Al Supercinema di Santarcangelo il fenomeno Bansky e Francofonia di Sokurov

  • Dove
    Supercinema
    Indirizzo non disponibile
    Santarcangelo di Romagna
  • Quando
    Dal 08/01/2016 al 13/01/2016
    21
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Le sue opere, come scriveva proprio ieri Michele Smargiassi su Repubblica, “vengono rimosse per essere stravendute (575 mila dollari per i suoi Kissing Coppers)”. Lui è Bansky, artista di strada di Bristol, protagonista del docufilm Bansky Does New York, di Chris Mourkabel, in programma da venerdì a domenica (ore 21) nella sala Wenders del Supercinema di Santarcangelo. Un film che racconta la caccia al tesoro delle opere d’arte di Bansky (installazioni, graffiti, sculture disseminate in tutti i quartieri della Grande Mela) che l’artista scatenò nell’ottobre 2013 nella città di New York, mobilitando migliaia di fan e provocando il biasimo dell’allora sindaco Michael Bloomberg.

Un fenomeno che ha già attirato la curiosità dei fan locali dello street artist: già a decine si sono infatti prenotati per assistere alle proiezioni del film in programma al Supercinema. Nel fine settimana, in sala Antonioni è in programma invece fino a domenica la pellicola A Perfect Day. Presentato in concorso al Festival di Cannes 2015, il film del regista spagnolo Fernando Leon di Aranoa punta i riflettori su un teatro di guerra di 20 anni fa, quello della Bosnia. E lo fa costruendo un dramedy (dramma e commedia) bellico che ha tra i suoi precedenti pellicole come To be or not to be e M.A.S.H oltre a La Grande Guerra di Monicelli. Protagonisti sono quattro operatori umanitari, interpretati da Benicio Del Toro, Tim Robbins, dalla bella Olga Kurylenko e da Mélanie Thierry.

Da lunedì a mercoledì, arriva invece al Supercinema (sala Antonioni, ore 21) il capolavoro del regista russo Alexander Sokurov, Francofonia. Dopo il viaggio all’interno dell’Hermitage (Arca russa, 2004) il regista Leone d’oro a Venezia nel 2011 con Faust, gira all’interno del Louvre e ci consegna un capolavoro che parla del ruolo dell’arte, del rapporto tra arte e potere, tra arte e storia. Lo fa attraverso il racconto dell’alleanza, durante il secondo conflitto mondiale, tra l’allora direttore del grande museo e un ufficiale nazista per portare in salvo i grandi tesori custoditi al Louvre. Ma anche rievocando la figura di Napoleone e della Marianna, un simbolo della rivoluzione francese.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • Carolina e Topo Tip. Il mistero di Halloween arriva per la prima volta al cinema

    • dal 29 ottobre al 1 novembre 2020
    • Multiplex Le Befane a Rimini; Cinepalace a Riccione
  • Al Tiberio il film su Gauguin e filmati d’epoca

    • dal 22 al 28 ottobre 2020
    • Cinema Tiberio di Rimini
  • "The Specials. Fuori dal comune" in anteprima al Fulgor

    • solo domani
    • 27 ottobre 2020
    • Cinema Fulgor

I più visti

  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Sagra Malatestiana, ottobre tra concerti sinfonici, Musiche da Camera e omaggio a Fellini

    • dal 1 al 31 ottobre 2020
    • Teatro Galli
  • La Fortezza di San Leo ospita la personale di Andrea da Montefeltro

    • Gratis
    • dal 12 settembre 2020 al 6 gennaio 2021
    • Fortezza di San Leo
  • La Madonna Diotallevi di Raffaello in mostra al Museo della Città

    • dal 16 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo dela città
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento