, ritrovo, veglia con amici. In Romagna, fino a qualche anno fa, questi incontri avvenivano nelle stalle dove, nelle lunghe e gelide notti d'inverno, uomini, donne e bambini si trovavano per raccontarsi storie attorno al lume di una lanterna. Ed ecco che ai giorni nostri, nel ristrutturare una vecchia casa colonica, proprio in un anfratto del muro di una stalla, viene ritrovato un vecchio manoscritto. È Teatro. Racconta degli spiriti di Amleto, Romeo e Giulietta e Otello. È Shakespeare. Riscritto da poveri contadini, rigorosamente in dialetto romagnolo.

Il secondo appuntamento, il primo spettacolo in abbonamento, è per mercoledì 21 novembre ore 21 con la rivisitazione di un capolavoro del teatro Riccardo III di Wiliam Shakespeare, a cura del drammaturgo Francesco Niccolini portato in scena dalla famosa coppia di attori Vetrano / Randisi.  Unica data in Romagna. La mattina seguente, giovedì 22 novembre, per il ciclo Teatro Scuola Teatro – Classici contemporanei lo spettacolo sarà rappresentato per gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Tonino Guerra” di Novafeltria.
Venerdì 14 dicembre ore 21, con il Coro Joyspell Gospel Choir che propone Freedom Suite. Un coro composto da tredici cantanti; special guest Stefano Sardi; direzione e arrangiamenti Sara Jane Ghiotti.

Il nuovo anno teatrale inizia giovedì 24 gennaio ore 21, con un grande artista della scena nazionale, Ascanio Celestini che presenta il suo famoso e fortunato Laika, accompagnato alla fisarmonica da Gianluca Casadei e dalla voce fuori campo di Alba Rohrwacher.
Domenica 3 febbraio ore 17, uno spettacolo di grande fascino ottimamente recensito dalla stampa per il forte impatto artistico e sociale. Nerval Teatro porta in scena Sinfonia Beckettiana - Viaggio nell’immaginario di Samuel Beckett e Alberto Giacometti. Al termine dello spettacolo, Conversazione con gli artisti e il pubblico a cura della direzione artistica di Ravenna Festival, Cristina Mazzavillani Muti e Angelo Nicastro, e un buffet offerto dalla Pro Loco di Novafeltria.
Domenica 17 febbraio ore 17 un evento unico pensato appositamente per il Teatro Sociale Novafeltria. Un doppio spettacolo che racconta la straordinaria e popolare arte del teatro di narrazione con l’attore Luigi D’Elia, per adulti e ragazzi, insieme. Alle ore 17 andrà in scena il primo spettacolo Zabba Bianca – Della natura Selvaggia. Dopo il buffet offerto dalla Pro Loco, alle ore 19.30 andrà in scena il secondo spettacolo Cammelli a Barbiana – Don Lorenzo Milani e la sua scuola
Un grande classico del teatro contemporaneo, venerdì 1 marzo alle ore 21, Enrico Lo Verso sarà il protagonista di Uno Nessuno centomila il capolavoro di Luigi Pirandello (la mattina dello stesso giorno alle ore 10 sarà rappresentato anche per gli studenti e gli insegnanti delle scuole superiori di Novafeltria).
Ultimo spettacolo in abbonamento sarà con una grande attrice del teatro italiano, domenica 17 marzo ore 21, Lella Costa porta in scena le “Lettere del cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica. Questioni di cuore.
Per il progetto Teatro Scuola Teatro / Diventare grandi è un gioco da ragazzi, da quest’anno il Teatro Sociale fa parte del circuito provinciale Arcipelago Ragazzi, con due spettacoli sulla tematica del bullismo. Giovedì 17 gennaio Roberto Mercadini porta in scena La regola dell'eccezione – Monologo su adolescenza, bullismo e dipendenze, per i ragazzi delle scuole medie. Giovedì 7 febbraio la Compagnia Fratelli di Taglia porta in scena Norberto Nucagrossa– Storie di un rinoceronte prepotente, spettacolo sulla tematica del bullismo per i ragazzi delle scuole elementari.
Infine, per gli adulti, il 7 novembre parte il nuovo laboratorio di teatro per adulti, condotto da Alice Toccacieli, dal titolo Incontri straordinari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra tradizione e contemporaneo, tutta la vitalità del Sociale
RiminiToday è in caricamento