rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
WeekEnd

Weekend tra fogheraccia, cioccolato, Giardini d’Autore, omaggi a Tonino Guerra e Raoul Casadei e Rimini Marathon

Molti gli appuntamenti di questo fine settimana con la tradizione, gli eventi dedicati alle piante, al cioccolato, al liscio, ma anche mostre, teatro, cinema e sport

Il weekend si presenta ricco di appuntamenti. Si parte con CiocoPapà a Cattolica, Giardini d’Autori a Rimini, Omaggio a Raoul Casadei con il Ballo e le Giornate di Marzo per Tonino Guerra. Per poi passare alla tradizione con la Fogheraccia, all’archeologia del gusto e agli appuntamenti a teatro con Don Juan e Antigone. Non mancano le mostre, gli appuntamenti per i più piccoli, prime visioni e lo sport con la Rimini Marathon. C’è l’imbarazzo della scelta. Non resta che scegliere dove andare e godersi il momento.

Degustazioni di cioccolato con CiocoPapà

Golosi e amanti del cioccolato si danno appuntamento a Cattolica per la tre giorni di “CiocoPapà”, uno degli eventi più dolci della Regina con degustazioni gratuite a base di cioccolato, laboratorio per i piccoli e il concorso “Un dolce per il papà”. A tutti i bambini partecipanti del concorso verrà consegnato un premio, i primi classificati riceveranno anche dei biglietti ingresso per San Marini Park Adventures. ?La tre giorni dedicata alla “dolcezza” apre venerdì dalle 15.30 con l'esposizione dei prodotti a base di cioccolato, prodotti di pasticceria e golose specialità. 

Giardini d’Autore a Rimini

L’area verde più bella di Rimini farà da cornice a Giardini d’Autore, l’evento più profumato e colorato che da il benvenuto alla primavera riminese dedicato alle piante, al giardino, all’arte, al paesaggio e alla bellezza.? Saranno tre giorni da vivere tra laboratori di giardinaggio, corsi di decorazione, incontri, visite guidate, passeggiate e appuntamenti per grandi e piccoli. Gli Spazi d’Autore saranno sempre più ricchi di ispirazioni grazie ai paesaggisti e ai designers scelti per interpretare giardini e terrazzi. Ritornano anche gli spazi che hanno reso famoso Giardini d’Autore a Rimini come la Terrazza sull’Acqua con affaccio sul ponte di Tiberio, l’elegante bistrot con le proposte dello chef Silver Succi, la Giardini Farm Market con i produttori agricoli e il Biberius Wine Bar dedicato ai vini d’eccellenza in collaborazione con la Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini, e ancora l’area pic-nic e street food per colazioni, brunch, merende del contadino e aperitivi tra orti e giardini insieme a Ferramenta Cafè. Tra le novità di questa edizione uno spazio speciale dedicato alle Flowers Farm con appuntamenti e laboratori di decorazione organizzati in collaborazione con Slowflowers Italy per conoscere da vicino queste nuovissime realtà e scoprire come sta cambiando il mondo del flowers design.?

Dall’omaggio a Raoul Casadei a Le Giornate di Marzo per Tonino Guerra

A Cattolica l’Orchestra Mirko Casadei e Maria Pia Timo, icona della romagnolità al femminile, omaggiano il Re del liscio con “Il Ballo” a distanza di un anno dalla sua scomparsa. Il ballo porta in teatro la storia del liscio ripercorrendo l’evoluzione sociale delle ultime generazioni, attraverso quello di coppia, dagli inizi della Romagna rurale di Carlo Brighi, poi nell’Italia del dopoguerra di Secondo Casadei, passando per i successi nazionali di Raoul, fino alle discoteche ancora semichiuse del presente. L’Orchestra Mirko Casadei e Maria Pia Timo mescoleranno canzoni e brani comici sull'immaginario del mondo delle balere, classici che sarà impossibile non cantare tutti assieme e storie e segreti degli evergreen di questo genere musicale. A Pennabilli e Santarcangelo, invece, prendono vita “Le Giornate di Marzo per Tonino Guerra”, la rassegna in onore al poeta che quest’anno celebra anche il decennale dalla morte del Maestro. Protagonisti delle Giornate di Marzo saranno: Carmen Yáñez, poetessa e attivista cilena, moglie di Luis Sepúlveda, l’agronomo e paesaggista francese Gilles Clément, il filosofo e saggista Gilles Tiberghien, il pedagogista e filosofo Duccio Demetrio e il produttore cinematografico Carlo Degli Esposti. L’apertura sarà sabato al Teatro Vittoria, con l’incontro sul tema “Paesaggi in movimento, poetiche del camminare. La manifestazione vede il suo clou con l’assegnazione, a Santarcangelo, del Premio alla Poesia Tonino Guerra a Carmen Yáñez.

Cosa fare nel weekend a Cesena

Cosa fare nel weekend a Forlì

Cosa fare nel weekend a Ravenna

Fogheraccia tra mare e collina

Torna la tradizionale fogheraccia sulla spiaggia e in collina. Appuntamento a Rimini, Viserba, Viserbella e San Giovanni in Marignano.per accendere il fuoco e trascorrere un momento che ha da sempre un alto valore simbolico. Un rito della tradizione popolare che ha resistito al passare del tempo e capace di riunire attorno al fuoco famiglie, giovani, nonni. È il momento che segna l’addio all’inverno e il benvenuto alla primavera. A Rimini ci si ritroverà attorno al fuoco, allestito da Anthea con materiali di raccolta: oltre alla fogheraccia, sul lungomare in zona piazzale Boscovich sarà allestito un mercatino, con le tradizionali bancarelle di generi attive già dal primo pomeriggio. Mentre a Viserba il fuoco beneaugurante sarà accompagnato da stand gastronomici, a Viserbella con piada con salsiccia accompagnata da vino e birra e a San Giovanni in Marignano con dolci, vino, canti e racconti della Romagna contadina.
 

Archeologia del gusto

Alimentazione e archeologia cos’hanno in comune? Apparentemente niente, se non fosse per la rassegna “Archeologia del gusto. La storia è servita” che le mette insieme raccontando al pubblico le abitudini alimentari e conviviali dei secoli passati utilizzando le fonti archeologiche. Domenica a Riccione primo appuntamento con la rassegna che vedrà Maurizio Cattani, professore di Preistoria e Protostoria all’Università di Bologna, presentere il libro dal titolo “Il cibo del deserto. L'alimentazione nell’Arabia sud-orientale dalla preistoria all'Islam”. L'esposizione illustrerà l'evoluzione della cucina nell'Arabia sud-orientale fino all'età islamica con un approfondimento sulle tradizioni del Sultanato dell'Oman dove il professore conduce ricerche archeologiche dagli anni Novanta.

Un viaggio nella storia tra donne spregiudicate con Lia Celi

Lia celi, sarà a Poggio Torriana per una conversazione brillante e senza veli che prende spunto da suoi testi: Quella sporca donnina e A pari merito.  L’incontro con la scrittrice e giornalista è un viaggio nella storia tra donne spregiudicate che fanno paura e affascinano, perché distruggono le norme del vivere civile; e una storia che racconta anche ai giovani la lotta per l'uguaglianza, l'emancipazione e l'integrazione. Per affrontare con intelligenza e ironia gli stereotipi di genere. Con incursioni e letture nei testi dell’autrice. L’incontro rientra nella rassegna di teatro e arti contemporaneo “Mentre Vivevo”.

A Viserba si piantano 100 giovani alberi 

Vuoi dare un contributo contro il cambiamento climatico e tutelare l’ambiente? L’appuntamento per te è domenica a Viserba quando 
la BCC dell’Emilia Romagna e le Banche di Credito Cooperativo operanti sul territorio di Rimini insieme a Legambiente Valmarecchia daranno vita al “BancaBosco” di Rimini. Come? Mettendo a dimora 100 alberi. Saranno i volontari di Legambiente, i Giovani Soci delle Banche di Credito Cooperativo coinvolte e tanti abitanti del territorio a piantare 100 giovani alberi nell’area circostante che daranno vita alla “BancaBosco” di Rimini. 

Di mostra in mostra

Sono molte le mostre da poter ammirare nel fine settimana a Rimini e provincia. Iniziamo andando al Museo etnografico di Santarcangelo dove inaugura la mostra “Il tempo nella memoria degli oggetti”, un percorso che offrirà agli oggetti della tradizione una rilettura creativa e attuale, realizzata degli studenti del primo anno del corso di laurea triennale di Design del prodotto industriale dell’Università degli Studi di Ferrara. Al Museo Storico Archeologico, invece, viene ospitata la mostra dal titolo “Accordi e fughe” un progetto espositivo che dà voce alla poliedrica attività artistica di Filippo Sorcinelli: un’attività che spazia dalla produzione di paramenti sacri alla pittura, dalla fotografia alle installazioni, passando per la musica fino alla produzione di collezioni olfattive, le cui fragranze verranno diffuse all’interno del complesso museale garantendo al visitatore un’esperienza multisensoriale. Restiamo a Santarcangelo di Romagna con la mostra “Frammenti” a cura dell’artista e fotografo francese Michel Rosenfelder che dialoga con lo spettatore attraverso opere fotografiche e installazioni. Tra frammenti fisici e simbolici l’artista invita a un viaggio immaginario attraverso una selezione di scatti oscillanti tra figurativo e astrazione. Una riflessione articolata sul concetto di superficie partendo dal fatto che in questi suoi scatti riprende unicamente dei muri a distanza ravvicinata. Ci trasferiamo a Rimini e andiamo a Le Befane Shopping Centre dove sono esposte le creazioni di Marco Lodola. La mostra è un'occasione per ammirare da vicino capolavori di arte contemporanea coinvolgendo il pubblico in una nuova esperienza estetica sorprendente e inattesa. Saranno in totale 23 le installazioni di Lodola: 8 opere luminose in piazza Zara, mentre altre 15 verranno posizionate nelle vetrine dei negozi del centro commerciale riminese. Da Rimini andiamo a Riccione dove a Villa Mussolini si potrà ancora ammirare un importante evento espositivo dedicato alla grande fotografia con Elliott Erwitt family. Elliott Erwitt. Family è un piccolo campionario di storie umane che racconta l’evoluzione della famiglia dal dopoguerra all’inizio del nuovo millennio. La mostra è composta da 58 fotografie in bianco e nero selezionate personalmente dall’autore insieme alla curatrice Biba Giachetti.

Di teatro in teatro

Teatro protagonista questo fine settimana con Don Juan e Antigone e rappresentazioni per i più piccoli. Si inizia a Rimini con la danza che va in scena con “Don Juan”, la nuova produzione della Fondazione Nazionale della Danza - Aterballetto, firmata da Johan Inger che racconta una versione del Don Giovanni in un atto unico. Attraverso una lettura innovativa e freudiana, nel Don Juan viene riscritta la relazione di Don Giovanni con la figura del Commendatore, sostituito dall’introduzione di una “Madre”. E Don Giovanni diviene un essere umano che probabilmente ha subito il grande trauma dell’abbandono materno. Il risultato è un balletto narrativo con un forte accento sulla drammaturgia e dove la lettura psicanalitica diventa centrale: Don Juan è schiavo delle sue compulsioni e la coreografia realizzata intorno ai duetti tra il protagonista e le sue amanti trova stili diversi per ogni personaggio femminile. A San Giovanni in Marignano, invece, va in scena l’Antigone di Sofocle. Un classico tra i Classici, Antigone, storia di ribellione, di lotta tra generazioni per affermare il diritto alle proprie scelte e l'umanità del vivere. La tragedia narra la vicenda di Antigone che decide di prestare onori funebri al corpo del fratello Polinice, contravvenendo all'editto di Creonte che ne vieta la sepoltura perché traditore di Tebe, e con questo atto va incontro alla morte. Antigone agisce, ed oppone alla legge umana la legge divina, alla legge della ragione la legge del cuore. Per i più piccoli, appuntamento a San Clemente con “A Teatro con Mamma e papà!”. Francesco Tonti e Daniele Maggioli porteranno in scena “Equilibrì” (che sostituisce “Una strana consegna”). Mentre a Misano Adriatico bambini a teatro con “Il folletto Mangiasogni”. Il folletto Mangiasogni è liberamente tratto da "il Mangiasogni" di Michael Ende. Il folletto Mangiasogni vive in un bosco tutto bianco ed è un buffo ometto dal colore della luna, occhi sfavillanti come le stelle, bocca straordinariamente grande e soprattutto affamato di brutti sogni, che a lui piace mangiare con forchetta e coltello. Ora è nel suo bosco e aspetta che un bambino lo chiami, per correre a mangiargli il brutto sogno. Per chiamare il Mangiasogni serve una formula magica…una filastrocca…alla quale il folletto non può resistere e lo fa correre a velocità supersonica al capezzale del bambino che lo ha invitato. Una fiaba moderna, piena di humour e allegria, che affronta uno dei problemi più sentiti dei bambini! 

In prima visione “Voyage of Time” di Terrence Malick

Il nuovo film di Terrence Malick "Voyage of Time", arriva finalmente sul grande schermo per condurre lo spettatore all’esplorazione del passato planetario e al contempo alla ricerca di una futura collocazione nell’universo per l’umanità. Un inno alla natura e alla vita che si propone di forgiare una nuova, ipnotica storia della stessa vita della Terra, cogliendo la magia espressiva del cosmo non facilmente osservabile, ma del quale siamo partecipi in ogni istante della nostra esistenza. Voyage of Time Malick invita lo spettatore a sondare in profondità 14 miliardi di anni tra passato, presente e futuro, ricostruendo la cronologia scientifica della Terra, dalla nascita delle stelle alla comparsa dell’uomo sul pianeta. Nell’arco di diversi anni, Malick con questo lavoro ha voluto creare un nuovo formato sperimentale, al confine tra effetti speciali tradizionali ed effetti digitali all’avanguardia. 

Si corre con la Rimini Marathon

Podisti e amanti della corsa si danno appuntamento per la Rimini Marathon che torna protagonista dopo 2 anni di assenza. Quest’anno sarà dedicata a Federico Fellini. Infatti per la gara regina, la 42Km, è stato scelto il nome “Amarcor Rimini Marathon". Anche quest’anno l'Arco d'Augusto è la location prescelta per il villaggio della Rimini Marathon, dove oltre al ritiro del pacco gara, sono presenti espositori del settore. La Rimini Marathon partirà dall’Arco d’Augusto per arrivare a Misano Adriatico e poi rientrare verso Rimini, lungo la costa. L’arrivo dei primi atleti è previsto intorno alle 11.30. Alla maratona si affianca la Ten Miles sulla distanza di 16 km e la Family Run (6 km): il via è sempre domenica alle ore 9.30, subito dopo la partenza della maratona. Previste modifiche alla circolazione.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend tra fogheraccia, cioccolato, Giardini d’Autore, omaggi a Tonino Guerra e Raoul Casadei e Rimini Marathon

RiminiToday è in caricamento