Biodiversità urbana, presentati i progetti di "Là dove c’era l’erba…"

Sono 18 i progetti pensati e sviluppati da 30 giovani riminesi under 35 per gli spazi verdi della città

Sono 18 i progetti pensati e sviluppati da 30 giovani riminesi under 35 per gli spazi verdi della nostra città e 5 borse di studio per l’avvio delle 5 idee progettuali prime classificate. Questo il risultato del progetto "Là dove c’era l’erba…I giovani di Rimini per la Biodiversità", promosso dal Comune di Rimini e finanziato da ANCI col programma “ComuneMente Giovane” 2014, che si è concluso sabato 11 giugno, presso Rimini Tourism Innovation Square di Palazzo Buonadrata, con il BarCamp "Coltiviamo la città". Il Bar Camp, organizzato dal Piano Strategico e durato l’intera giornata, è terminato con la premiazione dei migliori progetti d’impresa, sociali o creativi sviluppati dai giovani che hanno partecipato al progetto relativo alla co-progettazione di spazi urbani destinabili ad agricoltura e biodiversità.

Grazie a Là dove c’era l’Erba, 60 giovani hanno avuto la possibilità di partecipare ad un percorso di formazione, di approfondire le tematiche dell’agricoltura urbana e della biodiversità e di presentare le proprie idee durante la business competition finale. In 5 mesi di attività i partecipanti hanno avuto modo di confrontarsi su esperienze di successo insieme agli esperti del settore; creare orti urbani su aree pubbliche disponibili; presentare un'idea innovativa e mettere a punto i loro progetti con le consulenze del gruppo tecnico. In finale sono giunti 30 giovani con 18 progetti per la città di Rimini, raggruppati in 4 gruppi tematici. Il gruppo Giardini Tematici ha presentato: giardini vegetali, vivai, spazi verdi polifunzionali, giardini terapeutici, sensoriali e ricreativi, giardini artistici ed esperienziali. Un gruppo di giovani ha presentato idee per gli Orti Urbani e Sociali per promuovere l’agricoltura urbana e reti solidali di accesso al cibo sano, comunità di supporto agricolo, progetti di cura di spazi inedificati, mercati agricoli e presidi di cibo a km 0. Sono stati poi presentati progetti di Produzioni e Filiere in Campo Agricolo legati all’impiego di colture da inserire nel mercato in settori differenti. Infine, alcuni progetti di Tecnologia Applicata all’Agricoltura Urbana e alla Biodiversità hanno applicato l’innovazione informatica all’agricoltura, alla manutenzione del verde, alla produzione e autoproduzione di cibo senza la necessità di grandi quantità di terreni coltivabili.

Durante la mattinata di sabato 11 giugno i giovani hanno avuto la possibilità di confrontarsi con esperti e potenziali partner iscritti all’evento e terminare le presentazioni dei progetti. Nel pomeriggio, con tanta emozione, i giovani hanno presentato i progetti ad una Commissione di esperti. Tra questi, sono stati selezionati i 5 vincitori delle borse di studio: Il “Cammino Sensoriale”, è un giardino terapeutico, un percorso guidato dove l’utente potrà sperimentare singolarmente i propri sensi. MaL’Erba consente una migliore gestione e progettazione del verde, sia pubblico che privato, attraverso una metodologia basata sull’utilizzo del software GIS, unita ad uno studio preliminare delle aree interessate. E BARCORT (IL BARCORTO) – giardini marini dimenticati, ha come obiettivo il ripristino di micro ecosistemi marini perduti al fine di rinaturalizzare la spiaggia. Il Progetto Bambù/ per una Rimini verde mare nasce a Rimini per promuovere il rinnovo delle strutture balneari al fine di scoprire le potenzialità di una pianta ancora troppo poco diffusa in Italia. Agri-Cinema, visioni rurali con assaggi subliminali si pone l’obiettivo di tutelare e valorizzare l’identità della produzione agricola italiana unendo agricoltura e intrattenimento attraverso il format di cinema en plein air in luoghi rurali.

Oltre ai 5 progetti che hanno ottenuto il riconoscimento, anche tutte le altre proposte saranno prese in considerazione dall’Amministrazione Comunale in merito alle loro possibili intersezioni con le progettazioni in atto e gli spazi disponibili. Là dove c’era l’Erba ha consentito, oltre all’elaborazione delle proposte progettuali, di realizzare installazioni verdi in alcune aree urbane, di lanciare un contest fotografico ai giovani cittadini e di realizzare la prima sperimentazione in Italia del software ITree, con la collaborazione della Regione, il CNR Ibimet e il Consorzio Pro Ambiente con il coinvolgimento della classe III C del Liceo Classico Giulio Cesare Valgimigli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto Là dove c’era l’Erba è stato realizzato con la direzione dell’Agenzia Piano Strategico di Rimini e in collaborazione con: Regione Emilia-Romagna - Servizio Paesaggio, ARPA–Agenzia Regionale Protezione Ambiente Regione E-R, Auser Rimini, Associazione Grottarossa, Associazione MakeRN, Associazione Papillon, Associazione Rumori Sinistri e Casa Madiba, Cooperativa Sociale il Millepiedi, Associazione Sergio Zavatta Onlus, Fondazione EnAip S.Zavatta Rimini, Azienda Agricola Florovivaistica “Il Sorbo”, Fabio Polidori singolo coltivatore esperto, Università della Marginalità e Associazione “Le Banche del Tempo”, Fondazione Banca della Vita San Marino Terra della Biodiversità, Anthea e Giardini D’Autore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento