rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
life Coriano

Inizia la rivoluzione dei rifiuti a Coriano: parte da settembre la raccolta porta a porta

"Il primo intervento - spiega Morri - partirà a settembre e verrà effettuato nelle zone adiacenti al territorio di Rimini, ovvero fuori dai Centri abitati delle frazioni di Cerasolo e Ospedaletto"

Importante novità in vista per gli abitanti di Coriano. A partire da settembre infatti partirà la raccolta "porta a porta" dei rifiuti. "E’ il primo passo verso il cambiamento del Sistema di Raccolta dei rifiuti urbani attuale al fine di predisporre poi una tariffazione puntuale per pagare per quello che si produce - esordisce l'assessore all’Ambiente, Michele Morri -. Il Progetto prevede una serie di fasi in un arco temporale pluriennale che verranno adottate gradualmente per non impattare sulla tariffa dei rifiuti e per creare progressivamente traguardi di raccolta differenziata maggiori e una la consapevolezza dei Corianesi sulla sostenibilità ambientale e sia sulla sostenibilità economica della raccolta rifiuti".

"Il primo intervento - spiega Morri - partirà a settembre e verrà effettuato nelle zone adiacenti al territorio di Rimini, ovvero fuori dai Centri abitati delle frazioni di Cerasolo e Ospedaletto. Verranno posati raccoglitori stradali di rifiuto differenziato Carta Plastica e Vetro ed un kit per il compostaggio domestico e predisponendo la raccolta Porta a Porta settimanale del rifiuto indifferenziato. Poi tale modalità dal 2016 verrà estesa su tutto il territorio su circa mille utenze sulle 5000 del Comune di Coriano. Dalle analisi e dai modelli in possesso, si è rilevato che nei centri abitati delle frazioni la raccolta differenziata registra percentuali vicine al 70%, è molto più bassa fuori dei centri abitati".

"Il traguardo dell’amministrazione è raggiungere nel 2015 il 64,5% di raccolta differenziata e a fine 2016 al 68% - continua l'assessore -. Il Comune di Coriano grazie all’incremento della Raccolta differenziata nel 2014 rispetto all’anno precedente ha una riduzione
generale del Costo del Servizio di Raccolta e Smaltimento e quindi un risparmio pari al 2,19%. L’Amministrazione di Coriano finanzierà progressivamente, con il risparmio ottenuto dalla differenziazione e dalla riduzione dei rifiuti, le fasi del Progetto. L’Obiettivo associabile alla raccolta sarà poi quello di modificare la modalità di tassazione, non più calcolata sulla base di metri e persone ma sulla base di quanto rifiuti differenziato ognuno di noi produce. In questo potrebbe essere di aiuto e accelerare i tempi di applicazione del Progetto di Coriano la volontà della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna di approvare una Legge che incentivi sia la Raccolta Porta a Porta sia la Tariffazione Puntuale".

Continua Morri: "Dopo la prima fase di installazione di macchine e impianti per creare il valore del recupero e del riciclo (Casette dell’acqua, mangia plastica) ora si inizia la fase di pianificazione della raccolta Porta a Porta sull’intero Comune di
Coriano per raggiungere i seguenti obiettivi prioritari: minore impatto sull’ambiente attraverso la riduzione dei rifiuti e il loro recupero; minori costi per il cittadino in quanto lo smaltimento del rifiuto indifferenziato costa molto di più del recupero del rifiuto
differenziato; raggiungimento della percentuale di RD indicata nel Piano Regionale dei Rifiuti. Non si fermeranno comunque le iniziative finalizzate a creare valore del rifiuto attraverso Progetti rivolti alle scuole e ai neonati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inizia la rivoluzione dei rifiuti a Coriano: parte da settembre la raccolta porta a porta

RiminiToday è in caricamento