Rete idrica, ristrutturato da Hera un impianto strategico a Monte Olivo

Apprezzamenti da parte dell’Amministrazione Comunale di Coriano attraverso l’assessore all’Ambiente Michele Morri: "Siamo molto soddisfatti dell'intervento realizzato da Hera terminato nei tempi e nei modi previsti"

Innovazione, funzionalità ed efficienza. Sono queste le parole d’ordine che hanno guidato l’intervento di ristrutturazione, recentemente concluso, della storica centrale idrica di Monte Olivo, nel comune di Coriano. Un investimento di circa 105.000 euro per un impianto strategico, attivo nel periodo estivo per far fronte al maggior fabbisogno idrico e che serve ogni giorno oltre 2.000 cittadini, garantendo un consumo medio giornaliero di circa 450.000 litri di acqua. La centrale, inoltre, funge anche da riserva idrica ed è in grado di sopperire al bisogno idrico del comune, in caso di necessità, in qualsiasi momento dell’anno. Un impianto di indubbio pregio che il Gruppo Hera ha ulteriormente valorizzato ammodernandolo sia nella componente edile che idraulica.

Un importante investimento che va ad aggiungersi agli altri realizzati e che in due anni ha riqualificato gli impianti di sollevamento di un territorio così vasto che vede interessate circa 10.000 utenze, in passato oggetto di scarsità. Ricordiamo che, nel solo territorio di Rimini gli investimenti diretti pianificati dal Gruppo nel periodo del piano industriale ammontano a 60 milioni di euro, di cui 15 milioni già pianificati nel 2015.

Da fonte a impianto di sollevamento “in rete”

Costruita alla fine degli anni ‘70, la centrale di pompaggio rappresenta un fondamentale approvvigionamento idrico per le località limitrofe, fornendo parte della risorsa idropotabile anche alla comunità di San Patrignano. Grazie al potenziamento del sollevamento, la centrale è diventata anche impianto strategico per la distribuzione dell’acqua nei comuni di Montecolombo e Montescudo, in grado di garantire ai cittadini continuità nell’erogazione anche durante l’estate (periodo di “picco” dei consumi). La centrale di sollevamento di Monte Olivo è alimentata dalla condotta idrica proveniente dal serbatoio principale di Rimini-Covignano: un impianto da 18.000 mc (pari a circa 7 piscine olimpioniche) rifornito a sua volta dai pozzi presenti sul fiume Marecchia e dall’invaso della diga di Ridracoli.

Nuove tecnologie per aumentare affidabilità ed efficienza

I lavori, pianificati in collaborazione con l’ Amministrazione Comunale, sono stati realizzati da Hera nell'ambito del Piano Investimenti del Servizio Idrico Integrato deliberato da Atersir e hanno consentito di potenziare il sistema di accumulo e distribuzione. Quello appena concluso alla centrale di Monte Olivo è solo l’ultimo di una serie di  interventi finalizzati al potenziamento della rete idrica e che hanno coinvolto anche la centrale Sibella (Coriano) e il serbatoio Trarivi (Montescudo). Si tratta di impianti storici per il territorio, che grazie agli interventi eseguiti da Hera tornano alla collettività ancora più efficienti. I lavori di ristrutturazione edile e idraulica hanno anche interessato l’ammodernamento del nuovo sistema di controllo a distanza in grado di monitorare e, in caso di necessità, intervenire, sull’impianto 24 ore su 24. Nuove tecnologie, dunque, perfettamente integrate in un impianto esistente che è stato valorizzato e, allo stesso tempo, rinnovato per garantire un servizio sempre più efficiente.

Il Comune ringrazia Hera per l’attenzione al territorio e i lavori realizzati

Apprezzamenti da parte dell’Amministrazione Comunale di Coriano attraverso l’assessore all’Ambiente Michele Morri: "Siamo molto soddisfatti dell'intervento realizzato da Hera terminato nei tempi e nei modi previsti. Sicuramente il potenziamento della Centrale Idrica di Monte Olivo andrà a beneficio degli abitanti della frazione di Mulazzano e Cerasolo  che, particolarmente in estate, soffrono di riduzione  del flusso d'acqua dovuto al suo maggiore utilizzo. I cittadini "toccheranno con mano" gli interventi finanziati con la propria Bolletta del Servizio Idrico. Ricordo comunque che l'acqua è un bene da preservare per cui alcune regole estive:  e è bene irrigare i giardini al mattino presto o di sera, riparare i rubinetti che gocciolano ed installare negli stessi gli areatori con cui si possono risparmiare 1000 litri di acqua al mese, preferire la doccia al bagno ed utilizzare a pieno carico gli elettrodomestici quali lavatrice e lavastoviglie, lavare la frutta in un catino piuttosto che sotto l'acqua corrente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento