Green

Rimini avvia una collaborazione con ENEA per l'innovazione urbana della città

Un partenariato strategico riguardante i programmi di innovazione urbana a partire dal Parco del Mare

Durante lo svolgimento della manifestazione Ecomondo, la fiera delle green techologies in corso alla Fiera di Rimini, il sindaco Andrea Gnassi e il presidente di ENEA, Federico Testa, hanno concordato un percorso che porterà in tempi rapidi alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa che prevederà la partecipazione attiva della ‘Agenzia nazionale per le Nuove Tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile’ a specifici progetti che si realizzeranno nella città di Rimini. Un partenariato strategico, in particolare, riguardante i programmi di innovazione urbana, a partire dal Parco del Mare, sul quale ENEA intende mettere a disposizione il suo altissimo know how e le sue iniziative più sofisticate.

Nel breve periodo, invece, questa collaborazione si concretizzerà nella concessione dell’applicazione  ‘Monica Smog Tracker’, presentata ad Ecomondo dall’Agenzia, che consente di misurare i livelli di inquinamento atmosferico per chi si muove con le due ruote. Un ‘navigatore antismog’ per la bicicletta per scegliere i percorsi cittadini più green, sostenendo la ricerca e l’innovazione. ENEA aderirà anche al progetto in fase di elaborazione ‘Via Emilia Garage’, collaborazione tra Comune di Rimini, Piano Strategico e Consorzio di imprese locali ad altissima specializzazione, il cui obiettivo è quello di produrre in futuro innovativi mezzi elettrici, frutto dell’originalità e della capacità tecnica della ‘terra dei motori’.

Rimini, con Anthea, è stata inoltre scelta per partire con il percorso dell’Unità Tecnica per l’Efficienza Energetica dell’ENEA che intende creare una rete nazionale di moltiplicatori dell’efficienza energetica (MEE) per facilitare il raggiungimento degli obiettivi definiti dalla Strategia Energetica Nazionale e dal Piano Nazionale per l’Efficienza Energetica. L’accordo è stato siglato pochi giorni fa nella sede ENEA di Roma ed è stato presentato ad Ecomondo 2016. L’obiettivo dell’intesa fra ENEA e Anthea, l’azienda dei servizi di pubblica utilità partecipata dai comuni di Rimini, Bellaria Igea Marina e Santarcangelo renderà l’azienda di servizi riminese un ‘soggetto pilota’ per la sperimentazione del modello MEE. L’accordo apre la strada alla definizione di una procedura per entrare a far parte della rete nazionale dei MEE. Sulla base di standard di qualità previsti da uno specifico protocollo, ENEA riconoscerà il ruolo di MEE alle aziende di natura pubblica e alle associazioni che ne faranno richiesta e che si impegneranno a svolgere tale ruolo nel proprio territorio di competenza. In particolare, la futura rete dei MEE coadiuverà l’ENEA nell’ambito delle seguenti attività:

“Per ENEA è molto importante questo accordo con Anthea - dichiara Federico Testa, Presidente di ENEA -  perché si tratta di una realtà dinamica, che sta sperimentando con fantasia soluzioni concrete per rendere le nostre città più a misura d’uomo e di bambino. Quindi ci siamo impegnati con loro per coniugare la nostra expertise di ricerca alla loro radicata presenza sul territorio e alla fantasia dei bambini. Ci auguriamo di riuscire a fare importanti passi in avanti non solo per diffondere una cultura di sensibilità ambientale, ma anche e soprattutto soluzioni davvero sostenibili dal punto di vista economico e ambientale”.

“Affiancare ENEA in questo ambizioso progetto ci rende orgogliosi – commenta Andrea Succi, Amministratore Unico di Anthea – poiché testimonia la cifra di innovazione che stiamo introducendo a vantaggio dei Comuni e quindi dei cittadini. Solo a Rimini ci occupiamo di 206 edifici pubblici, ognuno ha una propria ‘carta d’identità’ che definisce un percorso di efficientamento dei consumi energetici. Lo scopo è ridurre le emissioni nocive nell’atmosfera, risparmiare in termini economici sulle forniture ed educare ad un uso responsabile delle risorse. Grazie a questo accordo Anthea renderà disponibile sul territorio un’esperienza di alto contenuto tecnologico, a vantaggio delle Amministrazioni che vorranno avviare un percorso simile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini avvia una collaborazione con ENEA per l'innovazione urbana della città

RiminiToday è in caricamento