La Carovana di Ospedaletto presenta "La boll sa do’ batech"

Domenica, alle ore 21, il Teatro CorTe saluta il nuovo anno con un appuntamento di teatro dialettale amatoriale tutto made in Coriano. Debutta di fronte al pubblico di casa la nuova commedia in romagnolo della Compagnia La Carovana da Ospedaletto di Coriano: La boll sa do’ batech. Tre nuovi atti tragicomici scritti da Pier Paolo Gabrielli e diretti dall’autore coadiuvato dall’aiuto regista Silvano Molinari. Coordinatori di scena: Gabriele Baschetti e Alfredo Pecci. Effetti sonori e luminosi: Oberdan Taini.

In scena undici personaggi per raccontare le vicende di una tipica famiglia romagnola alle prese con l’impensabile. L’imprevisto arriva e inevitabilmente deturpa la stabilità e l’armonia del nucleo familiare, coinvolgendo amici e parenti. Tutto incomincia ad andare storto e accadono cose così strane che non si sa se ridere o piangere. S’intrecciano situazioni di una tale drammaticità che ogni soluzione appare paradossale. Fino al punto in cui serietà, moralità e onestà sembrano addirittura non avere più alcun valore. È il crollo…. Fino a che il buon senso rurale tornerà a far ragionare un po’ tutti e a rimettere ogni cosa al proprio posto.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Una mostra alla scoperta dell'arte di Byro

    • Gratis
    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • duoMo hotel
  • "Vicini al limite" in streaming il documentario che racconta San Patrignano

    • Gratis
    • 24 gennaio 2021
    • diretta streaming
  • In mostra la collezione di burattini e vestitini del Museo Etnografico

    • dal 7 novembre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Biblioteca Baldini
  • La nuova rassegna filosofica online si interroga sulle sfide del 21esimo secolo

    • Gratis
    • dal 15 gennaio al 12 febbraio 2021
    • canale youtube Biblioteca comunale Misano Adriatico
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RiminiToday è in caricamento