L'assessore Frisoni: "L'estate 2018 caratterizzata dal successo delle oBike"

"I numeri, durante la sperimentazione, confermano l’impressione empirica: è un servizio che funziona, chiaramente focalizzato dalla componente turistica"

“L’estate 2018, per quanto riguarda il sistema della mobilità del Comune di Rimini e dei comuni costieri della Romagna, è stata caratterizzata dalla sperimentazione del nuovo servizio Obike, vale a dire un bike sharing incentrato su un sistema funzionante in modalità “free-floating”, a flusso libero. La novità risiede proprio nella maniera dell’utilizzo, con possibilità di restituire la bicicletta in punti diversi da quello di prelievo, rendendo possibile il funzionamento del sistema anche senza dover garantire l’accoppiamento bici/stallo". A dichiararlo è l'assessore alla Mobilità del Comune di Rimini, Roberta Frisoni, che traccia un bilancio del servizio di bike sharing attivato in città lo scorso aprile e che ha accumulato sino a metà agosto numeri sicuramente al di là di ogni più ottimistica previsione. Nella sola città di Rimini le corse totali sono state 66.178 per 110.000 chilometri percorsi, con 14.494 utenti attivi, 120 hotel coinvolti, 14mila card per gli hotel e 2.300 biciclette attive.

"I numeri - conclude l'assessore Frisoni - confermano quella che è stata, lungo i quasi 5 mesi di sperimentazione, l’impressione empirica: è un servizio che funziona, chiaramente focalizzato in primis su un utilizzo da parte della componente turistica, ma dalla cui esperienza si possono trarre utili spunti di riflessione anche nela direzione di potenziare e incrementare l’uso del bike sharing stanziale. I pro hanno superato i contro, compresa una già sottolineata difficoltà di raccolta dei mezzi da parte della società privta organizzatrice del servizio. Il Comune di Rimini farà nelle prossime settimane le sue valutazioni, ma certo la strada tracciata dall’utilizzo ‘a flusso libero’ segna un orizzonte nuovo che può e deve essere anche quello di un servizio lungo l’intero arco annuale. Alcuni degli aspetti che si stanno approfondendo, riguardano la distribuzione e raccolta delle bici, l'individuazione di zone dedicate per la riconsegna dei mezzi in certe aree strategiche, l'integrazione con altre modalità di trasporto, per far sì che questi servizi contribuiscano a raggiungere gli obiettivi del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile rendendo sempre più conveniente l'utilizzo di mezzi alternativi all'auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento