Al Teatro Novelli Ferdinando Bruni e Elio De Capitani in "Frost/Nixon"

  • Dove
    Teatro Ermete Novelli
    Via Alfredo Cappellini, 3
  • Quando
    Dal 20/01/2015 al 22/01/2015
    21
  • Prezzo
    Platea A € 25 - Platea B e galleria € 22 . Ridotto Platea B e galleria € 20 - Under 29 con CultCard € 16. Info biglietteria: 0541.793811
  • Altre Informazioni

Ferdinando Bruni e Elio De Capitani protagonisti di un intenso duello scenico dedicato ad uno dei primi casi di giornalismo spettacolo. E il palco del Novelli si trasforma per tre serate in uno studio televisivo degli anni Settanta. Bugie e potere. Responsabilità e potere. Frost/Nixon è un match che mette a confronto il potere politico e quello mediatico. Il drammaturgo e sceneggiatore Peter Morgan (autore anche di The Queen) punta i riflettori sul primo caso storico di giornalismo-spettacolo: nucleo della pièce è l'intervista che l'anchorman David Frost fece nel 1977 a Richard Nixon (che si era dimesso nel 1974), terminata con la confessione dell'ex Presidente - mai ottenuta prima - sullo scandalo del Watergate e sui limiti morali del potere. Una confessione, negli ultimi secondi della trasmissione, di un uomo combattivo e orgoglioso, messo alle corde dalla precisione delle domande, delle date e dei riscontri. Un episodio storico realmente accaduto.

Scritto nel 2006, Frost/Nixon ha ottenuto un vastissimo successo e numerosi premi, tra cui il Tony Award per Frank Langella come miglior attore protagonista per l'interpretazione di Nixon. Ron Howard ne ha tratto un film nel 2008, che ha sfiorato i 30 milioni di dollari d’incasso all'uscita. Il Teatro dell’Elfo e il Teatro Stabile dell’Umbria hanno unito le loro forze per produrre questo spettacolo. Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, che hanno firmato a quattro mani la regia (com'era stato per i successi di Angels in America e The history Boys), da molto tempo non si sfidavano in un duello scenico così intenso, cesellando due interpretazioni giudicate "magistrali".

Lo spettacolo racconta l'avventura produttiva che portò a questo successo: il lavoro del gruppo di giornalisti coraggiosi e rigorosi che collaborarono con Frost, la trattativa con il leggendario 'Swifty' - lo svelto - Lazar (agente di Nixon come delle più grandi star di Hollywood), l'ostracismo dei grandi network, la devozione degli uomini del Presidente. E riesce a portare in primo piano, alla ribalta, assieme ai volti degli attori, alle sfide dei personaggi, riflessioni sempre attuali sui limiti del potere politico e di quello mediatico, sui confini più che mai labili tra politica e showbiz.

Il palco si trasforma in uno studio televisivo degli anni Settanta, dove rivive un evento mediatico rimasto nella storia. La serie di quattro interviste che David Frost riuscì a ottenere da Richard Nixon, pagandogli un ricchissimo cachet, sono passate alla storia non solo per lo scoop fenomenale della confessione, ma anche - e nella società spettacolo in cui viviamo verrebbe da dire 'sopratutto' - per l'incredibile, avventurosa costruzione del progetto, al di fuori, se non contro le reti televisive ufficiali.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Da Francesco Renga a Nek ai flower cartoon l'estate 2021 di Bellaria Igea Marina è ricca di eventi

    • dal 1 giugno al 1 settembre 2021
    • Sedi varie - Vedi programma
  • Crossroads fa tappa a Rimini con Fabrizio Bosso, Peppe Servillo e Avishai Cohen

    • dal 17 maggio al 15 luglio 2021
    • vedi programma
  • "110 Giri - Il Giro d'Italia a Cattolica" in mostra al Palazzo del Turismo

    • Gratis
    • dal 8 al 15 maggio 2021
    • palazzo del turismo
  • "Viale Gramsci in Fiore", una due giorni tra colori e profumi

    • Gratis
    • dal 22 al 23 maggio 2021
    • Viale Gramsci
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento