menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Undici giorni tra politica e musica: torna la Festa Democratica

Undici giorni dedicati alla politica, alla cultura e al territorio, per parlare delle sfide del futuro e del ruolo del Partito democratico insieme ad esponenti di primo piano del panorama italiano

Presentata l'edizione 2012 della Festa Democratica provinciale del Partito Democratico di Rimini. Undici giorni dedicati alla politica, alla cultura e al territorio, per parlare delle sfide del futuro e del ruolo del Partito democratico insieme ad esponenti di primo piano del panorama italiano, esperti e amministratori locali. Con un ricco programma di incontri, dibattiti, presentazioni di libri, spettacoli, accompagnati da musica e intrattenimenti e dalla tradizionale ottima gastronomia, dal 13 al 23 luglio al parco Ausa di via Euterpe a Rimini torna la Festa Democratica provinciale. Tema dell'edizione 2012 e filo conduttore degli eventi è “L'Italia di domani”, declinato nelle parole chiave “Lavoro, sviluppo, cultura, legalità, Europa”.

Tra i numerosi protagonisti dello spazio dibattiti, che si aprirà ogni sera alle 21, ci saranno il capogruppo PD alla Camera Dario Franceschini, il deputato e componente della commissione Affari costituzionali Gianclaudio Bressa, l'europarlamentare Debora Serracchiani, il deputato e responsabile nazionale giustizia PD Andrea Orlando, il responsabile nazionale cultura PD Matt eo Orfini, il deputato e responsabile regionale ambiente energia PD Alessandro Bratti, il senatore Sergio Zavoli. Non mancheranno momenti di approfondimento culturale e di attualità, con – fra gli altri - Fulvio Cammarano, storico ed editorialista del Messaggero, lo storico Paolo Borioni, Claudio Sardo, direttore del quotidiano l’Unità.

Tanti gli amministratori locali che parteciperanno alla Festa per affrontare i temi che riguardano da vicino il nostro territorio, dal turismo al ruolo della Regione, dal futuro della Provincia ai temi del lavoro, dalle questioni femminili all’integrazione. Ogni giorno alle 18.30, inoltre, appuntamento con gli autori e le presentazioni di libri. Fra gli ospiti la scrittrice riminese Lia Celi, il critico musicale e saggista Gianni Borgna, il rappresentante nazionale dell'Anpi Andrea Liparoto. Come ogni anno sono oltre 200 i volontari impegnati nell'organizzazione della Festa Democratica a Rimini e nella gestione degli eventi, della pizzeria, del ristorante, del bar, della libreria e degli stand con i giochi, la tradizionale pesca e la lotteria. Fra i servizi offerti al pubblico, la novità dello spazio Wi-fi, che permetterà a tutti di collegarsi gratuitamente a internet per tutta la durata della manifestazione.

Taglio del nastro della Festa venerdì alle 18.30 con l'inaugurazione della mostra I segretari. PCI-PDS-DS. 1943-2007, retrospettiva dedicata agli esponenti della storia della sinistra riminese a cura della fondazione Rimini democratica per la sinistra. A seguire Marco Damilano, corrispondente politico dell'Espresso, presenta il libro “Eutanasia di un potere: storia politica d'Italia da tangentopoli alla seconda repubblica”.

Alle 21 riflettori sul turismo. Armando Cirillo, responsabile nazionale turismo PD, la parlamentare Elisa Marchioni, l'assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci, l'assessore provinciale al Turismo Fabio Galli e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, si confronteranno sul tema Ripartiamo dal turismo: nell’anno della vacanza liofilizzata, le strategie della Riviera di Rimini e della Regione Emilia Romagna. Modera Marcella Bondoni, responsabile regionale turismo PD.

In serata musica con le cover dagli anni '60 ai '90 della rock band riminese Luviria (Lucia Bonemei voce, William Baiocchi chitarra, Matteo Musu batteria, Alessandro Grassi basso, Dario Sammaritani tastiere). Al centro della Festa Democratica di Rimini anche la solidarietà. Prosegue infatti la campagna di raccolta fondi per l'emergenza terremoto in Emilia-Romagna, che ha raggiunto complessivamente quota 480.980 euro, frutto di 1.956 donazioni da parte di cittadini, circoli e Feste del PD in tutta la regione.

Le somme raccolte verranno interamente devolute ai Comuni colpiti dal sisma. L'edizione 2012 della Festa Democratica riminese vede inoltre la collaborazione con diverse associazioni e realtà del territorio, quali il comitato per i diritti di cittadinanza L'Italia sono anch'io, l'Anpi, il Gruppo antimafia “Pio La Torre”. Negli spazi del parco saranno ospitati il gazebo dell'iniziativa Il cuore batte, non trema a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto, e la libreria Interno 4.

La mostra “I segretari. PCI-PDS-DS. 1943-2007” - Commissionata dalla Fondazione Rimini Democratica per la Sinistra, la mostra è stata realizzata dai ricercatori dell'Istituto storico della Resistenza di Rimini, dove sono depositati gli archivi del PCI, del PDS e dei DS, nonché del PSI e della DC riminese. In esposizione personaggi e avvenimenti di 64 anni di storia di Rimini attraverso 40 fotografie in 26 pannelli dedicati ai 16 segretari che hanno retto la Federazione riminese dal 1943 al 2007: dal bolognese Gaetano Verdelli chiamato a costituire la Federazione comunista nell'agosto 1943, nel pieno della guerra, all'attuale sindaco Andrea Gnassi che da ultimo segretario dei DS venne chiamato nel 2007 a far nascere il Partito Democratico a Rimini con le elezioni primarie del 14 ottobre. Le immagini sono quasi tutte inedite e sono state selezionate dal fondo del PCI, da archivi fotografici pubblici e da fondi privati. Accompagna la mostra una brochure di 32 pagine disponibile ad offerta libera. Il ricavato sarà versato al fondo per la ricostruzione dal terremoto in Emilia-Romagna.

Gli spettacoli - Rock, pop, folk e balli ogni sera dalle 21. Con l'edizione 2012 il panorama musicale della Festa Democratica diventa più ricco. Ad aprire la Festa i Luviria, rock band riminese che proporrà con un concerto di cover dei più grandi successi internazionali dagli anni '60 ad oggi. Sabato e domenica all'insegna del liscio con la Nuova Romagna folk e l'orchestra Vincenzi. Lunedì 16 l'esibizione dei ballerini di Rimini dance company, seguita martedì dalla serata folk con l'orchestra Roberta Cappelletti. Musica italiana e grandi successi mercoledì sera con il concerto dei Cantautori clandestini (Cristian Mini voce, Luca Zannoni tastiere, Stefano Mantini chitarre, Claudio Focchi basso, Igor Buscherini violino, Stefano Lelli percussioni).

Giovedì 19 folk con l'orchestra Barbara Lucchi, mentre venerdì 20 si balla e si canta con lo spettacolo dei Moka Club, travolgente band dance anni '70-'80. Weekend all'insegna del liscio con le orchestre Chicco Fabbri (sabato) e Romagna doc (domenica). Gran finale lunedì con i balli e le esibizioni coinvolgenti delle Sirene danzanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento