rotate-mobile
WeekEnd

Fine settimana in maschera con Color Coriandolo, l’Isola del Carnevale, ma anche mostre e teatro

Un fine settimana in maschera con gli appuntamenti di Carnevale ma anche mostre, appuntamenti a teatro e tanto altro

Il fine settimana in provincia è più ricco e variegato che mai, sono tanti gli appuntamenti da non perdere e tra cui scegliere. La città di Rimini sino ai territori dell'entroterra, si "vestono a festa"; il Carnevale, infatti, sarà protagonista incontrastato dei centri cittadini, invadendo di stelle filanti, allegria e spensieratezza ogni dove. Non soltanto maschere e coriandoli. Spazio anche a manifestazioni, mostre, appuntamenti a teatro, passeggiate tra i luoghi cari a Fellini e quelli più suggestivi che impreziosiscono il territorio. Scopriamo insieme l’offerta per il fine settimana, più festoso e travolgente che mai.

Da Rimini con Color Coriandolo a Bellaria Igea Marina con “L’Isola di Carnevale" passando per Santarcangelo con "il mercatino dei coriandoli" a Viserba, San Giovanni in Marignano e Morciano di Romagna.  

"A Carnevale ogni scherzo vale"

Il centro storico di Rimini si anima con Color Coriandolo; per l'occasione, domenica 19 e martedì 21 febbraio, piazza Cavour sarà trasformata in un’arena a cielo aperto e ospiterà maschere, performance di artisti dagli scenografici costumi, giocolieri, danzatrici ed acrobati. Il tutto, sulle note degli ottoni dei variopinti musicanti della Brass Band e impreziosito dall'euforia dei più piccoli per un intrattenimento diffuso all'insegna della festosità e vivacità.

Inoltre, tra le iniziative per i più piccoli, sabato 18 febbraio le sale di Castel Sismondo (presso il Fellini Museum) ospiteranno Il Clown dei Clown: Fellini spiegato ai bambini; un'occasione per raccontare in maniera divertente e coinvolgente il cinema ed i personaggi del grande Maestro.

L'allegria del Carnevale è contagiosa e per l'occasione porterà a RiccioneCarnevale in Paese: una intera giornata tra maschere, laboratori creativi, sfilate, musica, artigianato locale, prelibatezze culinarie e tante altre occasioni di svago. Bellaria-Igea Marina, sabato 18 febbraio avrà l'opportunita di immergersi nelle magiche atmosfere carnevalesche attraverso l'Isola del Carnevale: "travolgendo" il centro cittadino in tanti momenti di spettacolo, musica ed intrattenimento per tutta la famiglia. A Viserba, spazio alla fantasia e allegria in piazzale Pascoli, dove il Carnevale animerà il centro cittadino con musica, divertimenti, truccabimbi e palloncini per i più piccoli. Non mancheranno anche stand gastronomici con zucchero filato, cioccolato e pop-corn.

A Santarcangelo, il Carnevale invaderà il centro cittadino per l'intero fine settimana. I festeggiamenti, spazieranno tra coriandoli, animazione per i più piccoli, incontri culturali e mostre sino a cultimare domenica 18 febbraio nella consueta e tanto attesa sfilata di carri allegorici. Spostandoci nell'entroterra, il Carnevale vestirà di colore e divertimento anche il centro storico del borgo medievale di San Leo. Domenica 19 febbraio, appuntamento in maschera in piazza Dante Alighieri, per un pomeriggio in musica tra  giocolieri, truccabimbi e zucchero filato.

Infine, il Carnevale invaderà anche Piazza Silvagni a San Giovanni in Marignano. Domenica 18 febbraio, il centro cittadino accoglierà per un pomeriggio all'insegna del divertimento adulti e bambini tra macchinine elettriche, gonfiabili, musica e lancio dei dolciumi.

Appuntamento a teatro

A Rimini, il Teatro Galli accoglierà sul proprio palcoscenico la prima regia teatrale di Ferzan Ozpetek, il quale porterà in scena l’adattamento di uno dei suoi successi cinematografici Mine Vaganti: pellicola vincitrice di due premi "David di Donatello", di cinque "Nastri d'Argento" e del premio speciale della giuria al "Tribeca Film Festival".

Al Teatro della Regina di Cattolica e al Salone Snaporaz, l’autunno porta con sè tanta prosa, musica e comicità. Dopo due stagioni segnate dalle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, il Teatro della Regina torna con una programmazione che prosegue nella direzione di coniugare linguaggi drammaturgici classici e contemporanei con proposte che rappresentano il meglio della produzione artistica nazionale e internazionale. Un cartellone denso e poliedrico quello che ci attende, che da ottobre ad aprile offrirà agli spettatori un calendario di venti titoli che spazieranno tra prosa, musica, danza e comicità.

Al Museo della Regina, proseguono gli appuntamenti per grandi e piccini con MuseoDì: un'iniziativa dedicata interamente a bambini e famiglie, durante la quale potere sperimentare insieme agli operatori didattici del Museo della Regina divertenti attività laboratoriali e ludiche. Quest’anno sarà la volta del Medioevo, infatti durante l'incontro di domenica, le archeologhe Elisa Marzi e Sara Sertori prenderanno per mano adulti e bambini e li condurranno per “Mille e una bestia”, alla ricerca di strane creature dai colori sgargianti e dall’aspetto bizzarro.

A Bellaria, il Cinema Teatro Astra ospiterà la comicità dell'attrice Anna Mazzamauro, o meglio la signorina Silvani, la collega vamp ed eterna fiamma del timido ragioniere Ugo Fantozzi. L'artista, venerdì 17 febbraio, porterà in scena la commedia Com’è ancora umano lei, caro Fantozzi. Parole e musica per Paolo Villaggio: un'occasione per "addentrarsi" nella comicità surreale e innovativa di Paolo Villaggio e attraverso il quale Anna Mazzamauro racconterà del proprio “incontro con Paolo Villaggio, del primo film realizzato insieme, del mio divertente impatto con il cinema e via via vent’anni della nostra vita professionale a puntate, vent’anni di solitudine della Silvani che non aveva capito che Fantozzi fosse stato l’unico uomo ad averla veramente amata”.

Appuntamento al cinema

A Bellaria-Igea Marina, il mese di febbraio è al cinema. Quale migliore occasione per trascorrere del tempo all'interno degli spazi del Cinema Teatro Astra tra pellicole di qualità ed un'offerta ampia e variegata. Per l'occasione, sabato 18 febbraio sul grande schermo sarà proiettata il film Gigi la legge di Alessandro Comodin, candidato ai David di Donatello nella categoria documentari.

Incontri & Manifestazioni

Si celebra l'amore a Le Befane Shopping Centre. Sino a mercoledì 8 marzo, gli spazi del centro commerciale si tingeranno di rosa per ospitare il primo raduno italiano dedicato al wedding, un'autentica Festa dell'Amore aperta a tutti gli innamorati. Rivolta a chi ha già detto "sì" e ai futuri sposi, sarà un'occasione unica, divertente ed emozionante per prepararsi, in modo non convenzionale, a celebrare il prossimo San Valentino. Un "cadeaux" che Le Befane ha deciso di fare a tutti gli innamorati, che potranno così rivivere la felicità del proprio matrimonio, per chi è già sposato; o viverla in anticipo, per chi si sta preparando alle  nozze o sta anche solo pensando di compiere il grande "passo".

A Rimini, venerdì 17 febbraio, il Bar Lento ospiterà il torneo "Latte Menta Poetry Slam": una serata all'insegna di colpi di prosa e sfide tra performer provenienti per l’occasione da tutta l’italia.

A partire da sabato 14 gennaio, Santarcangelo offrirà l'opportunità di ritrovare la forma fisica perduta o trascurata durante le festività natalizie in maneria "non-convenzionale", attraverso il progetto Balla & Snella. Un corso riservato alle donne di tutte le età, anche a chi non ha alcuna familiarità con il ballo, attraverso il quale ottenere una silhouette invidiabile ballando e divertendosi. Basato su un metodo rivoluzionario che sta letteralmente spopolando in tutta Italia, sarà presentato nella giornata di sabato 14 gennaio attraverso l'evento “Benessere in rosa”, ovvero un’intera giornata di informazione, prove libere e benessere 100% al femminile durante il quale sarà possibile inseme alle insegnanti, sperimentare in anteprima le coreografie snellenti e tonificanti di Balla&Snella sulle note di differenti ritmi musicali, dal Latino al Pop, dal Tango al Flamenco, dagli anni 60/70/80 al Musical.

C'è fermento e trepidante attesa a Cattolica, per l'arrivo in città di centinaia giovani promesse della danza. Il Teatro della Regina, infatti, ospiterà per l'occasione l’ "International Talent Award" accogliendo nei propri spazi centinaia di ballerini provenienti da tutto il mondo. "Ospitare nella nostra città questo evento – sottolinea l'Assessore allo sport e cultura, Federico Vaccarini - significa dare valore ai giovani ballerini e ballerine, dargli la possibilità di esprimere il loro talento, offrire loro importanti opportunità."

Escursioni e visite guidate

Per proseguire l'anno nel migliore dei modi c'è soltanto una cosa da fare... Immergersi nella bellezza. 
Il Carnevale, può essere anche l’occasione per scoprire in maniera inedita la città, con visite guidate ed iniziative divertenti.

In occasione del Carnevale, infatti, domenica 19 febbraio VisitRimini propone un affascinante viaggio a ritroso nel tempo nella Rimini veneziana, con un city tour dal titolo "Rimini e Venezia: un connubio attraverso i secoli”. In questo tour guidato a piedi, si potranno scoprire le tracce che Venezia ha lasciato nella città di Rimini, partendo dal Museo della Città, che custodisce la famosa Pietà di Giovanni Bellini, fino a raggiungere il Canevone dei Veneziani, che porta lo stemma della famiglia Moro, tra le più celebri casate nobili veneziane, fondatrici della Serenissima, passando poi per il nostro Visitor Center, ovvero l’antica Chiesa di Santa Maria della Misericordia e primo ospitale della città. Si approda infine all’imponente Castel Sismondo (in esterna), oggi sede del Fellini Museum, rimaneggiato durante il periodo in cui Rimini era, dopo che il Pandolfaccio l’aveva svenduta, sotto dominio veneziano. La visita sarà anche l’occasione per conoscere l’inconsueto Portolotto, un dialetto veneto parlato a Rimini fino al secolo scorso.

Sempre domenica 19, VisitRimini organizza anche una visita guidata dedicata ai bambini e alle famiglie dal titolo "Rimini Incredibile!". Una passeggiata alla scoperta dei luoghi e dei racconti più misteriosi e fantasiosi del centro storico di Rimini, da vivere vestiti in maschera. Racconti pieni di strane creature, oggetti volanti, diavoli e santi, orchi, folletti, fantasmi, tra fantasia e tradizione.

Mostre

Nel fine settimana ampio spazio anche alla bellezza e alla cultura artistica. Sono numerose le mostre a Rimini e provincia da visitare e ammirare.

A Rimini, un’esposizione permanente con l’ambizione di diventare per il pubblico di tutto il mondo, il luogo dove potere incontrare e riscoprire l’universo inimitabile di Federico Fellini. "Fellini Museum" è, infatti, il più grande progetto museale dedicato al regista riminese che coniuga la poesia del cinema felliniano con le tecnologie e lescelte urbanistiche più innovative. Un museo diffuso su tre spazi: CastelSismondo, Piazza Malatesta, la grande area urbana con porzioni a verde, arene per spettacoli, installazioni artistiche come il Bosco dei nomi e il Palazzo del Fulgor, dove a piano terra ha sede il cinema, mentre i piani superiori sono spazi deputati all’informazione, allo studio e alla ricerca con l’Archivio digitale, la stanza delle parole, il Cinemino, il Convivio, mentre altre visioni felliniane si succedono al terzo piano. Un Museo dell’immaginario che interpreta il cinema del regista non come opera in sé conclusa, ma come chiave del “tutto si immagina”.

Al Museo della Città, la Memoria delle vittime dell'Olocausto continua a rivivere attraverso la mostra Auschwitz-Birkenau 1940-1945. Campo di concentramento e centro di messa a morte. Fino a domenica 26 febbraio sarà possibile ripercorre la storia del più grande campo di concentramento e centro di sterminio nazista, per mezzo di un’accurata cartografia, una ricca documentazione iconografica e un approfondimento tematico sulle deportazioni dall’Italia a Auschwitz.

Il Palazzo del Fulgor ospiterà fino al 19 marzo il progetto miniaturistico “Amarcord Disegnato”, in cui l'artista Agim Sulaj prende il film Amarcord e lo frantuma nelle sue parti atomiche, restituendoci personaggi e atmosfere del capolavoro di Fellini. Sessantacinque oli su tavola, di piccole dimensioni, che esaltano le campiture di colore e i tagli di luce che compongono le inquadrature del film poichè "più che da vedere, i film di Fellini sarebbero da sfogliare". Così sosteneva in maniera provocatoria Morando Morandini, uno dei maestri del giornalismo cinematografico italiano. Film da riportare al loro elemento originario, il fotogramma, per apprezzarne l’essenza specificamente pittorica del cinema del maestro riminese. E a questo "invito" sembrerebbe rispondere appieno l'artista albanese Agim Sulaj.

Inoltre, in occasione delle celebrazioni per l'anniversario di nascita del Maestro, gli spazi museali presenti in città saranno accessibili in maniera totalmente gratuita (compreso il Fellini Museum con le sue sedi di Castel Sismondo e del Palazzo del Fulgor).

La Galleria dell’Immagine della Biblioteca Civica Gambalunga, a partire da sabato 21 gennaio ospiterà la mostra fotografica "Rimini Ritrovata". Immagini degli anni Cinquanta negli scatti inediti di Amedeo Montemaggi. Un sorprendente numero di negativi, ritrovati pochi anni fa tra gli effetti personale dell'appassionato d'arte, con immagini mai stampate (tranne pochissime eccezioni). Il fondo fotografico conta circa 40.000 scatti a partire dal 1954 in avanti, che documentano sistematicamente eventi, personaggi e paesaggi riminesi, compreso il patrimonio artistico e architettonico della città. Si tratta d’immagini in bianco e nero che ritraggono in ogni aspetto storico-artistico e di costume, la società e i paesaggi riminesi della ricostruzione, i primi anni del boom turistico in cui si testimoniano visioni urbane perdute, tradizioni culturali scomparse, avvenimenti mondani, la moda e i personaggi di quella epoca in cui si gettarono le basi della Rimini contemporanea.

Riccione, nell’ambito della Festa infinita, la serie di eventi che la città dedica al suo Centenario, il delizioso scrigno liberty di Villa Franceschi che conserva al suo interno opere d’arte dal ‘900 ai giorni nostri, si vestirà, nelle sale al piano terra, dei colori brillanti del mosaico contemporaneo in suggestivo dialogo con gli ambienti di primo ‘900. Da sabato 22 ottobre a lunedì 10 aprile 2023 la Villa ospiterà Tessere i sogni. La mostra dell'artista Luca Barberini, mosaicista di fama nazionale ed internazionale sarà composta da una serie di opere quasi tutte inedite appartenenti alla sua più recente produzione dedicata al tema del sogno e alla rievocazione delle visioni notturne che affollano la mente dell’artista durante il sonno.

All'interno della medesima cornice, a partire da giovedì 22 dicembre, nello spazio creativo Art Room sarà possibile ammirare Opulenza, una esposizione di sei abiti insoliti e fastosi. L’esposizione vuole rendere omaggio alla moda intesa come "l’arte dell’invenzione” e nasce proprio dall’idea di reinventare forme di abiti estremamente eleganti abbinati ad accessori a cui è stata data una nuova vita. Dunque, una piccola ma preziosa collezione realizzata da capi che simboleggiano il concetto di rinascita e rigenerazione di abiti grazie all'utilizzo degli accessori che li adornano, in cui risalta la volontà di portare alla luce una bellezza "opulenta" di veri e propri “abiti gioiello”.

La Galleria del Centro della Pesa, a partire da giovedì 22 dicembre ospiterà la mostra fotografica Archeologia a Riccione, facendo emergere gli scavi archeologici realizzati sulla collina del Castello degli Agolanti, frutto di un attento e scrupoloso studio condotto da parte del Museo del Territorio in collaborazione con l’Università degli studi di Bologna e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. La mostra, i cui scavi sono stati realizzati con il supporto di un’equipe composta da venti studiosi provenienti da tutta Italia, tra cui tredici studenti universitari, documenta le tappe principali della campagna di scavi, l’attività di ricognizione dei reperti archeologici del territorio, le fasi di studio con i laureandi e gli studenti nei depositi del museo, il rilievo architettonico del castello e la carta delle potenzialità archeologiche. I reperti rinvenuti durante gli scavi archeologici, arricchiranno il patrimonio del Museo e saranno custoditi in un’apposita teca all’interno degli spazi museali che ospitano la collezione permanente.

Inoltre, a partire da sabato 26 novembre Villa Mussolini ospiterà la mostra Frida Kahlo. Una vita per immagini. Attraverso un centinaio di scatti, per la maggior parte originali, il progetto mira a ricostruire le vicende della vita controcorrente della grande artista messicana, alla ricerca delle motivazioni che l’hanno trasformata in un’icona femminile e pop a livello internazionale.

A Cattolica, a partire da sabato 11 febbraio la Galleria Comunale Santa Croce offrirà i propri spazi per ospitare la mostra Il canto della retara di Laura Renna. L'esposizione, s'inserisce all'interno del progetto Mansio: una programmazione di mostre di artisti contemporanei che si susseguiranno presso la struttura nel corso del 2023.
Ne Il canto della retara, l'autrice si relazionerà con la marineria tradizionale cattolichina. Insieme a pescatori e retai, le retare erano le donne che riparavano le reti. Si narra cantassero mentre lavoravano, sedute con in mano un agone, o linguetta di legno, e una matassa con la quale riparavano questi grandi attrezzi annodati, realizzati in corda o spago ottenuti da fibre naturali. Così come le retare, anche le mani di Laura Renna lavorano con materiali naturali. Entrano nelle cavità create dalla lavorazione della lana, mentre il corpo si muove seguendo l’andamento dei filamenti che rinascono a contatto con le mani e sono portatori di storie, così come lo è la rete sotto le mani dei pescatori e delle donne che la riparavano.

A Santarcangelo, il Museo Storico Archeologico (Musas) a partire da giovedì 5 gennaio ospiterà la mostra “Lo spazio del tempo. Calendari romani tra ritmi naturali e culturali”: un racconto sull’origine dei calendari, strumenti creati in epoca romana per misurare il tempo e particolarmente significativi per il patrimonio archeologico della città, fortemente caratterizzato dalla vocazione agricola e dalla continuità delle tradizioni legate alle fiere stagionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine settimana in maschera con Color Coriandolo, l’Isola del Carnevale, ma anche mostre e teatro

RiminiToday è in caricamento