Thelma e Louise: in prima assoluta una storia di donne in musica e teatro

Nato e interamente allestito a Cattolica come vuole una tradizione consolidata da qualche anno che visto produrre spettacoli di successo, "Thelma e Louise", spettacolo inedito prodotto da Ater, Associazione teatrale Emilia Romagna, approda in anteprima assoluta venerdì 12 aprile al Salone Snaporaz (ore 21,15), a chiudere una stagione teatrale straordinaria e intensa, per la qualità delle proposte artistiche e per la presenza di pubblico, sempre numeroso e caloroso. Ispirato all’omonimo film di Ridley Scott, Thema e Louise è un racconto in teatro e musica con Angela Baraldi e Francesca Mazza, voce e recitazione, e Rita Marcotulli al pianoforte. Le artiste, in residenza a Cattolica da oggi, martedì 9 aprile fino al giorno del debutto – a confermare la storica capacità di accoglienza che la città è in grado di riservare alle compagnie e ai loro staff -  riproporranno una storia di donne e il loro desiderio di appropriarsi delle proprie vite.

Guida allo spettacolo

“Thelma e Louise cantano con i finestrini abbassati. Un’immagine semplice che parla di qualcosa che è ancora tanto difficile da conquistare: la libertà. Nel loro viaggio, c’è un passato da seppellire - chi non ce l’ha?, l’amicizia - basta con quella storia della competizione fra donne!, il coraggio - non sempre ma quando serve; ci sono due donne non più vittime, perché alla violenza si può rispondere con la violenza, sì. Amo le storie di donne: in queste ho trovato un orgoglio d’appartenenza, la saggezza del tempo delle attese così come la fierezza dei gesti impulsivi; da tante di loro ho cercato d’imparare cosa è giusto dimenticare e cosa è necessario ricordare. Angela e Rita, due magnifiche compagne per questo viaggio che, senza entrare in competizione con il cinema, cercherà di restituire in teatro e musica una di queste storie, quella che mostra lo sforzo di riappropriarci della nostra vita e forse, ancora, l’attesa di un uomo che stia dalla nostra parte, che c’insegua per fermare la folle corsa verso il vuoto.” (Francesca Mazza).

Francesca Mazza, attrice, si è diplomata alla Scuola di teatro di Bologna, diretta da Alessandra Galante Garrone. Il suo percorso artistico inizia nel 1982, quando debutta in ambito professionistico con lo spettacolo Il bugiardo di Carlo Goldoni, regia di Alvaro Piccardi, nella compagnia di Ugo Pagliai e Paola Gassman. Dal 1983 al 1995 lavora negli spettacoli di Leo de Berardinis, all’interno del Teatro di Leo di cui è cofondatrice. È stata protagonista di innumerevoli spettacoli, sia in Italia, sia all’estero, con numerose segnalazioni e riconoscimenti. Due volte premio Ubu, nel 2005 si è aggiudicata il premio come miglior attrice non protagonista italiana per l’interpretazione in Aquamarina, mentre nel 2010 ha vinto il premio come migliore attrice protagonista con lo spettacolo West, entrambi della compagnia Fanny & Alexander. In riconoscimento dell’attività artistica svolta al fianco di Leo De Berardinis ha ricevuto insieme ai colleghi della compagnia Teatro di Leo il premio Dams nel 2004 e il premio Viviani conferito nel 2006 dal Festival di Benevento.

Rita Marcotulli, pianista, allieva del Conservatorio Santa Cecilia, Rita Marcotulli comincia a suonare professionalmente all’interno di piccoli gruppi negli anni settanta e successivamente inizia a collaborare con svariati artisti internazionali come Chet Baker, Jon Christensen, Palle Danielsson, Peter Erskine, Steve Grossman, Joe Henderson, Helène La Barrière, Joe Lovano, Charlie Mariano, Marilyn Mazur, Pat Metheny, Sal Nistico, Michel Portal, Enrico Rava, Dewey Redman, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Noa, Norma Winstone, Bobby Solo. Più recentemente ha partecipato alla realizzazione del film Basilicata coast to coast, per il quale si è occupata della colonna sonora. Grazie a questo lavoro la Marcotulli ha ricevuto il Ciak d’oro nel 2010, il Nastro d’argento alla migliore colonna sonora nello stesso anno, il David di Donatello per il miglior musicista nel 2011 (prima donna in assoluto a ricevere questo riconoscimento) e il premio Top Jazz 2011.

Angela Baraldi – cantante e attrice, esordisce come musicista negli anni ’80 nei club underground di Bologna, collabora come corista per Luca Carboni, Ron e Lucio Dalla. Con quest’ultimo nel 1986 intraprende il tour americano Dallamerica. Esordisce cinematograficamente nel videoclip Chiedi chi erano i Beatles (1984) degli Stadio. Nel 1990 pubblica il suo album d’esordio dal titolo Viva, prodotto da Lucio Dalla e Bruno Mariani. Partecipa al Festival di Sanremo del 1993 con il brano A piedi nudi, che le vale il premio della critica. Partecipa al tour di Francesco De Gregori, duettando nel brano Anidride solforosa di Lucio Dalla, inclusa poi nell’album live di De Gregori Bootleg. Lavora a teatro e nel cinema con, fra gli altri, Carlo Lucarelli e Gabriele Salvatores. Nel 2008 Lucio Dalla la chiama per il suo allestimento de L’opera da tre soldi di Bertold Brecht, in cui la Baraldi recita insieme a Peppe Servillo, cantante degli Avion Travel. Continua la sua attività musicale e di attrice.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Mentre vivevo, torna la rassegna teatrale tra burattini e film d'animazione

    • dal 11 ottobre al 8 dicembre 2020
    • Sala Teatro del Centro Sociale Poggio Torriana
  • Al via la nuova stagione di opera lirica, musica e cinema al Tiberio

    • dal 15 al 20 ottobre 2020
    • Cinema Teatro Tiberio
  • Il “Nabucco” inaugura la nuova stagione di opera lirica al Tiberio

    • solo oggi
    • 20 ottobre 2020
    • Cinema Teatro Tiberio

I più visti

  • A bordo del treno a vapore per fare tappa alla sagra delle castagne di Marradi

    • 25 ottobre 2020
  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • Il Tartufo bianco è protagonista a Sant'Agata Feltria ogni domenica di ottobre

    • Gratis
    • dal 4 al 25 ottobre 2020
  • Parole controtempo, Vito Mancuso parla di Virtù

    • dal 9 ottobre al 20 novembre 2020
    • Cinema Teatro Astra di Misano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RiminiToday è in caricamento