Giovedì, 17 Giugno 2021
WeekEnd

Weekend con Giardini d’autore, Balconi fioriti, Primavera in piazza, Giornate Fai e mostre

Il fine settimana riminese si anima con appuntamenti dedicati alla primavera, alla scoperta della Santarcangelo misteriosa, a mostre ed escursioni. Ecco la guida per scegliere l’appuntamento giusto

Questo weekend si presenta con tanti appuntamenti per tutti i gusti. Si va dai Giardini d’autore nel polmone verde di Rimini ai Balconi fioriti a Santarcangelo alla Primavera in piazza a San Giovanni in Marignano. Non mancano gli appuntamenti con la cultura e le escursioni alla scoperta di luoghi sconosciuti e per chi ama il cinema da non perdere le repliche al cinema Tiberio di Nomadland e Minari. C’è l’imbarazzo della scelta. Non resta che scegliere dove andare e godersi il momento.

Torna la manifestazione più fiorita di Rimini

Da venerdì a domenica appuntamento con i Giardini d’Autore nel più grande polmone verde di Rimini: Piazza sull’Acqua, Ponte di Tiberio, Borgo San Giuliano. Protagoniste, come sempre, saranno le selezioni botaniche dei migliori vivaisti provenienti da tutta Italia, con le loro piante e i loro fiori rari che a maggio regaleranno fioriture spettacolari mai viste, a cui si affiancheranno gli artigiani del verde, le mostre d’arte e le installazioni di design. Non mancheranno conferenze, incontri, laboratori che, grazie agli spazi sempre più ampi a disposizione, potranno svolgersi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, contribuendo a creare ancora una volta uno degli appuntamenti più attesi della primavera a Rimini.  

Balconi fioriti, Primavera in piazza e Giornate Fai

A Santarcangelo le vie e le piazze del centro si coloreranno con piante, fiori e artigianato grazie al ritorno di Balconi fioriti. Una due giorni per gli amanti del verde e non solo. Non mancheranno bancarelle, punti ristoro, dolciumi e poi spettacoli, mostre, iniziative culturali, concorsi e animazioni. Particolare attenzione sarà data alle “rose” con decine di varietà, da quelle più classiche e tradizionali a quelle selezionate in tempi recenti. ?In Piazza Ganganelli ci saranno espositori provenienti da tutto il territorio che allestiranno un giardino a cielo aperto. Mentre piazza Marini ospiterà il mercato dei produttori agricoli locali, l’artigianato, l’erboristeria. Ci trasferiamo a San Giovanni in Marignano dove torna “Primavera in Piazza”, la manifestazione dedicata ai prodotti naturali. Oltre 40 gli espositori presenti che proporranno prodotti alimentari tipici e di erboristerie, artigianato, piante e fiori. Oltre alla proposta delle bancarelle, il programma prevede in Piazza Silvagni la ‘Casetta per lo scambio dei semi’ che ha l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza verso una cultura della condivisione e dello scambio comunitario, e il laboratorio ‘Bombe di semi per giardinieri in erba’ per creare con l'argilla, la terra ed i semi. Nel vicino Parco dei Tigli, il Centro Ippico Marignano mette a disposizione alcuni pony per la gioia dei più piccoli, che potranno provare l’emozione di una breve passeggiata. E tanti altri appuntamenti da non perdere. Questo fine settimana torna anche l'appuntamento con le meraviglie "nascoste" della provincia di Rimini con le Giornate Fai che prevedono 46 aperture gratuite in 25 luoghi diffusi in tutta la regione, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria. A Rimini appuntamento con l’esplorazione del paesaggio naturalistico seguendo il percorso di un fiume, il Rio Melo, un piccolo corso d’acqua con una grande storia per il territorio.

Cosa fare a Ravenna nel weekend

Cosa fare a Forlì nel weekend

Cosa fare a Cesena nel weekend

Festival delle arti dell'infanzia e dell’adolescenza ?e laboratori con Allegra Corbo

Venerdì appuntamento con la quarta edizione di Filo per Filo | Segno per Segno, festival delle arti dell’infanzia e dell’adolescenza creato da Alcantara Teatro per dare voce all’espressività giovanile contaminando i contesti urbani e dallo scorso anno anche il web. Il festival torna fisicamente nei luoghi di Rimini, Santarcangelo di Romagna e Pennabilli, mantenendo anche attività e incontri online. Il programma prevede azioni teatrali, laboratori, passeggiate, installazioni, workshop, riflessioni di pedagogia e arte. Il tema portante di quest’anno sarà la libertà. Da sabato prenderanno vita, anche, le Favole al telefono: le voci dei piccoli allievi di Alcantara giungeranno attraverso il telefono a tutti quegli adulti che vorranno ritornare, almeno per pochi minuti, ad abbandonarsi alla piacevolezza di una favola prima di addormentarsi, come in una sorta di ninna-nanna capovolta e di ruoli che si invertono. Mentre sabato e domenica i bambini potranno essere coinvolti nell’Universal Totem, un laboratorio di cut out e collage con le forme della Natura: fiori, animali, piante, il sole, il cielo, il corpo umano, la geometria, i pianeti, gli Dei, elementi semplici, colori vivaci, carte miste. Forbici, taglierino, colla, si disegna, si ritaglia si attacca. Per bambini dai 6 anni in su, i laboratori si svolgeranno al Musas Museo storico archeologico di Santarcangelo. Per partecipare è obbligatoria. 

Di mostra in mostra

Sabato alle ore 10 nel giardino della biblioteca di Santarcangelo sarà inaugurata la mostra "Il ramo d'oro" di Allegra Corbo allestita nelle sale della Baldini e del Museo Storico Archeologico. All’evento, al quale sarà possibile partecipare di persona e sarà anche trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dei Musei comunali di Santarcangelo, interverranno la visual artist, la sindaca Alice Parma e la vicesindaca e assessora alla cultura Pamela Fussi.?Per partecipare alle visite è obbligatoria la prenotazione. Negli spazi dell’ex Cinema Sant’Agostino, invece, si può ancora ammirare la mostra dal titolo “La stanza degli abbracci, ovvero la stanza degli affetti mancanti”. La mostra, una collettiva a cui partecipano dieci artisti, nasce da un’idea di Moreno Mondaini, titolare della galleria di via Bertola. Attraverso il linguaggio dell’arte il curatore vuole dare voce al silenzio assordante e crudele delle solitudini che troppe persone stanno vivendo in questo periodo di pandemia. ?Mentre al Museo della città, la Madonna col Bambino di Benedetto Gennari (1633-1715) aprirà la rassegna di arte antica Unicum – Racconti al Museo allestita nello spazio della Manica Lunga, reso particolare dal bel progetto allestito dagli architetti Mori Cumo Roversi. Il dipinto rimarrà esposto fino al 13 giugno per poi lasciare spazio ad altre due opere del seicento: “Il ritrovato ritratto di Alessandro Tassoni” di Simone Cantarini e “Paesaggio con Amorini in gioco” di Guido Neri. A Cattolica sabato è l’ultimo giorno per ammirare la retrospettiva fotografica "110 Giri - Il Giro d'Italia a Cattolica" in mostra al Palazzo del Turismo in occasione del 104° Giro d'Italia e della 5^ Tappa Modena - Cattolica. Una retrospettiva dedicata al Giro d'Italia e al suo rapporto con la città, un percorso amoroso che segue il filo "rosa" del Giro e il suo intrecciarsi con la storia di Cattolica. Centodieci sono gli anni dal primo passaggio, era il 1911 quando la Corsa Rosa, nata nel 1909, attraversa Cattolica durante la Bologna - Ancona del 29 Maggio. Ingresso libero. Aperto dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. Ingresso contingentato e mascherina obbligatoria secondo normativa vigente anti covid-19 Obbligatoria la prenotazione.?

Tour guidati tra mistero, natura e murales

?Sabato e domenica sono le giornate ideali per riscoprire la città o partecipare a delle escursioni. In occasione di Balconi Fioriti, sarà possibile fare una passeggiata alla scoperta dei misteri e delle leggende santarcangiolesi con le guide della Pro Loco.?Tour guidato all’interno della città sotterranea e lungo i vicoli del borgo antico sedotti da racconti misteriosi e da suggestive leggende, dalla Dama Bianca alla maga Sghetta, dal Ribess a segrete vie di fuga...?Per l’occasione “floreale”, in omaggio, la pubblicazione dedicata al “Maestro delle api” Carlo Carlini. E’ necessaria la prenotazione.
 VisitRimini invece organizza due tour: ‘Urban art: tracce di memoria sui muri della città’ e "in bici tra ville e colonie". Il primo appuntamento è un itinerario guidato tra le vie del borgo San Giuliano alla scoperta delle pareti variopinte delle case dove si trovano impresse tracce indelebili del passato, curiosi personaggi legati alle origini rurali e marittime, personalità del mondo dello spettacolo (e.g. Federico Fellini,) piccole e grandi «macchiette» che da tempo dialogano con il presente. Mentre domenica appuntamento con "In bici tra ville e colonie" Un emozionante tour in sella ad una bicicletta fra ville Liberty e vecchie colonie in cui saranno raccontati fatti, episodi e aneddoti divertenti di una Rimini che non c’è più. ma non per tutti. In questo tour dal sapore nostalgico andremo a visitare le ville storiche come Villa Baldini, Villa Solinas e il Villino Cacciaguerra (Embassy) e le  olonie legate al Ventennio che hanno segnato la costa romagnola. Sempre domenica Cristian Savioli organizza l'escursione che farà toccare i luoghi della parte finale della Valmarecchia: Torriana, Saiano, Verucchio. Le storie dei Malatesta che in questi luoghi hanno visto il sorgere della loro dinastia. Le citazioni dantesche, al caldo dell'Inferno. In un piccolo lembo di terra sono condensate le caratteristiche magiche di un'intera vallata. Pranzo al sacco. Raccomandate scarpe da escursionismo ed abbigliamento comodo. È necessaria la prenotazione 
Se ami camminare alla scoperta di nuovi luoghi domenica non perdere l'escursione che farà toccare i luoghi della parte finale della Valmarecchia: Torriana, Saiano, Verucchio. Le storie dei Malatesta che in questi luoghi hanno visto il sorgere della loro dinastia. Le citazioni dantesche, al caldo dell'Inferno. In un piccolo lembo di terra sono condensate le caratteristiche magiche di un'intera vallata. Pranzo al sacco. Raccomandate scarpe da escursionismo ed abbigliamento comodo. È necessaria la prenotazione

“Nomadland” e “Minari” replicano al Tiberio

Al Cinema Tiberio da venerdì a domenica sarà possibile vedere le repliche di due film di grande successo “Nomadland” di Chloé Zhao, interpretato da Frances McDormand (attrice che arriva a tre Premi Oscar per le sue interpretazioni), Linda May e David Strathairn. Il film è vincitore di tre prestigiose statuette (miglior film, miglior regia e migliore attrice protagonista) che si aggiungono al Leone d’Oro a Venezia 2020, ai quattro premi BAFTA e ai due Golden Globe vinti in precedenza. ?E il film Minari di Lee Isaac Chung con Steven Yeun, Ye-ri Han, Yuh Jung Youn, Alan S. Kim, Noel Cho e Will Patton, vincitore del Premio Oscar per la migliore attrice non protagonista, del Golden Globe per il miglior film straniero e miglior film al Sundance Festival. Biglietti interi € 7, ridotti € 6, Tiberio Club € 5. La capienza attuale della sala, secondo le norme vigenti di sicurezza, è di 58 posti con le sedute a distanza di un metro, ai sensi del protocollo Covid. ? 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend con Giardini d’autore, Balconi fioriti, Primavera in piazza, Giornate Fai e mostre

RiminiToday è in caricamento