Parte a Morciano la ricollocazione dei cassonetti: la nuova mappa dei punti di conferimento

Tutto questo costituisce un test in vista della primavera 2018, quando a Morciano verrà ufficialmente introdotto il nuovo sistema di gestione dei rifiuti

In questi giorni Hera (gestore del servizio) sta provvedendo al raggruppamento dei cassonetti distribuiti sul territorio di Morciano (vedi la mappa allegata). Negli ultimi anni si era infatti venuta a creare una situazione di squilibrio: in alcune aree il numero dei cassonetti non era sufficiente a coprire le necessità, mentre in altre erano diventati sottoutilizzati e in altre ancora costituivano addirittura un intralcio alla viabilità. I cassonetti interessati dal piano (in tutto 12) sono stati scelti su base demografica, tenendo quindi conto del numero di residenti, evitando così un’eccessiva concentrazione di contenitori per i rifiuti (e quindi degrado) in un solo punto. La riorganizzazione sarà comunque effettuata nel rispetto della norma secondo cui la distanza tra un cassonetto e l’altro non può superare i 400 metri. Contemporaneamente è stata avviata anche la sostituzione di alcuni vecchi cassonetti con nuovi modelli dotati di un sistema anti-forzatura. La facilità di forzatura del vecchio coperchio nel corso del tempo aveva infatti determinato una graduale diminuzione delle percentuali di raccolta differenziata (scesa al 64% nel maggio 2017).

Contemporaneamente, si è deciso di rafforzare l’attività di svuotamento e controllo da parte degli operatori di Hera (a parità di costi). In altre parole gli addetti alla raccolta incrementeranno la frequenza dei passaggi sul territorio comunale. Anche in questo caso si vuole dare una risposta a fenomeni di degrado urbano, come cassonetti troppo pieni. Tutto questo costituisce un test in vista della primavera 2018, quando a Morciano verrà ufficialmente introdotto il nuovo sistema di gestione dei rifiuti, il cosiddetto ‘porta a porta misto’. In strada resteranno le calotte dedicate alla raccolta differenziata di vetro, carta e plastica, mentre ogni famiglia sarà dotata di appositi contenitori per lo smaltimento di organico e indifferenziata. Contenitori che verranno poi raccolti porta a porta, durante l’orario notturno, dagli operai incaricati.

“L'obiettivo – spiega l’amministrazione – è quello di un paese più decoroso ed al contempo un incremento della quota di differenziazione e quindi anche di contenimento dei costi. Siamo consapevoli del fatto che molti nuovi residenti, specie affittuari, possano non aver mai ricevuto la chiavetta e li invitiamo a ritirarla presso gli uffici del Comune. Rammentiamo che la chiavetta è munita di batterie che periodicamente vanno sostituite per garantirne la funzionalità. Nel caso in cui invece fosse la calotta del cassonetto ad avere problemi (solitamente segnalato sul display della calotta stessa, così come le batterie scariche) preghiamo di darne immediata comunicazione ad Hera tramite il numero verde (800.999.500) che si trova sui cassonetti”.
 

Mappacassonetti-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento