Riuso di mobili ed elettrodomestici, in un anno raccolte oltre 100 tonnellate di materiali

A Rimini avviate al riuso quasi 118 tonnellate di ingombranti; sono questi i principali risultati raggiunti con "Cambia il finale", l'iniziativa lanciata lo scorso anno da Hera e realizzata in collaborazione con Last Minute Market

A Rimini avviate al riuso quasi 118 tonnellate di ingombranti; sono questi i principali risultati raggiunti con “Cambia il finale”, l’iniziativa lanciata lo scorso anno da Hera e realizzata in collaborazione con Last Minute Market insieme a 15 enti no profit del territorio su cui opera la multiutility e ora attivo in 76 comuni. Nell’area di Rimini, dall’avvio del progetto, nel marzo 2014, fino a marzo 2015, sono state avviate al riuso quasi 118 tonnellate di mobili ed elettrodomestici.

A Rimini l’associazione impegnata nel progetto è La Fraternità, Società Cooperativa a r.l. (Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII), che per questo servizio ha ricevuto quasi 1.800 telefonate per il ritiro di ingombranti in buono stato.

Il servizio è nato allo scopo di dare nuova vita agli oggetti ancora utilizzabili, come mobili ed elettrodomestici, favorendo un circuito virtuoso e solidale del riuso, che avviene anche con l’impiego di persone svantaggiate. Al valore sociale si aggiunge quello ambientale: il progetto, infatti, contribuisce a prevenire la produzione di questi rifiuti, a contrastare il fenomeno del loro abbandono sul suolo pubblico e contiene l’impatto ambientale legato alla loro raccolta. Si pensi, infatti, che 618 tonnellate corrispondono a oltre 150 mezzi adibiti al servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti circolanti a pieno carico.

Come funziona ‘Cambia il finale’
Il progetto ‘Cambia il finale’ è collegato al servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti, svolto da Hera. Telefonando al Servizio Clienti 800.999.500, gratuito da rete fissa (199.199.500 da cellulare, non gratuito) per prendere appuntamento, il cliente riceve tutti i riferimenti per contattare gli enti no profit del proprio territorio disponibili al riutilizzo degli ingombranti nel caso siano ancora in buone condizioni. Gli enti partner si sono impegnati a recuperare i materiali secondo modalità definite da ciascuno e dettagliate nel sito dedicato all'iniziativa www.gruppohera.it/cambiailfinale     Se il cittadino è interessato, può contattare direttamente le associazioni e concordare le modalità operative per il ritiro o la consegna degli ingombranti.
E’ inoltre possibile donare agli enti no profit anche oggetti di uso quotidiano, come soprammobili, libri, giochi per bambini, non più utilizzati e che purtroppo talvolta vengono gettati nei cassonetti dell’indifferenziato.
Nel caso invece in cui il mobile, l’elettrodomestico o l’oggetto non siano più riutilizzabili, il Servizio Clienti di Hera fornisce al cliente indicazioni per la consegna alla stazione ecologica più vicina oppure, nei comuni dove il servizio è attivo, prende appuntamento per il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti.

Fruizione del servizio in aumento
Il dato complessivo di richieste per ‘Cambia il finale’, sull’intero territorio in cui opera Hera, è in crescita: nel periodo di sperimentazione del progetto (marzo-dicembre 2014) sono giunte al Servizio Clienti 78.347 richieste per la gestione di rifiuti ingombranti. Circa il 6% di coloro che hanno telefonato ha scelto di contattare un ente no profit del progetto ‘Cambia il finale’ per donare i materiali ingombranti (il 22% ha scelto di conferirli alla stazione ecologica mentre il 72% ha usufruito del servizio di ritiro a domicilio svolto da Hera). Nel primo trimestre del 2015 le richieste di gestione dei rifiuti ingombranti sono state complessivamente 18.923, di cui il 7,2% ha contattato un ente no profit che partecipa al progetto ‘Cambia il finale’. Il 20,7% dei cittadini che hanno chiamato il Servizio Clienti ha invece optato per il conferimento in stazione ecologica, mentre oltre il 72% ha usufruito del ritiro gratuito a domicilio.

Un nuovo approccio al concetto di rifiuto
‘Cambia il finale’ è in linea con le più recenti norme in materia ambientale, che mettono al primo posto il contenimento della produzione dei rifiuti e il loro riutilizzo, passando dall’attuale modello lineare (produci, usa e getta) a un nuovo sistema circolare e virtuoso, come quello del riciclo.  Con questo progetto Hera intende anche promuovere l'attività di quegli enti no profit che recuperano beni non più utilizzati dai cittadini, avviandoli al riutilizzo anche tramite idonea risistemazione, sviluppando conseguenti ricadute sociali positive. ‘Cambia il finale’ contribuisce inoltre a valorizzare e sostenere il personale svantaggiato che gli enti benefici impiegano per lo svolgimento dell’attività, con la stipula di accordi con Comuni, Aziende Sanitarie, l’Autorità Giudiziaria e i centri di ascolto/assistenza per l’inserimento di persone in difficoltà, attraverso l’utilizzo, ad esempio, di borse lavoro, tirocini formativi, reinserimenti lavorativi. Oltre a ciò, questo progetto ha il pregio di promuovere la partecipazione diretta o indiretta dei cittadini ad attività di volontariato e facilitare la redistribuzione di risorse verso le fasce più deboli.

Ulteriori informazioni sull’iniziativa sono disponibili sul sito all’indirizzo: www.gruppohera.it/cambiailfinale

L’ associazione riminese di ‘Cambia il finale’

La Fraternità Società Cooperativa a r.l.: promossa dall’Associazione Papa Giovanni XXIII, da anni gestisce un magazzino/mercatino che funziona da magazzino anche per la stessa associazione; dati i prezzi accessibili, consente a una fetta sociale disagiata l’acquisto di beni. Insieme a persone normalmente lasciate ai margini, La Fraternità ridà vita a “cose perse” e aiuta persone in difficoltà. Contatti: tel. 0541.627083, tutti i giorni 9.00-12.30/15.00-19.00, chiusi giovedì e sabato pomeriggio. Ritiro a domicilio (solo beni in buone condizioni): 9.00-12.30/14.00-16.00, escluso giovedì e sabato pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento