rotate-mobile
mobilità

Muoversi diversamente in città, inaugura il primo negozio di "cargobike"

Ha aperto sabato a Rimini il primo store interamente dedicato alle Cargo Bike. A pensarci per primi sono stati due giovani imprenditori: Davide Concordia e Andrea Principi

Ha aperto sabato a Rimini il primo store interamente dedicato alle Cargo Bike.  A pensarci per primi sono stati due giovani imprenditori: Davide Concordia e Andrea Principi, già noti per aver rilanciato l’unica videoteca rimasta nel territorio riminese, resistendo in questi anni all’onda digitale. Folgorati dalle bici da trasporto che hanno già conquistato il nord Europa, Davide decidono di investire questa volta su un prodotto inusuale, diventato già iconico nelle grandi capitali mitteleuropee da sempre all’avanguardia in tema di trasporto sostenibile.

Nasce così a Rimini in via Flaminia  un negozio  esclusivamente dedicato alla vendita delle Cargo bike. Una scelta che ha il duplice obiettivo di proporre un prodotto capace di migliorare la qualità della vita delle famiglie e di contribuire a migliorare la viabilità sulle nostre strade. A fare il primo giro per la città con le Cargo Bike, il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi che apprezzando molto l’iniziativa ha dichiarato: "Ammiro le iniziative come questa, perché nascono da una idea diversa di spostarsi in città. Sensibilizzare all'uso delle due ruote è importante per respirare aria pulita, per avere più sicurezza e meno incidenti. Rimini è una città in riva al mare, di pianura e la riconversione della riqualificazione urbana passa da un pensiero: se mi muovo con meno auto all'interno delle città libero spazi per viverla meglio. Succede così dappertutto a Copenaghen, a Stoccolma dove i centri storici non vengono invasi da auto e furgoni. E' forte anche a Rimini la necessità di avvicinarsi all'esempio dei paesi nordici per lasciare intatta la bellezza dei centri storici. E ci stiamo muovendo proprio in questa direzione con le piste ciclabili che stanno cambiando Rimini".

"In Italia – dice Davide Concordia - si è persa negli anni l’abitudine di pensare alla bici come mezzo di trasporto capace di muovere con facilità e in grande economia merci, persone e animali.  Nei nostri viaggi abbiamo scoperto la Cargo bike e una volta ritornati a casa abbiamo iniziato a cercarle e ci siamo resi conto che nella nostra provincia i negozi specializzati proponevano solamente le classiche biciclette a due ruote. Abbiamo pensato quindi di investire su un prodotto inesistente dalle nostre parti e vedere in queste prime settimane i nostri mezzi lungo le vie ciclabili delle nostre citta’ e’ stato un impagabile motivo di orgoglio".

"Sono tanti i motivi che ci possono spingere a lasciare l'auto in garage e scegliere la bicicletta - spiega Andrea Principi - dal fatto che si aiuta a ridurre l'inquinamento, si contribuisce ad una mobilità sostenibile e ci si mantiene in forma. Ma scegliendo una Cargo Bike si aggiunge il piacere e il divertimento di portare le persone, soprattutto i bambini in tutta tranquillità, ma anche oggetti ingombranti e animali domestici. Imprese locali, corrieri, negozianti, albergatori e tantissimi bagnini alle prese con i lavori di inizio stagione sono stati i primi a capire che questo mezzo può rendere anche il lavoro più piacevole, efficiente e sostenibile soprattutto nei centri storici, sul lungomare e nelle zone a traffico limitato. Quest’estate le Cargo bike popoleranno le nostre strade. Sara’ bello pensare di aver dato un piccolo contributo allo spirito innovativo che da sempre contraddistingue il nostro territorio."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muoversi diversamente in città, inaugura il primo negozio di "cargobike"

RiminiToday è in caricamento